EUROCUP, ANDORRA-PARTIZAN: arriva il primo KO stagionale per i serbi

mfiorda26
0 0
Read Time:2 Minute, 20 Second

Il Partizan gioca un ottimo primo tempo, poi però arriva la reazione dei padroni di casa che, con un terzo quarto dei altissimo livello, portano a casa la partita. Vince Andorra per 61-60, primo passo falso stagionale per gli uomini di Obradovic.

Come sempre, l’analisi del match in tre punti chiave:

LA DIFESA SU PUNTER

Nelle prime tre uscite stagionali era sempre stato il migliore dei suoi, a tratti dando l’impressione di essere di un’altra categoria (come ribadito più volte in passato), ma stasera Kevin Punter ha fatto molta, moltissima fatica, ed è per merito della difesa di Andorra, sia in copertura individuale che a livello collettivo.

Geniale l’idea di accoppiare ad un giocatore rapido e pericoloso con la palla in mano come Punter un difensore altrettanto dinamico, e di notevole impatto fisico, come Codi Miller-McIntyre, capace di costringerlo a tiri più forzati del solito e di metterlo fuori partita, mentalmente prima ancora che tecnicamente.

La guardia del Partizan chiude con sì con 13 punti, ma anche con percentuali rivedibili (2/8 da 2, 1/5 da 3), sintomo delle difficoltà avute nell’arco di tutti i 40′. E’ questa la vittoria più importante di Andorra questa sera.

GLI ASSIST DEL PARTIZAN

Osservando attentamente il box-score della partita tra Andorra e Partizan, appare evidente un dato, vale a dire quello relativo agli assist dei serbi.

Alla voce “Assist totali” è infatti associato il numero 6, dato clamorosamente basso per una squadra di questo livello, per di più se si considerano giocatori come Moore, Madar e Avramovic.

Come spiegare dunque questo dato? La motivazione principale è da ricondurre all’ottimo lavoro fatto da Andorra in difesa sulla palla, dove è sempre stata messa tanta pressione per evitare una facile visione di gioco ai playmaker avversari. In aggiunta, anche lo sforzo per anticipare forte i giocatori a un passaggio di distanza dal palleggiatore è stato eccellente, costringendo spesso il Partizan a passaggi di uscita lenti (che hanno poi innescato le buonissime rotazioni di Andorra) e ad un numero di isolamenti molto più alto del solito per gli uomini di Obradovic.

ANDORRA E LA PERCENTUALE DA 2 PUNTI

In partite a così basso punteggio, si sa, sono i dettagli a fare la differenza.

Ecco allora che, in quest’ottica, specialmente con percentuali esattamente identiche nel tiro dalla lunga distanza (4/26 entrambe), la precisione nei pressi del ferro è risultata fondamentale.

Andorra costringe il Partizan ad un misero 45%, dato troppo basso anche in un match come quello in questione, mentre riesce a punire gli avversari con il 59.5%, percentuale significativamente più alta, sintomo di un attacco più fluido e capace di trovare soluzioni più facili per arrivare nei pressi del canestro avversario.

Anche questa è stata una chiave della partita, meritatamente vinta dai padroni di casa.

ANDORRA

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze: le defezioni del giovedì di Round 9

Infortuni ed assenze: l’injury report dei match di oggi CSKA MOSCA vs MACCABI TEL AVIV Emergenza per i padroni di casa, che vedranno il ritorno di Milutinov, ma che hanno in dubbio Grigonis, Shved, Hackett, Khomenko e Voigtmann. Out Ukhov. Maccabi senza infortuni. STELLA ROSSA vs ASVEL Serbi senza Aaron […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: