EuroCup weekly #16: Cordinier vola! Intanto il gruppo B ribolle con tanti scenari possibili

frcata7 2
0 0
Read Time:4 Minute, 33 Second

Terzultima giornata di EuroCup: si iniziano a tirare le fila di quella che è stata una stagione regolare il cui valore è stato decisivo per il piazzamento e quindi gli accoppiamenti playoffs. Su questi ultimi magari faremo un approfondimento più avanti per chiarire le possibile sfide e gli eventuali incastri.

Bursaspor dopo la vittoria pesantissima in casa contro Venezia, ne trova un’altra di un peso specifico impensabile contro Valencia complicando la classifica proprio dei veneziani. A stagione abbondantemente in corso avevano perso quello che era di gran lunga il loro miglior giocatore, Allerik Freeman, in direzione CSKA. La sua uscita, però, ha combaciato con l’esplosione di Andrew Andrews e David Dudzinski, a segno con 23 punti a testa. Insomma, Bursa rimane un avversario tutt’altro che semplice da affrontare.

Valencia, quest’anno, spesso era sotto nel punteggio, spesso non ha giocato bene, ma poi per un motivo o per l’altro ha quasi sempre vinto le partite. Questa volta il solito giochino non ha funzionato. Una cosa che non ci convince? La gestione dei minutaggi da parte di Penarroya; forse un po’ troppo spalmati. Stessa critica rivolta anche al collega bolognese che lentamente, ma con costanza sta asciugando le rotazioni intanto.

Real-Valencia

Parlando di Virtus Bologna: tutto semplice in Grecia, dove era importante vincere e convincere. Sono arrivate entrambe le cose (tra l’altro senza Belinelli e Teodosic, oltre ai soliti). Importante segnale in vista della gara di martedì contro Gran Canaria, che sarà un bel test per la maturità della squadra oltre che per gli equilibri della classifica. La sconfitta con Lubiana e la conseguente rimonta folle in campionato contro Venezia possono aver aiutato a scuotere l’ambiente. Si attendono ancora risposte.

Isaia Cordinier! La schiacciata contro Patrasso ha fatto sbrilluccicare gli occhi a tanti appassionati e saltare dalla sedia tanti tifosi bianconeri. Se c’è stato un giocatore costante a cui affidarsi praticamente sempre nella stagione virtussina (insieme a pochi altri) in mezzo alle numerose montagne russe, quello è stato Cordinier. Esplosività, atletismo fuori dalla norma, voglia di dare sempre il massimo in campo e tanta “garra”: non è un caso che Scariolo lo abbia tenuto in campo più di tutti gli altri (poco sopra i 30 minuti). Per lui il tabellino ha recitato: 22 punti, 6 assist, 2 rimbalzi, 2 rubate e 29 di PIR.

Cordinier Virtus Bologna Eur

Eurocup weekly: Cedevita on fire e la difficile classifica di Venezia

Piccola sortita nel girone A prima di tornare in quello B. Badalona cade a Boulougne che si conferma squadra dura da affrontare e forse un po’ snobbata, anche se le rotazioni, effettivamente, sono molto ristrette. Mancava anche Vince Hunter nella sfida di mercoledì. Tre gli uomini inamovibili per coach Collet: Cummings, McRae e Halilovic.

Una considerazione veloce. Dopo 16 gare giocate su 18 si può tranquillamente sostenere che il girone B sia risultato molto più competitivo di quello A. Nel primo, infatti, oltre a Partizan, Badalona e Boulogne (dopo l’eliminazione del Loko) non sembrano esserci altre squadre di livello – fatta eccezione forse per Andorra che può essere fastidiosa. In quello B, invece, oltre a qualche corazzata ci sono 8 squadre che hanno dimostrato di poter vincere davvero contro chiunque. Solo Bourg e Patrasso hanno dato l’impressione di essere nettamente inferiori: ecco spiegate anche le numerose oscillazioni della classifica che non ha mai avuto lineamenti troppo precisi.

Gran Canaria passeggia 84 a 64 su Buducnost confermando la sua grande stagione di EuroCup, a differenza di un andamento più balbettante in Liga ACB. Per mettere la ciliegina sulla torta c’è la sfida di Bologna, ma i bianconeri avranno il sangue negli occhi, anche solo per vendicare lo smacco subito nella gara d’andata. Parole d’ordine per battere i canarini? Difendere bene e forte sugli esterni concedendo di più sotto canestro. La chiave è lì.

Gran Canaria Slaughter

Prosegue, invece, dopo l’ottimo avvio, il calo di rendimento e risultati per i montenegrini del Buducnost. Una chiave di questa flessione può essere letta nel calo singolo di Willie Reed che nella prima parte di stagione aveva spadroneggiato sotto canestro, mentre ora pare molto meno dirompente. Ovvio che se a questa squadra togli Reed e quindi praticamente la dimensione interna, poi è facile concentrarsi solo sulla difesa perimetrale per disinnescare Cobbs e Perry.

Il Cedevita strapazza anche Venezia 105 a 90! I ragazzi di Lubiana in questo periodo sono ingiocabili quasi per chiunque e in gara secca potrebbero essere un vero spauracchio. Se giocano ad alti ritmi e quindi riescono a trovare fluidità di manovra e d’esecuzione allora fermarli può essere davvero difficile. Con Venezia gara chiusa già nel primo tempo. Le percentuali dall’arco sono magre (poco più del 30%) ed addirittura inferiori a quelle veneziane, ma Lubiana vive un periodo di forma fisica e atletica smagliante. Arrivano quasi sempre prima sul pallone rispetto agli avversari e questo lo conferma il dato dei rimbalzi di mercoledì, nonostante Venezia sia molto più stazzata: 47 a 28 a favore!

Uno sguardo alla classifica del gruppo B: Valencia e GC si contendono la prima piazza, poi tre squadre a 9/7 (Buducnost, Virtus e Cedevita) e tre squadre a 7/9 (Ulm, Venezia e Bursaspor). Bologna può arrivare terza visto il momento no dei montenegrini e il calendario difficile di Lubiana; Venezia, invece, deve assolutamente acciuffare la sesta posizione. Arrivare settima o ottava vorrebbe dire andare a giocare l’ottavo di finale a Belgrado o a Badalona. Non il migliore degli scenari.

(Credits photos: Virtus Bologna)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Scariolo: dobbiamo continuare sulla nostra strada che consiste nell'avere una difesa solida

Virtus Segafredo Bologna vs Gran Canaria. Palla a due domani, martedì 29 marzo, ore 20.30 Virtus Segafredo Arena. Diretta Sky Sport, Eleven Sport e Radio Nettuno Bologna Uno. Arbitri: MILIVOJE JOVCIC, ARTURAS SUKYS, STEVE BITTNER.Indisponibili Marco Belinelli e Milos Teodosic. Assenti lungodegenti Awudu Abass ed Ekpe Udoh. VIRTUS SEGAFREDO – […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: