Efes-Olimpia riparte da 1-1: chi ha perso l’occasione di essere 2-0?

Eurodevotion
0 0
Read Time:3 Minute, 45 Second

Efes-Olimpia: una lettura differente, a firma Stefano Ballotta (#PiriNumbers), attraverso i numeri di una serie che fa discutere moltissimo dopo quanto accaduto al Forum nei primi due episodi.

Da simpatizzante di una squadra bolognese ma anche da sempre super appassionato di Eurolega mi permetto di commentare la serie Efes-Olimpia, oggi in campo al Sinan Erdem per gara 3. 

Lo faccio in modo particolare perché ho letto i commenti di gara 2 incentrati quasi esclusivamente (tranne eccezioni ovviamente) su cuore, abnegazione, battaglia, attaccamento e persino eroismo. I tipici “intangibles” tanto usati quando occorre dare spiegazioni ad eventi e prestazioni, spesso solo apparentemente, inspiegabili.

Però, c’è un però, Il cuore e tutto il resto non vincono le partite, anzi spesso le fanno perdere ma con la soddisfazione dei tifosi. 

Per vincere la serie e senza alibi a Milano servivano lucidità e un piano partita serio utilizzando le indicazioni che avevano dato le 34 partite di regular season dell’Efes ed i precedenti scontri diretti. E su questo, Messina ha pochissimi rivali. 

Toni Cappellari

I numeri pre-sfida dicevano che: 

EFES

– Media punti realizzati in trasferta = 73 

– Media punti ultime 10 trasferte = 82 

– 100% di sconfitte in trasferta quando segna meno di 85 punti 

MILANO

– media punti realizzati in casa = 76

– media punti ultime 10 casalinghe = 74

– Milano 100% di vittorie in casa quando segna più di 73 punti 

Quindi, l’obiettivo doveva esse quello di giocarsi la partita a 70-75 punti, e per fare ciò, giocando (non più di tanto) con i numeri, se Milano avesse mantenuto le medie dell’anno in termini di ritmo di gioco, palle perse, viaggi in lunetta,  rimbalzi offensivi e distribuzione dei tiri, avremmo la situazione indicata in tabella. 

Milano avrebbe dovuto tirare con una percentuale (ponderata tra 2 e 3 punti) del 52% per realizzare 75 punti; questa percentuale l’Efes l’aveva concessa ben 24 volte su 34 partite e Milano l’aveva raggiunta 8 volte su 13 in casa.  Cosa è successo in realtà nelle prime due sfide? 

DIFESA 

Milano ha subito 64 e 66 punti: semplicemente ha costretto l’Efes alla seconda e terza peggior prestazione offensiva nelle ultime tre stagioni e 103 partite. Quindi ha abbassato notevolmente il target offensivo da raggiungere; qualche tiro in meno oppure 3-4 punti % in meno al tiro. 

ATTACCO 

Premesso che entrambe le squadre hanno attaccato in maniera orrenda affidandosi esclusivamente o quasi ad isolamenti, nella tabella sono confrontati i parametri stimati per realizzare 75 punti rispetto a quelli ottenuti nelle 2 gare al Forum. 

In sostanza: 

– in gara 1 nulla ha rispettato il piano pur riducendosi il target; meno occasioni di tiro scaturite da più palle perse ma soprattutto la % ponderata al tiro del 38%: la PEGGIORE della stagione.  

– In gara 2 invece, il piano partita è stato completato perfettamente perdendo metà dei palloni rispetto a gara 1, con più occasioni di tiro ed una percentuale perfettamente allineata alla media della stagione   

Detto dell’attacco di Milano, torniamo alla difesa che ha costretto l’Efes ha giocare un basket orrendo, fatto quasi esclusivamente (come del resto anche Milano) da isolamenti per Larkin e Micic con la palla sempre ferma nelle mani di uno dei due. Poco altro e compagni di squadra tolti completamente dalla partita. 

Una nota proprio su Larkin, ago della bilancia offensivo per l’Efes: nella tabella seguente la distribuzione dei tiri cui l’ha costretto Milano nelle due partite   E proprio Larkin è stato la chiave negativa di gara 2. 

Alcune note sulla partita di ritorno:

– l’Efes nel 2022 ha una media in casa di 87 punti segnati. 

– L’Efes in casa (sempre dato del 2022) ha perso 1 sola volta e 2 sole volte ha segnato meno di 80 punti. In una di queste l’avversario era Milano (Asvel l’altro) che giocò praticamente in 8 senza impiegare Daniels e lasciando qualche spicciolo a Ricci e Bentil. 

Saranno questi 3 che dovranno prendersi i minuti del Chacho e di Melli, sempre che il play non si alla fine disponibile.

A differenza di ciò che pensano molti, ritengo non sia l’Efes ad aver perso una grande occasione per portarsi sul 2 a zero ma è Milano che l’ha persa; capiterà mai più di lasciare l’Efes a 64 punti? Dall’altra parte, quando mai più Milano tirerà così male?   

di Stefano Ballotta ( #PIRINUMBERS )

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Olimpia Milano, Ettore Messina: Consci che si tratta di una partita realisticamente estremamente difficile

Dopo le prime due gare giocate a Milano, ora la serie tra A|X Armani Exchange Milano ed Anadolu Efes Istanbul si sposta in Turchia per gara 3 e gara 4. La serie è in perfetta parità sull‘1-1. Ecco le parole di Ettore Messina. Le dichiarazioni di Ettore Messina «La nostra […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: