Euroleague Man of the week: Dwayne Bacon

Matteo Carniglia

Monaco forza la decisiva gara cinque contro l’Olympiacos grazie al giocatore americano

1 0
Read Time:2 Minute, 5 Second

Euroleague Man of the week bussa per un’altra volta, in questa Turkish Airlines Euroleague, alla porta del Monaco.

La squadra del Principato si è regalata ancora sicuramente una settimana di questa sua sorprendente stagione europea grazie alla prestazione di gara4 di Dwayne Bacon.

Il suo canestro, a poco meno di un minuto dalla sirena, ha fissato il punteggio sul definitivo 78-77 facendo esultare anche un tifoso di eccellenza come Kevin Durant.

Il giocatore dei Brooklyn Nets, invitato dal suo ex compagno Mike James, ha assistito ad una sfida equilibrata di una serie che verrà decisa nell’ultimo atto di Atene.

Euroleague Man
Credits: profilo ufficiale twitter Turkish Airlines Euroleague

L’americano, deludente nella prima contesa, è salito in cattedra nelle tre gare successive collezionando 20.3 punti di media.

Le cifre di venerdì raccontano di 21 punti con 9/17 al tiro, 2/2 ai liberi e 4 assist, un fatturato interessante per un ragazzo alla prima esperienza nella massima competizione continentale.

L’ala, prodotto di Florida State, ha deciso in estate di abbandonare il palcoscenico NBA dopo 207 partite complessive in quattro anni tra Charlotte e Orlando.

Credits: profilo ufficiale twitter Monaco

Pedigree decisamente diverso è quello invece di Tibor Pleiss, centro di 221 cm.

Il tedesco è infatti alla sua undicesima stagione di Eurolega disputata con le maglie di Bamberg, Baskonia, Barcellona, Valencia ed ora Anadolu Efes.

Una manifestazione in cui il pivot ha trionfato l’anno scorso nella Final Four di Colonia ed in cui ha disputato ben 278 partite con 8.2 punti e 4.3 rimbalzi di media.

L’Armani Exchange si ricorderà però a lunga la prestazione del lungo della Germania nella notte che ha sancito la propria eliminazione.

37 di valutazione, 8/9 al tiro, 6/6 dalla lunetta e 6 rimbalzi il fatturato collezionato giovedì alla Sinan Erdem Sports Hall.

Cifre che hanno avvicinato Pleiss al suo record di carriera curiosamente scritto sempre contro Milano, un team che evidentemente ispira l’atleta.

Il 13 marzo 2014, infatti, il pivot segnò 30 punti catturando 13 rimbalzi nella sconfitta interna del suo Baskonia contro una Olimpia guidata da Jerrells e Hackett.

Euroleague Man
Credits: http://www.euroleague.net

Chiudiamo il nostro consueto viaggio menzionando anche due protagonisti delle serie rimanenti: Pablo Laso e Andrea Trinchieri.

Due coach tra i più bravi in assoluto che hanno dimostrato per l’ennesima volta le proprie qualità.

Il primo, dopo un periodo difficile, spazzando via in sole tre gare il lanciatissimo Maccabi, il secondo costringendo alla “bella” il favorito Barcellona.

Chapeau.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurodevotion-Backdoor Podcast: Laso ed Ataman a Belgrado, Trinchieri ed Obradovic non mollano

Eurodevotion-Backdoor, conversazione del sabato sull’Eurolega, analizza i verdetti dei Playoff. Con uno sguardo al futuro. Verdetti Playoff: Real ed Efes attendono le avversarie che emergeranno da gara 5. Milano è fuori: in questa serie è da applausi, ma i difetti sono quelli di sempre in stagione. Mercato biancorosso: oltre i […]
Eurodevotion-Backdoor

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: