Virtus-Budućnost: nel terzo round delle Top 16 i bianconeri schiacciano i montenegrini

Balbo 3
0 0
Read Time:2 Minute, 53 Second

La Virtus “sbanca” la Segafredo Arena sconfiggendo i montenegrini del Buducnost 87-65.

Le V nere non vogliono rischiare dopo il tonfo interno contro Brescia e accellerano fin dai primi minuti facendo capire agli ospiti che in coppa non si scherza. Con questa vittoria i bianconeri restano saldamente in testa.

Ripercorriamo la gara con i consueti 5 punti di Eurodevotion

Le due facce della Virtus

Niente scuse, non ci sono più giustificazioni: quest’anno assistiamo alle prestazioni di due Virtus totalmente differenti: la Virtus casalinga che nel campionato italiano si presenta in campo con la stessa voglia con la quale gli agnelli si avviano verso il mattatoio e la Virtus casalinga in formato europeo, una squadra con narici dilatate e bellicose, singoli giocatori con espressione vorace e famelica.

Oltre le espressioni e le sensazioni, i numeri parlano chiaro: in Italia, tra le mura amiche, 2 vittorie e 6 sconfitte; in Eurocup, sempre alla Segafredo Arena, 7 vittorie su 7 partite.

Nelle ultime ore è stato messo in discussione il livello generale della seconda competizione europea. Prima di rischiar certe dichiarazioni andrei a riguardare il cammino in Eurocup di Brescia ( ultima squadra ad aver violato la Segafredo Arena in campionato).

Aggressività offensiva

La Virtus approccia alla gara in maniera impetuosa: attenta in difesa e aggressiva in attacco. Soprattutto in fase offensiva si ammira la voglia di passarsi la palla, ritornano gli extra pass che hanno fatto le fortune della compagine di Djordjevic la scorsa stagione. Dopo 5‘ le V nere raddoppiano il Buducnost 16-8, e completano un parziale di 13-0 conducendo 21-8 dopo 7′. Alla fine del primo periodo i bolognesi registrano già 7 assist (4 Markovic)

Percentuali dalla lunga distanza

Il Buducnost continua a sparare da tre punti senza precisione, mentre Weems (10 punti) , Belinelli e soci bombardano senza sosta. La Virtus allunga il passivo chiudendo il primo tempo sul 48-28. Un dato salta all’occhio: i padroni di casa tirano dalla lunga distanza con 7/15, mentre i montenegrini presentano un deleterio 1/8. La differenza non sta tutta qui, ma i numeri non mentono.

Buducnost tradito dai suoi top player

I montenegrini non entrano mai in partita, all’inizio del secondo tempo provano una timida reazione, ma quando i padroni di casa mostrano gli avambracci tozzi e villosi gli ospiti spariscono dal campo. Coobs ( 15 punti con 1/8 da 2) e Ivanovic ( 5 punti) sembrano due sonnambuli appena destati dal sonno, Ejim (uno degli uomini più attesi) si fa notare soltanto per l’espulsione, Reed vagabonda per il campo e Della Valle fa quel che puo nei 17 minuti che gli vengono stranamente concessi.

Vince Hunter

L’ultimo quarto é pura accademia: la Virtus si diverte, fioccano gli assist (30!! 10 per Teodosic) e arriva qualche inevitabile palla persa. Adams (6 punti) brilla con un paio di triple, Belinelli arrotonda il suo silenzioso bottino arrivando a 21 punti e Vince Hunter giganteggia sui due lati del campo. Il finale dice 87-65 per i bianconeri.

Vice Hunter, Eurocup / Eurodevotion

In questa top 16 l’uomo volante Vince Hunter é l’uomo in più di una Virtus che non sbaglia un colpo. Nelle prime due giornate 45 punti e 20 rimbalzi per il lungo di Djordjevic che conferma gli ottimi numeri sfoderando una prestazione totale: 13 punti, 4/4 al tiro compresa una tripla, 4 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate. Vincredible, l’Mvp di Virtus-Buducnost.

https://www.eurocupbasketball.com/eurocup/games/results/showgame?gamecode=142&seasoncode=U2020

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

3 thoughts on “Virtus-Budućnost: nel terzo round delle Top 16 i bianconeri schiacciano i montenegrini

  1. […] Prosegue l’ottimo momento lontano dalla Segafredo Arena per le V Nere, vittoriose anche a Cremona nell’anticipo del sabato sera. Nonostante un match sempre aperto fino all’ultimo quarto, la Virtus ha comandato la gara per quasi tutti i quaranta minuti. Le giocate da vero maestro di Teodosic, autore di 9 assist, i 17 punti, quasi silenziosi, di Belinelli e il 28+9 di Hunter, Mvp della partita, hanno permesso ai bolognesi di portare a casa un altro successo. Inutile, quindi, lo sforzo di Poeta e Williams su tutti per cercare di limitare lo strapotere offensivo ospite. Una grande notizia in vista del match di mercoledì contro il Buducnost, che potrebbe regalare i playoff a Djordjevic con due giornate d’anticipo. […]

Next Post

Boulogne-Trento (Top16): l'Aquila si arrende al supplementare

Boulogne-Trento: match valido per il 3° round della 7Days EuroCup ha decretato il successo da parte della squadra francese. Per il Boulogne Metropolitans 92 si tratta della terza vittoria in fila, la decima nelle ultime undici partite disputate nella manifestazione europea. Invece, per la Dolomiti Energia Trento corrisponde al secondo […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: