Fener-Baskonia (R16): i turchi dominano il derby delle “deluse”

Fener-Baskonia vede un solo padrone in campo. Andiamo ad analizzare quanto successo alla Ulker Arena, con una menzione speciale per De Colo.

0 0
Read Time:2 Minute, 43 Second

Pensare che ad aprire il sedicesimo turno della Turkish Airlines Euroleague ci fosse un potenziale scontro playoff, si è dovuto parzialmente ricredere visto il tracollo verticale subito sin dalle prime battute stagionali. Eppure, alla Ulker Arena di Izstanbul, Fener-Baskonia dà molta credibilità alla squadra di Djordjevic rispetto ai baschi, e soltanto la costanza di rendimento come detto sin dalle battute iniziali può essere l’unica soluzione per salvare la stagione.

Detta tutta questa premessa, andiamo ad analizzare insieme quanto avvenuto nel match disputatosi in terra turca, e vinto dai padroni di casa per 75-53.

Fener-Baskonia: il dominio si vede sin dall’inizio

E’ un match con un solo padrone e lo si vede sin dall’inizio. Il Baskonia ormai ha già preso la via della ricostruzione dopo gli anni splendidi con Ivanovic in panchina.

Il Fener in attacco fa quel che deve fare colpendo ripetutamente sui pick and roll e il Baskonia, successivamente cadeva nella trappola organizzata dai padroni di casa. Si era partiti con un 14-2 nel primo quarto, poi ampiamente recuperato, ma con un netto 24-14 messo a segno nel secondo parziale, al Fener è bastato solamente controllare il flusso e il ritmo della partita a proprio favore, meritando nettamente sul campo la vittoria.

Fener-Baskonia: Tra Fontecchio e Polonara da ex, è la serata di De Colo

Era la serata da ex per Polonara ed Henry alla prima stagione lontana dai paesi baschi, ma anche dell’incrocio tutto azzurro tra lo stesso Polonara e Simone Fontecchio (prestazione decisamente sottotono per lui dopo la pazzesca schiacciata messa a segno in Liga Endesa). In tutto ciò chi fa da padrone in questa sfida è Nando De Colo.

Il play francese vive una di quelle serate dove mette in mostra tutto, ma proprio tutto il suo sublime talento sia in attacco che in difesa. De Colo, infatti, fa registrare il career high in palle rubate (ben 6 in tutta la contesa), e con 17 punti e 7 assist detta il tempo della squadra di Djordjevic, che vince e guarda con ottimismo al futuro.

Fener: davvero con costanza i playoff possono arrivare. Per il Baskonia…

Le ultime settimane stanno dando ragione alla rincorsa delle turche. Se a Tel-Aviv i cugini dell’Efes sono pronti a riaccendere i motori per la seconda parte di stagione e lo hanno ampiamente dimostrato, il Fener ora viaggia a due partite di distanza dalle magiche 8.

Record di 7 vittorie e 9 sconfitte, un inizio difficile con tanti suicidi difensivi messi in mostra in diversi campi (OAKA su tutti), ma la strada per far bene da qui fino al termine della stagione serve solo con quella dannata parola che alla Ulker Arena si cerca dal post Obradovic: costanza.

Per il Baskonia invece il discorso è molto più complesso. La stagione sembra davvero compromessa causa disfunzionalità del roster. Non bastano le giocate da highlights di Baldwin per poter puntare ai vertici. Serve tanta applicazione per salvare il salvabile, pieno di lacune e di errori banali catastrofici.

About Post Author

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Euroleague Weekly: Speciale Olimpia-Real Madrid

Euroleague Weekly in edizione speciale interamente dedicato ad Olimpia-Real Madrid. 10 flash sulla grande sfida del Forum. Vince Madrid perchè è più forte e lo dimostra con 4 assenze cui si aggiunge anche quella di Coach Laso. Milano non sfigura ma per 37-38′ l’impressione è che ci sia un certo […]
Euroleague Weekly

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: