Cordinier, è nata una stella?

Balbo
0 0
Read Time:3 Minute, 55 Second

Isaia Cordinier è l’uomo del momento in casa Virtus. Se in campionato, con Le Vu nere al primo posto, viaggia a 12 punti di media con il 43% dalla lunga distanza e il 94% dalla lunetta; in Eurolega, dopo un inizio difficoltoso che aveva acceso lingue ardenti di fiamma invisibile che già cercavano di imprimere il marchio del giocatore inadatto alla competizione, la gara di Madrid ha letteralmente stravolto la stagione dell’originario di Creteil.

cordinier, euroleague/eurodevotion

Madrid e Ovidio ci regalano un Cordinier spavaldo e tonitruante

Nelle prime quattro giornate di Euroleague, con la Virtus che all’attivo ha una vittoria e tre sconfitte, Cordinier viaggia a 2 punti di media a sera con una sola tripla messa a segno.

Gli uomini di coach Scariolo sembrano già con le spalle al muro, non solo per la singola vittoria in quattro partite, ma soprattutto per il livello delle prestazioni.

Allora Cordinier, con la sua muscolatura che irradia un’aura di buona salute e un sorriso che ispira immediatamente fiducia, si ricordia quello che Ovidio disse nella sua Ars amatoria:

Convinciti che ami, pur desiderando fuggevolmente, e poi credilo tu stesso.”

L’ex Nanterre sa cosa vuole, lo sta dimostrando in Italia, lo ha dimostrato con Nanterre – nel campionato francese e in Eurocup, da sesto uomo lo ha dimostrato anche con la canotta bianconera in Eurocup, seppur sempre con un velo di timidezza che rendeva irriconoscibile lo spavaldo protagonista di Nanterre.

Il francesino desidera il salto di qualità, nemmeno tanto fuggevolmente. Il volo che porta la Virtus da Bologna a Madrid, fa ricordare a Cordinier le parole del poeta che scandalizzo’ l’antica Roma: bisogna che prima di chiunque altro ci creda lui stesso.

La notte di Madrid, oltre alla vittoria della Virtus che dona ossigeno ed entusiasmo a tutto l’ambiente bianconero, ci regala un Cordinier spavaldo e tonitruante anche in Eurolega. Anche con gloriosa canotta con la Vu nera stampata sul petto. 12 punti in 15 minuti e giocate che esaltano la banda di coach Scariolo. La schiacciata in faccia a Tavares, uno dei possibili highlights della stagione di Euroleague, fa mandare al diavolo il motto che aveva accompagnato Cordinier fin dal primo giorno italiano, ovvero quello che Solone aveva dettato per il tempio di Apollo a Delfi: “Meden Agan”, senza eccessi.

Perdonaci Solone, ma gli eccessi di Cordinier li sopportiamo e li apprezziamo tranquillamente.

I nuovi numeri di Cordinier

Da Madrid al devastante successo contro Valencia, rispetto alle prime quattro giornate, i numeri le doppio zero hanno subito una trasformazione: 10 punti di media a sera con oltre il 50% dalla lunga distanza.

Se in campionato la linearità delle sue prestazioni non sorprende più, a livello continentale i nuovi numeri di Cordinier regalano a coach Scariolo un nuovo violino da utilizzare contro le arcigne difese avversarie che si incontrano in Euroleague.

Il salto di qualità del francese, insieme a quelli di Lundberg, Ojeleye e Mickey, ci offre una Virtus realmente competitiva in Euroleague. Per far emergere la sinfonia Virtus occorre un’orchestra, gli A Solo di Teodosic e Shengelia, anche se meravigliosamente interessanti, a questi livelli non possono fare una sinfonia, ma se l’orchestra dei secondi violini li accompagna con regolarità, in questa competizione molte squadre si ricorderanno della Virtus Bologna.

La stella Cordinier è definitivamente nata?

Le ultime prestazioni, gli ultimi gesti atletici del francese, provocano l’euforia dei tifosi che han voglia di urlare al cielo un famoso proverbio giapponese: “Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini Cordinier“.

Adesso per il francese viene la parte più difficile, ma attesa dall’ambizioso doppio 0, che da anni desidera con impazienza il salto di qualità che possa stabilizzarlo tra i top d’Europa. Tra i pensieri di Cordinier c’è sempre l’NBA. Il presente, e il futuro prossimo, dice Virtus. Il connubio giocatore ambizioso- società ambiziosa rende possibile un matrimonio duraturo.

Intanto, nemmeno troppo silenziosamente, ci domandiamo: è nata una stella?

Cordinier: dalla nostra difesa scaturisce la scintilla

Isaia Cordinier, dopo la vittoria contro Valencia, ha rilasciato un’intervista a Luca Aquino del Corriere di Bologna.

Dalla nostra difesa scaturisce la scintilla per poterci poi scatenare in transizione. Imporre il tono della partita dal punto di vista fisico è per noi una chiave, specialmente nelle partite casalinghe. Abbiamo un gruppo molto solido, ci vogliamo bene e amiamo lottare uno al fianco dell’altro. Dobbiamo continuare così.
Il bilancio è buono ma potevamo anche fare meglio e questo è incoraggiante per il resto della stagione. La prossima settimana sarà uguale per tutti. Dobbiamo solo concentrarci su noi stessi, costruire sulla vittoria con Valencia e vedere cosa succede, ma se continueremo a giocare così ci troveremo in una buona posizione.

Prossimo turno: Panathinaikos Athens vs Virtus Segafredo Bologna 23 November 2022 20:00 | EuroLeague (euroleaguebasketball.net)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: