7Days EuroCup: Venezia vince all’overtime, Brescia va in tilt e subisce un altro k.o

Serata dolce amara per le compagini italiane impegnate nella 7Days EuroCup.

Infatti, tra le mura amiche del PalaTaliercio, l‘Umana Reyer Venezia conquista la sua seconda vittoria europea, superando dopo un tempo supplementare il Bahcesehir Koleji Istanbul.

Invece, in casa Germani Brescia arriva la terza sconfitta in fila dopo quelle subite contro il Mornar Bar e l’Unicaja Malaga. Questa volta ad avere la meglio sui bresciani è la compagine francese Boulogne Metropolitans 92.

Attraverso i nostri cinque punti vi raccontiamo le due gare

Il blackout bresciano

Dopo un primo tempo davvero molto equilibrato (37-39), a fine terzo periodo la Leonessa chiude avanti di sette lunghezze (57-50) con un paio di canestri di TJ Cline, rientrato dopo l’infortunio.

Approfittando del buon momento i ragazzi di coach Vincenzo Esposito allungano sulla doppia cifra di vantaggio (63-52) ed onestamente tutto lascia presagire ad una vittoria.

Ed invece no, a rovinare la festa ci pensa uno scatenato Gray Rob, che si è traveste da leader assoluto nel parziale di 15-0 propiziato dai francesi nei minuti finali della gara.

Ovviamente le responsabilità maggiori, le ha proprio la stessa Brescia che non ha saputo gestire il buon vantaggio accumulato. Tra le altre cose non è la prima volta che i bresciani subiscono un break pesante, basti pensare a quello subito sabato in campionato contro Reggio Emilia.

Fiducia e Lavoro

Rispetto alla passata stagione, la Germani Brescia ha cambiato parecchi giocatori e come ci insegna il mondo dello sport, per trovare la giusta chimica ci vuole del tempo.

E’ vero sono già passati due mesi da quando è iniziata la prepazione, ma non bisogna dimenticarsi che TJ Cline e Dusan Ristic sono arrivati tardi a causa di problemi burocratici e quindi devono ancora integrarsi bene nel gruppo.

Inoltre, c’è da tener conto dello stop di Tyler Kalinoski, che ricopre un ruolo molto importante all’interno della squadra. Ma nonostante questo l’allenatore campano non cerca alibi e dà gli ingredienti per uscire da questo momento no.

Nel post partita coach Esposito ha voluto commentare così la sconfitta: «Ancora una volta nel nostro miglior momento abbiamo smesso di giocare ed abbiamo sbagliato dei canestri facili. Ora dobbiamo continuare a lavorare e impegnarci, recuperando gli assenti e quei giocatori che non sono ancora al top e quindi poter avere il roster al completo, perchè non è semplice giocare ogni due o tre giorni senza tutti i giocatori a disposizione. Settimana scorsa mi sono dovuto allenare anche io perchè non avevo abbastanza giocatori. In momenti come questi c’è solo da aver fiducia cercando di uscire prima possibile con tanto lavoro». 

2/17 da 3

Quando la palla non vuole entrare c’è poco da dire e da fare. Lo abbiamo già sottolineato un sacco di volte e non ci stancheremo mai di ripeterlo, il tiro dai 6.75 incide sempre di più.

Se una squadra chiude con l’11.8%, allora è davvero difficile pensare di poter conquistare i due punti, a meno che i tuoi avversari facciano peggio, ma è davvero surreale come cosa.

Lo 0/6 di uno specialista come Kenny Chery fa già capire che serata è stata per la Germani Brescia.

Lo sapevi che…

L’Umana Reyer Venezia con questa vittoria rimane imbattuta nelle sfide casalinghe contro una compagine turca.

Ed infatti, dopo aver avuto la meglio sul Karsiyaka, sul Banvit Bandirma e sul Tofas Bursa, questa volta la cosiddetta “vittima” è stato proprio il Bahcesehir.

Insomma, i lagunari con le squadre turche hanno un feeling davvero molto speciale.

Le chiavi della vittoria

Si sapeva che non sarebbe stata una partita semplice e cosi è stato. Alla fine però, gli uomini di coach Walter De Raffaele sono riusciti a portala a casa.

Indubbiamente il primo dato che ci balza all’occhio è la differenza di rimbalzi conquistati (48 a 38). In mondo particolare quelli offensivi, dove i padroni di casa hanno chiuso a quota 18, mentre gli ospiti solo con 3.

Il secondo è la solida difesa mostrata dalla stessa Venezia nel tempo supplementare con soli 4 punti subiti, indice che in un momento dove le energie fisiche e soprattutto mentali potevano venir meno, i campioni d’Italia sono rimasti lucidi.

Next Post

Anche Laso non scherza coi timeout...

Anche Pablo Laso non scherza coi timeout. Dopo che ieri vi abbiamo riportato il timeout di Jasikevicius, ironico ed imbestialito così suoi, oggi tocca al Coach madrileno, che richiama i suoi in maniera abbastanza diretta nella gara poi vinta contro Siviglia. «Se qualcuno non ha voglia di giocare me lo […]
Anche Laso non scherza coi timeout | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: