Vince lo Zenit e anche Milano ringrazia

Lo Zenit si impone in trasferta nel derby russo

Lo Zenit San Pietroburgo si impone nel derby russo contro il Khimki Mosca.

Il blitz esterno dei ragazzi di Plaza complica il cammino dei moscoviti nella rincorsa alla qualificazione alla post season.

Risultato finale di 81-83 che andiamo ad analizzare attraverso i soliti cinque punti di Eurodevotion.

MILANO RINGRAZIA: il Khimki Mosca, come l’Olimpia Milano, si trova nel “girone” delle squadre immediatamente dietro le corazzate. Un gruppo di formazioni che lotteranno fino alla fine per aggiudicarsi gli ultimi posti per i play-off. Sconfitte come quelle del team di Kurtinaitis, in casa contro l’ultima della classe, possono rivelarsi decisive per il mancato conseguimento dell’obiettivo.

FATTORE CAMPO: per la terza volta, su tre, è saltato il fattore campo tra queste due squadre. Il Khimki si era imposto, sia in Turkish Airlines Euroleague che in VTB League a San Pietroburgo. Lo Zenit ha restituito lo sgarbo nella partita di ieri sera. Affermazioni esterne che sono la specialità di “casa” dei pietroburghesi. Quattro, delle cinque vittorie totali nella campagna europea, sono arrivate in trasferta.

SHVED: la stella dei padroni di casa, assente nell’ultima gara, si è ripresentato fatturando 30 punti, 5 rimbalzi e 6 assist. Cifre di altissimo livello che non hanno evitato il rovescio interno alla sua squadra in una serata in cui il supporting cast ha visto soltanto altri due giocatori in doppia cifra, Timma con 17 e Jerebko con 10.

WILL THOMAS: mvp della partita per distacco. 20 punti, 8/9 al tiro e 8 rimbalzi. L’esperto giocatore americano, nella gara dell’arena Mytishchi ha stabilito il suo personalissimo career high per valutazione (30) e punti (20) nella massima competizione europea.

GLI ALLENATORI: Kurtinaitis non ha trovato alibi dopo la sconfitta: “abbiamo commesso molti errori in difesa, specialmente sul pick&roll. Concentrazione ed energia non sono state all’altezza della situazione, al contrario di qualche giorno fa in campionato contro il Cska“. Soddisfatto, invece, coach Plaza: “Sapevano quanto fosse difficile vincere su questo campo e quanto fosse determinante fermare il loro attacco. Abbiamo controllato i rimbalzi difensivi e nonostante lo scarto di soli due punti abbiamo meritato il successo. Dobbiamo migliorare il nostro record in casa visto che avremmo molte partite davanti al nostro pubblico da qui a fine stagione”.

Il prossimo turno vedrà entrambe le squadre impegnate tra le mura amiche contro squadre spagnole: il Khimki contro il Valencia mentre lo Zenit ospiterà il Baskonia.

Next Post

Il Cska in versione Dr.Jekyll & Mr.Hyde supera il Bayern trascinato da Mike James

Serata dai due volti per Bayern Monaco e Cska Mosca nel confronto dell`Audi Dome: dopo un primo tempo totalmente dominato dai russi e chiuso sul +16, nel terzo quarto i padroni di casa si sbloccano dal perimetro e mettono paura ai campioni in carica, bravi a conservare la lucidità necessarie […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: