Olympiacos-Cska Mosca, la rimonta greca si ferma sul -1

Tutto quello che è successo in Olympiacos-Cska Mosca

0 0
Read Time:3 Minute, 22 Second

Olympiacos-Cska Mosca sulla carta sarebbe dovuta essere una partita a senso unico e senza troppi colpi di scena. Nel primo tempo la direzione del match è stata proprio questa, con i ragazzi di coach Itoudis che viaggiavano spediti senza intoppi, Nel secondo tempo, però, qualcosa è cambiata e l’Olympiacos, oltre a recuperare lo svantaggio, ha rischiato di vincere il match, fermandosi sul 74-75. Si chiude, quindi, il ciclo negativo dei russi, giunti a ben quattro sconfitte nelle ultime cinque partite. Per i greci, invece, sesta sconfitta consecutiva, arrivando a sette nelle ultime otto e play off che si allontano sempre di più. Andiamo ora a scoprire la partita con i consueti cinque punti di Eurodevotion.

Il secondo tempo

Al rientro negli spogliatoi il tabellone di Olympiacos-Cska Mosca segnava un netto 26-44. Un punteggio che, almeno in teoria, poteva permettere ai russi di giocare i restanti venti minuti con maggiore spensieratezza. Anche il terzo quarto era iniziato nel migliore dei modi, con gli ospiti che si erano portati immediatamente sul 26-51, massimo vantaggio del match. Da questo momento in poi, però, i greci hanno tirato fuori l’orgoglio che li contraddistingue, recuperando lo svantaggio. Uno straordinario Mckissis, autore di 24 punti, insieme a Spanoulis e Printezis, ha guidato la rimonta, trovando il primo soprasso nei minuti finali. Sforzo vanificato da un viaggio in lunetta di Mike James a quattro secondi dalla fine che ha decretato il 74-75 finale.

Gli ultimi secondi di follia

Olympiacos-Cska Mosca è stata caratterizzata dagli ultimi secondi di vera e propria follia. A dodici secondi dalla fine Printezis, dopo aver segnato il canestro del 74-73, ha la possibilità di mettere un possesso tra le due squadre con il tiro libero supplementare. Il lungo greco però, sbaglia il tiro dalla lunetta, concedendo ai russi un possibile contropiede. A due secondi dalla fine, sul tiro dell’Ave Maria di Mike James, Spanoulis fa esattamente quello che non avrebbe dovuto fare, ossia commette fallo. L’ex Olimpia vola in lunetta con tre tiri libri, segnandone solamente due, ma che permettono al Cska di vincere la partita.

Qualcosa da rivedere nell’Olympiacos

Olympiacos-Cska Mosca è stata una partita in cui non si è segnato tantissimo. Per questo non sembrerebbe così strano vedere pochi giocatori in doppia cifra. Tra i padroni di casa, però, solamente due giocatori hanno raggiunto questo obiettivo, ossia Mckissis, con 24 punti, e Vezenkov, con 14. Se andiamo ad analizzare le statistiche, poi, noteremo che i greci hanno tirato maggiormente dall’arco che da due. I tiri dalla media distanza o dal pitturato sono stati 28 con il 64% di realizzazione, mentre quelli da tre sono stati ben 38, con soli 9 centri. L’idea di quanto l’Olympiacos abbia faticato a costruire il proprio gioco è facile da intuire, aspetto su cui Bartzokas dovrà assolutamente lavorare.

Non gira Mike James, non gira il Cska

Dopo quasi tre settimane di assenza, anche stasera Mike James è stato il migliore in campo dei suoi. In questo Olympiacos-Cska Mosca, infatti, l’americano, seppur con soli 15 punti, è stato il miglior realizzatore dei russi. tirando con un 3 su 7 da due e 2 su 6 da tre. Una prestazione non delle migliori, influenzata anche dalla lunga assenza dovuta a motivi familiari. Quello che salta subito all’occhio, però, è come, nonostante una partita così così del play ex Olimpia Milano, i suo compagni di squadra non abbiamo saputo fare meglio di lui.

Lo sfattore campo

L’Olympiacos, ad oggi, ha conquistato undici vittorie, di cui solamente quattro sono arrivate sul parquet casalingo. A fronte di queste quattro vittorie ci sono ben nove sconfitte, un record alla pari con Stella Rossa e Alba Berlino e migliore solamente del Khimki Mosca. La pandemia e le partite a porte chiuse ci hanno insegnato che il fattore campo, oramai, è stato quasi del tutto annullato. Nel caso dell’Olympiacos, però, il fattore campo sta diventando un vero e proprio sfattore campo.

Foto: http://www.euroleague.net

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Real-Zalgiris non è la partita dell'anno. La difesa dei blancos fa la differenza nel round 26

Real-Zalgiris non regala spettacolo, ma la solidità della difesa dei padroni di casa, che prevalgono 70-58 nel ventiseiesimo turno di Eurolega
Real Zalgiris | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: