Maccabi-Real (R32): Avi Even completa la settimana dei sogni

1

Maccabi-Real resta la serata dei sogni per gli israeliani. Dopo aver battuto Milano, a Tel-Aviv cade un altra big e i playoff possono diventare realtà.

0 0
Read Time:3 Minute, 23 Second

Possiamo ufficialmente dire che il campo della settimana è la Menora Mivtachim Arena di Tel-Aviv. Se ad Istanbul l’Olimpia riscatta proprio la battuta d’arresto subita contro il Maccabi, gli stessi israeliani sono stati autori di una vera e propria impresa. Ieri sera, infatti, Maccabi-Real è stata una partita clamorosamente ricca di colpi di scena, visto anche l’esito finale.

Vince il Maccabi, di “corto muso” come va tanto di moda in altri ambiti, e si ricandida prepotentemente alla corsa per i playoff, che ora si fa decisamente molto ma molto interessante. Questo e molto altro è successo nel 75-74 finale di Tel-Aviv, che Eurodevotion vi snocciola con la consueta analisi in tre punti.

Maccabi-Real: un 10-0 che cambia la stagione

Maccabi-Real al 38esimo minuto di gioco sembrava una partita decisa. Il Real, seppur a fatica come tutte queste ultime settimane, stava mantenendo il controllo della gara. Il ritorno di Deck ha dato nuova linfa in entrambe le fasi di gioco, e le lunghe rotazioni hanno permesso di allungare sensibilmente il vantaggio acquisito nel primo tempo.

Il tutto inizia a cambiare allo scadere del terzo quarto: Nunnally realizza un buzzer in mezzo a due uomini, riaccendendo la possibile fiamma della rimonta, che in attesa arriva pian piano. La squadra di coach Avi Even stringe le maglie in difesa, lasciando a soli 8 punti realizzati nel quarto un attacco come il Real, e tra canestri casuali (tripla di Wilbekin palesemente un alley-oop per Reynolds, ndr.) e contropiedi letali, i Blancos non riescono a reagire all’onda d’urto degli israeliani.

Il risultato è un 10-0 nei due minuti conclusivi della sfida, 75-74 per il Maccabi grazie prima ai due liberi della combo-guard di Florida State e, successivamente, il raddoppio in angolo sul fade-away di Yabusele allo scadere chiude definitivamente i giochi, regalando la seconda vittoria consecutiva ad un Maccabi in ripresa.

Maccabi-Real: è la serata di uno straordinario Keenan Evans

Potremmo dirvi ancora una volta che è sempre merito del solito Scottie Wilbekin. Si, sicuramente, lui è stato uno degli artefici del successo contro i Blancos di coach Laso, ma ieri sera chi ha risaltato ancora di più tra le fila degli israeliani è stato sicuramente Keenan Evans.

Esplosività, voglia di buttarsi su ogni palla, e tiri presi al posto giusto e nel momento giusto fanno della guardia americana l’MVP della sfida in Maccabi-Real. Il suo apporto da 19 punti (7/9 dal campo, con 2 rimbalzi, 1 assist e ben 3 palle recuperate) lo rendono senza dubbio il miglior giocatore dei suoi e dell’intera gara.

QUI IL TABELLINO COMPLETO

Maccabi e l’orbita playoff: due vittorie che cambiano un annata

Ieri sera la Menora Mivtachim Arena ha rivissuto forse una serata come ai tempi della sciagurata stagione (per certi versi non decisamente sportivi) 2019/20. Con un Real già certo della sua qualificazione alla post-season, la vittoria di ieri in rimonta dà un senso al finale di stagione che deve giocare il Maccabi.

La squadra di coach Avi Even, in attesa di tutti i recuperi, è virtualmente al sesto posto davanti allo straordinario Monaco e al solido Bayern Monaco di coach Trinchieri. Profumo di playoff? Ora come ora bisogna crederci e nelle prossime quattro sfide da affrontare, due sono decisamente da non sbagliare.

Settimana prossima, infatti, Panathinaikos e Asvel sono due partite che bisogna non fallirle per centrare il playoff, anche perchè Barça fuoricasa sembra alquanto difficile visto lo straordinario momento di forma dei catalani, e successivamente alla Menora Mivtachim Arena arriverà il Fenerbahçe di Djordjevic in un vero e proprio scontro playoff.

La settimana da dio regalata da Avi Even può essere un sogno? Di certo in 3 giorni si possono far dimenticare le ultime gestioni di coach Sfairopoulos.

About Post Author

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Toni Cappellari : L'Olimpia, dopo qualche difficoltà, riprende a sognare

Toni Cappellari analizza per noi la settimana biancorossa e non solo. Dalle difficoltà tra Brescia e Tel Aviv al grande successo di Istanbul contro i campioni in carica di Eurolega. In LBA, nel derby delle neopromosse, vince Tortona con un super  J.P.Macura (25 punti) che rovina l’esordio di Maurizio Buscaglia […]
Toni Cappellari

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: