Round 33, il Baskonia sfiora la tripla cifra ed archivia agilmente la pratica Zalgiris

0 0
Read Time:2 Minute, 15 Second

Dominio totale del Baskonia.

Il Baskonia si congeda con l’Eurolega 21/22 piazzando una performance importante ai danni dello Zalgiris Kaunas.

96-79 il finale, al termine di un match mai in discussione ed archiviato dopo nemmeno 10 minuti dai baschi.

Ripercorriamo il match attraverso i canonici 3 punti di Eurodevotion.

Il primo quarto

Che per il Zalgiris questa sarebbe stata una serata difficile lo si era capito sin dai primi minuti di gioco.

Infatti dopo 6 minuti il punteggio recitava già 13 lunghezze di vantaggio per i padroni di casa, guidati come sempre dal tiro da 3 punti nonostante un’assenza importante.

Infatti coach Spahija ha dovuto fare a meno questa sera del suo uomo di punta, ovvero Wade Baldwin, per un problema alla spalla la cui entità è da verificare nelle prossime ore in vista della stagione di Liga ACB.

Ritornando al campo, la sparatoria del Baskonia non accenna a diminuire, anzi continua a ritmi forsennati, con uno Zalgiris che mette in campo tutti i suoi limiti tecnici oltre che psicologici vista la poca importanza della partita.

Dopo 10 minuti il gap è di ben 20 punti di gap, con 35 punti messi a referto da parte del Baskonia.

Valanga basca

La furia dei baschi non accenna a diminuire, con i punti di vantaggio che toccano addirittura quota 30 sul 54-24 del 17′ targato da Sedekerskis.

Da lì in poi, entrambi i coach iniziano ad allargare le rotazioni inserendo i vari Lukosiunas, Kurucs, Raieste e Barrera.

Nel secondo tempo nulla da segnalare se non tanto garbage time ed un parziale rientro dello Zalgiris fino a -14.

Fontecchio assist-man

E nella serata in cui Baldwin è stato assente, son stati Fontecchio e Granger a guidare la cabina di regia basca.

9 per l’uruguagio ma ben 6 per l’ex Alba, un numero decisamente insolito per un tiratore come lui.

6 assist che sfiorano il career-high di 7 registrato sempre in maglia Baskonia nel match del 16 novembre contro la Stella Rossa di Belgrado.

6 anche gli assist del lituano Sedekerskis, anche lui insolito assist-man questa sera.

Da registrare anche l’ottima prova di Enoch e Marinkovic, leggermente defilati nelle rotazioni delle ultime settimane, che hanno fornito due ottime prove e soprattutto importanti indicazioni per quel che è il proseguo della stagione.

Solido come sempre Matt Costello, una delle poche costanti di questo Baskonia.

Per lo Zalgiris invece sarà un’estate di rifondazione totale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

EFES-ALBA: la vittoria dei turchi condanna l'Alba all'eliminazione dalla corsa playoff

L’Efes porta a casa una vittoria importante per il piazzamento playoff rimontando anche dal -15. Per l’Alba, invece, la sconfitta per 87-77 al Sinan Erdem Dome vuol dire addio (matematico) alle speranze di playoff. L’EFES IN UNA PARTITA Il match contro i berlinesi è stato l’emblema, non troppo velato, della […]
EFES

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: