Copa del Rey, i giocatori da tenere d’occhio

Tutti i giocatori da tenere d’occhio in questa Copa del Rey

1 0
Read Time:4 Minute, 32 Second

Prima dell’inizio della Copa del Rey non poteva mancare mancare un focus riguardante i giocatori che, in questo fine settimana, saranno tenuti d’occhio con maggiore attenzione. Otto giocatori, uno per squadra, che potranno distinguersi dai loro compagni di squadra. Andiamo a scoprire chi saranno.

Nick Calathes (Barcellona)

Indubbiamente la punta di diamante del Barcellona di Jasikevicius è rappresentata dal play greco, ex Panathinaikos, Nick Calathes. Giocatore straordinario, per il quale non c’è bisogno di nessuna presentazione, è la mente dei blaugrana, riuscendo a mettere i propri compagni nella migliore condizione possibile per tirare a canestro. Nonostante una propensione difensiva, in questa stagione si sta riscoprendo maggiormente offensivo rispetto al solito, con un media di 8.2 punti a partita e il 41% dall’arco. Il numero 99, inoltre, tira fuori il meglio di se quando in ballo c’è un titolo da conquistare.

Edy Tavares (Real Madrid)

Tra i blancos non poteva non essere menzionato il lungo capoverdiano. In una stagione tutt’altro che positiva per il Real, Edy sarà chiamato a dare il meglio di se in quella che può essere definita a tutti gli effetti la sua competizione. In campionato è il leader assoluto nei rimbalzi (8.3) e le stoppate (2.1), mentre è terzo per valutazione (18.7). Il suo habitat naturale è l’area sotto canestro, dove domina sia in attacco che in difesa. In questa Copa del Rey dovrà giocare senza paura, da vero leader e condottiero.

Pierria Henry (Baskonia)

Uomo chiave dei giochi di Dusko Ivanovic, Henry, nella sua seconda stagione in quel di Vitoria, si sta distinguendo per la sua polivalenza su entrambi i lati del campo. Una delle sue qualità principali è senza dubbio quella di saper gestire il pallone con estrema facilità, riuscendo a migliorare anche il gioco dei suoi compagni. Il morale in vista di questa Copa del Rey è sicuramente alto, viste le prestazioni in crescendo dell’ultimo periodo.

Nikola Kalinci (Valencia)

Uno dei migliori acquisiti dei valenciani nella scorsa estate, arrivato a Valencia con la nome di essere un giocatore di sacrificio per il resto della squadra, si sta riscoprendo in questa stagione. L’ala serba si sta rivelando uno dei migliori difensori del campionato, sapendo giocare sia come 3 che come 4. Nonostante la sua propensione difensiva, è un ottimo attaccante, con grande efficienza nel tiro dall’arco, dove sta viaggiando con una media di 39%.

Yannick Nzosa (Unicaja)

Ex conoscenza di Eurodevotion con ‘Stelle che Verranno‘ e del campionato italiano con la maglia della Stella Azzurra e di Roseto, Yannick Nzosa è sicuramente il giocatore dell’Unicaja con la maggior attenzione addosso. A soli 17 anni ha già fatto capire di non conoscere limiti, giocando in modo ottimale sia in attacco che in difesa. La sua area di azione, visti i suoi 208 cm d’altezza, è il pitturato, dove, nonostante la giovane età, già è in grado di dominare. In un torneo che ha visto esplodere giocatori come Pau Gasol, Rudy Fernandez e Ricky Rubio, Yannick non vuole essere da meno.

Xabi Lopez-Arostegui (Badalona)

Astro nascente del basket spagnolo, l’ala 23enne del Badalona è chiamata per la prima vera volta a dimostrare tutto il suo valore. Xabi in questa stagione ha già fatto grossi passi avanti rispetto al passato, risultando il miglior marcatore dei suoi, ma è proprio in questa Copa del Rey che è chiamato a dare il meglio di se. Il suo momento di forma non potrebbe essere migliore, con una media di 13.3 punti a partita e una percentuale dall’arco passata dal 33.3% al 43.6%. La sua versatilità lo rende un pericolo enorme per gli avversari.

Jasiel Rivero (San Paolo Burgos)

Se dovessimo cercare un giocatore nel San Paolo Burgos ha avuto maggiori miglioramenti rispetto alla scorsa stagione, questo sarebbe senza dubbi Jasiel Rivero. L’ala cubana, oltre ad avere raddoppiato la sua valutazione (da 6,7 a 13,3), riesce a trasmettere un’energia immensa in entrambi i lati del campo. Jasiel, però, non si limita solamente a questo, migliorando costantemente la sua tecnica ogni giorno, rappresentando al meglio le ambizioni del San Paolo Burgos.

Gio Shermadini (Tenerife)

Il pivot georgiano, dopo aver definitivamente raggiunto la maturità agonistica, è oggi uno dei giocatori più incisivi di tutto il campionato. Il suo pick and roll e il suo gioco spalle a canestro sono la conferma di ciò. Gio è il giocatore perfetto per il Tenerife, squadra che trova nel pitturato uno dei suoi punti di forza, sapendo, però, creare anche assist per i suoi compagni.

Mvp della Copa del Rey

La Liga ACB, però, oltre a chiedere i pronostici agli allenatori e ai direttori sportivi delle squadre escluse, ha chiesto loro di esprimersi anche su chi sarà l’Mvp di questa Copa del Rey.

Per quasi tutti gli addetti ai lavori ci sono stati pochi dubbi, vedendo in un blaugrana il possibile Mvp della competizione. Il più votato è stato Mirotic con il 23%, seguono Higgins e Calathes con il 18% per uno. Subito troviamo Tavares con il 14% e Herny con il 9%. Menzioni anche per Davies, Deck, Vildoza e Van Rossom, che restano però staccati dai primi cinque.

Foto: http://www.acb.com

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Copa del Rey, i giocatori da tenere d’occhio

Next Post

Final 8, come ci arriva la Dinamo Sassari

Final 8, la Dinamo Banco di Sardegna arriva come seconda classificata ed affronterà la Vuelle Pesaro. Alte le ambizioni dei sassaresi forti di un notevole feeling con la competizione che li ha visti alzare due volte consecutive il trofeo ( 2014/2015) e perdere la finale del 2016 Forma ed infortuni […]
Final 8

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: