Mercato Eurolega | La scelta di Punter ed il complicato rinnovo di Tavares

0 0
Read Time:6 Minute, 57 Second

Mercato di Eurolega che dopo una giornata relativamente tranquilla ha prontamente ritrovato un ritmo serratissimo. E si moltiplicano voci e trattative.

Il mercoledì di Eurolega è stato relativamente tranquillo, prima che il mercato ripartisse alla grande nella giornata di giovedì.

Ripercorriamo questi due giorni di serrate ufficialità, voci e trattative.

GABY DECK ha rinnovato col REAL MADRID sino al 2028. Mossa fondamentale dei “blancos” che ora vorrebbero ripetere l’operazione con altri profili in scadenza 2024 come Tavares e Musa.

Ed a proposito di TAVARES, c’è un certo rallentamento nel processo di rinnovo del contratto, che comunque scade nel 2024, poichè le parti sono ancora sufficientemente distanti. Il capoverdiano, senza alcun dubbio l’atleta più determinate di tutta la competizione, chiede una cifra assai alta ed oggi siamo a circa un 20-25% di differenza rispetto alla proposta iniziale del club. Nulla di allarmante o compromesso, non c’è fretta fanno sapere da Madrid, così come c’è fiducia si possa arrivare ad un accordo entro fine anno. Nell’ottica del prolungamento va assolutamente tenuto in considerazione che l’atleta ha compiuto 31 anni il 22 marzo: da un parte le giuste cautele nell’allungare un contratto che scadrà quando il giocatore sarà già oltre i 32 anni, dall’altra la volontà di legarsi praticamente a vita al club, probabilmente con un triennale, firmando l’ultimo contratto realmente lucroso della propria carriera.

Tavares | Eurodevotion

La “casa blanca” ha poi reso noto il termine della permanenza di ANTHONY RANDOLPH, in scadenza il 30 giugno. Lo sfortunatissimo campione a 36 anni sarà di fronte ad un scelta determinante per il suo futuro. Di certo non dimenticheremo mai quella stoppata al Palau su Joey Dorsey, la “giocata di sempre” in Eurolega.

Sostanzialmente terminate le uscite ufficiali dalla squadra campione di Eurolega. Ad oggi restano in scadenza solo RUDY ed il CHACHO, col primo che vuole dichiaratamente chiudere dopo Parigi 2024 ed il secondo che sfoglia ancora la margherita su un eventuale ritiro, tuttavia oggi meno probabile dopo le grandi prove di fine stagione.

A proposito di grandi giocatori, ci sono state le parole di ETTORE MESSINA su NIKOLA MIROTIC. Il Coach-Presidente milanese ha detto che oggi il suo club non può permettersi di entrare in competizione con chi sta seguendo il caso del montenegrino. Comprendiamo benissimo la cautela di Messina, è sempre delicato per tutti parlare di mercato, tuttavia non possiamo non sottolineare come Milano sia una delle squadre col budget più alto di Eurolega, tra l’altro alle prese con due delicatissime situazioni da risolvere come quelle di Pangos e Davies, le cui possibili uscite potrebbero costare molto. Obiettivamente parlare di possibilità fuori portata per l’Olimpia di Armani stride un poco con la realtà delle ultime stagioni.

L’accenno alla situazione dell’Olympiacos, poi, che perdendo Vezenkov avrebbe disponibilità finanziaria per pagare Mirotic alle cifre attuali, non ci trova d’accordo poichè vi è già stata l’operazione Milutinov, decisamente impegnativa dal quel punto di vista, nonchè le posizioni in attesa di rinnovo di Sloukas e Papanikolaou rappresentano un’altro momento importante per i “reds”.

le parole dei coach

La vera e propria bomba di mercato è arrivata nella mattinata di giovedì, con il rinnovo biennale di KEVIN PUNTER al PARTIZAN. Sorpresa? Da parte nostra nessuna, o meglio non ci ha sorpreso che non abbia formato per il Barça, come molte voci indicavano. Non abbiamo mai avuto alcuna conferma del possibile approdo in blaugrana, mentre c’erano altre piste, su tutte il Pana, percorribili.

Spostandoci all’OLYMPIACOS, è arrivata ieri l’ufficialità del biennale a NIGEL WILLIAMS-GOSS, di ritorno al Pireo ma oggi con uno status ben differente.

Porte girevoli alla STELLA ROSSA.

JOHN HOLLAND ha salutato i serbi attraverso i suoi social, come riportato nel Tweet di Harpidis.

Ai saluti anche HASSAN MARTIN, il cui addio, sebbene ci fosse contratto al 2024, è arrivato prima attraverso un tweet dell’agente, Misko Raznatovic, per poi averne conferma dal club.

E’ sempre Raznatovic ad annunciare il ritorno alla ZVEZDA di DEJAN DAVIDOVAC, con un contratto “a lungo termine”. Arriva poi la conferma anche dal club.

Ufficiale il passaggio di KYLE KURIC allo ZENIT SAN PIETROBURGO, dopo la scandeza dell’accordo con il Barça. Situazione particolare quella del tiratore, poichè già nei primi mesi dell’anno c’era stato un accordo con il REAL, situazione che non ha poi avuto seguito per qualche dubbio da parte dei madrileni. Contratto biennale in Russia.

Dopo Singleton, Balbay, Arna, Tuncer, Haltali e M’Baye, nonchè Coach Ataman, è arrivata la separazione dell’EFES anche da BRYANT DUNSTON. Rivoluzione notevole quella in atto sulla sponda europea del Bosforo,

A livello di trattative si continua a parlare dell’interesse del BARCELLONA per JOEL PARRA, alla della JOVENTUT di grandissimo valore. C’è un “buyout” imponente richiesto dai “verdinegro” e capire oggi cosa possa fare il Barça è veramente difficile. Si è detto anche di un tentativo blaugrana di inserire come contropartita SERGI MARTINEZ, per ridurre quella richiesta. Tutto da verificare.

JAMES NNAJI, nonostante la scelta alla #31 di Charlotte ed il recente viaggio negli USA, dovrebbe restare un altro anno a BARCELLONA. L’anticipazione arriva dal Mundo Deportivo.

Rimanendo in Spagna, secondo Juan Carlos Villena, voce assai dentro le cose “taronja”, a breve potrebbe concretizzarsi la trattativa che porterebbe DAMIEN INGLIS da Gran Canaria a VALENCIA. Il giocatore è già stato allenato da Alex Mumbrù. 375 K a stagione il compenso indicato.

Gazzetta.gr dà quasi fatto il ritorno di IOANNIS PAPAPETROU al PANATHINAIKOS, dopo la non travolgente esperienza al Partizan. Situazione in divenire per un giocatore che ha comunque contratto coi serbi sino al 2024.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Gianmarco Pozzecco: Essere se stessi e dire la verità? Complicato nel mio mestiere

Gianmarco Pozzecco, Coach degli azzurri, è stato protagonista ad AREA 52 lunedì scorso. Molto interessanti le sue parole sul modo di allenare e di porsi di diversi allenatori. Gianmarco Pozzecco, Coach di Italbasket, è stato grande protagonista della puntata di AREA 52 andata in onda lunedì scorso, dopo l’intervento di […]
Gianmarco Pozzecco | Eurodevotion

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: