Barça-Calathes, guerra fredda o scontro frontale?

0 0
Read Time:2 Minute, 33 Second

Barça-Calathes decisamente ai ferri corti secondo quanto riportano la stampa catalana e quella greca.

Il Barça e Nick Calathes sono alle prese con una situazione di tensione altissima che porterà certamente ad una separazione nonostante il contratto ancora in essere.

L’epilogo della Liga Endesa a favore del Real Madrid ha fatto improvvisamente esplodere una serie di problemi a livello di rapporti che ormai si caricavano da tempo.

Il triennale firmato il 9 luglio del 2020 avrebbe termine alla fine della prossima stagione ma più e più voci si sono susseguite nelle ultime settimane a testimonianza di una situazione ormai tanto chiara quanto complicata. Tutto ciò che si attendevano le parti da questo matrimonio non è sostanzialmente mai arrivato, con due stagioni decisamente sotto le aspettative.

Da un parte il club che non lo vuole più, dall’altra il play che non vuole più restare. Così parrebbe tutto lineare e quasi di semplice soluzione ma la realtà è ben altra.

L’atleta greco è rappresentato da Kapasports, che vuol dire Panos Kapzoglou, e secondo il Mundo Deportivo proprio l’agente avrebbe chiesto 1,5 mln al club per liberare il suo assistito dal restante anno di contratto. La cifra, ve lo possiamo confermare, è ben lontana da quanto il Barça vuole sborsare per chiudere i rapporti anticipatamente.

Ovvio che si sia l’inizio di un tira e molla che non è semplice e potrebbe durare non poco. Tra l’altro, secondo Marca, ulteriori conferme arrivano anche dalla Grecia.

Tra le curiosità che indica il quotidiano catalano il fatto che allo stesso Calathes non sia andata giù la foto di Jasikevicius a cena con Tomas Satoransky, promesso sposo blaugrana, diversi giorni fa. I rapporti con il Coach ci vengono descritti come ormai crollati da molto tempo.

E’ una partita che si giocherà a carte relativamente scoperte, ma nessuna di queste pare portare ad una soluzione senza complicazioni.

Il club sa bene che il giocatore non può permettersi, a 33 anni, un’eventuale stagione di inattività, sebbene altamente retribuita, poiché stiamo parlando di una carriera che è di fronte all’ultimo possibile contratto di alto livello e che si avvia verso una fase inevitabilmente calante per via dell’anagrafe.

L’atleta sa che la risoluzione è fondamentale per il Barça al fine di poter procedere con l’ingaggio ufficiale di Satoransky, che non verrà pagato in noccioline e che è fondamentale (lui od un profilo di tale livello) per affrontare con ambizioni alte anche la prossima stagione. Riuscire ad ottenere una buonuscita la più alta possibile garantirebbe maggior appetibilità sul mercato, anche verso squadre non disposte a superare determinate cifre per un presumibile biennale da proporre.

Infortuni ed assenze

Molto dipenderà anche da quanto offriranno gli eventuali acquirenti di Calathes. Ad oggi si parla di Fener ed in maniera minore di Maccabi ed Olympiacos, mentre per il Pana al momento è solo una suggestione di cuore legata al passato in “green” del giocatore. Anche in questo caso, però, chi farà la sua mossa, la farà considerando per bene quanto il giocatore otterrebbe da quella buonuscita.

Siamo solo all’inizio, potrebbe diventare la telenovela di mercato dell’estate.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Ufficiale: Brandon Davies approda all’Olimpia Milano

Dopo aver salutato il Barcellona con un post sul suo profilo instagram, Brandon Davies ha firmato con l’Olimpia Milano. Il club biancorosso attraverso una nota ufficiale ha annunciato l’arrivo dell’ex Barça. Le prime parole di Brandon Davies all’Olimpia Milano «Sono felice di essere qui ed entusiasta di far parte della […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: