Campionati esteri: si gioca in VTB, il CSKA vince in volata sullo Zenit

frcata7 1
0 0
Read Time:2 Minute, 19 Second

Torna il nostro appuntamento con i campionati esteri e forse per l’ultima volta passa ancora dalla Russia. La prossima settimana dovrebbe essere quella decisiva per dirimere la definitiva eliminazione delle squadre russe dalle competizioni europee dopo la ancora vigente sospensione: nel frattempo, finché ancora formalmente tali squadre fanno parte di EL, vi aggiorniamo sui loro risultati in territorio nazionale.

Campionati esteri: quel che resta della VTB

La VTB regala il big match (o quello che sarebbe stato un big match) tra CSKA e Zenit. Come ben sappiamo, alla squadra di Itoudis sono rimasti ben pochi dei campioni di inizio anno dopo gli addii dei vari Hackett, Shengelia, Voigtmann, Bolomboy, Lundberg e Grigonis. Posizione più severa, invece, quella intrapresa dallo Zenit che ha trattenuto i propri giocatori stranieri tranne alcuni sparuti casi vincolandoli fermamente al loro contratto (il CSKA ha risolto solo con Hackett e Shengelia che sono andati alla Virtus e Lundberg, ma gli altri sono comunque di fatto fuori rosa).

Il CSKA è sceso in campo con Shved, Antonov, Kurbanov, Khomenko e Milutinov; lo Zenit con Carver, Zaharev, Karasev, Zubkov e Kulagin con dalla panchina Baron, Ponitka, Lloyd e Poythress che hanno beneficiato di tanti minuti a disposizione. La spuntano alla fine per 79 a 78 i padroni di casa con una grande prestazione di Shved da 25 punti, 10 rimbalzi, 8 assist e 30 di PIR. Importanti anche le prove da 17 punti di Antonov (5 su 10 dall’arco) e da 14 punti del nuovo arrivato Casper Ware.

Allo Zenti di Pascual non è bastata l’ottima prova da 20 punti, 6 rimbalzi e 6 assist di Jordan Lloyd. Utili alla causa erano stati anche i 17 punti di Kulagin e i 14 di Poythress sotto canestro contro un Milutinov tutt’altro che performante.

Ha giocato anche l’Unics Kazan in una partita tutt’altro che entusiasmante terminata con il triste punteggio di 65 a 50 per gli uomini di Perasovic contro il modesto Nizhny Novgorod. Unici stranieri schierati dalla squadra del Tatarstan sono stati Hezonja, Jekiri e Marco Spissu.

Stella Rossa e Zalgiris continuano a macinare vittorie

Spostiamoci, però, ora in Serbia: precisamente in ABA Liga. Continua il grande periodo di forma della Stella Rossa che oltre al primo posto in territorio nazionale ora sogna anche i playoff di Eurolega. Tutto facile in casa contro Podgorica: 94 a 84 frutto dei 23 punti di un Nikola Kalinic sempre più leader e dei 18 punti del letale Dobric.

Continua intanto anche l’ottimo periodo dello Zalgiris che dopo le vittime illustri di Eurolega (per ultimo il Barcellona) stravince come al solito anche in campionato: 93 a 70 al Jonava con 23 segnature di Lauvergne e 15 di Milaknis.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Ci sono nuovi invitati al ballo dei Playoff di Eurolega

Playoff di Eurolega lontani una manciata di partite: la porta è ancora aperta anche per chi non ci sperava più. Situazione totalmente anomala quella della corsa ai Playoff di Eurolega, a pochi giorni dalla decisione che sancirà definitivamente l’esclusione delle squadre russe lunedì prossimo. L’uscita definitiva di Cska, Unics e […]
Playoff

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: