LBA: Milano vola, Venezia a picco a Brescia

Lele 1
0 0
Read Time:4 Minute, 35 Second

Riprende il campionato con la decima giornata di LBA per le 4 squadre protagoniste nelle due principali Coppe Europee. In campo – quindi – l’Olimpia Milano reduce dal ko contro l’Alba Berlino in Eurolega impegnata nella difficile trasferta a Brindisi, la Reyer Venezia che rende visita alla Germani Brescia, la Virtus Bologna che riceve la Dinamo Sassari e la Dolomiti Energia Trentino sul campo dell’Allianz Trieste. Due vittorie e due ko per le 4 “europee”, ma vediamo come è andata sul campo.

LBA, Happy Casa Brindisi-Olimpia Milano 53-79

Altro giro altro successo per l’Olimpia Milano, che demolisce l’Happy Casa Brindisi al PalaPentassuglia dopo una partita che ha avuto storia per poco più di 20′. La squadra di Vitucci è partita con una gragnuola di triple martellando – così – la retina di una difesa milanese apparsa piuttosto distratta e morbida, fino al 21-9 del massimo vantaggio del 10′. Nel fulminante avvio brindisino molto bene Jeremy Chappell, protagonista con un paio di triple davvero pesanti. Gli ultimi 30′ di partita – però – sono stati appannaggio della squadra bianco-rossa di coach Messina, capace di concedere appena 32 punti negli ultimi 30′ a Perkins e compagni. All’intervallo il tabellone diceva 27-27, con un primo tempo molto brutto e pieno di errori dalle due parti. Negli ultimi 20′ solo Milano in campo, con Devon Hall a trascinare i compagni grazie ad una serie di triple e Malcolm Delaney a chiudere la contesa con diversi minuti di anticipo: Brindisi non ha segnato per ben 7′, dando campo libero ad una squadra meneghina apparsa in palla. Esordio per Bentil con 10 punti e 7 rimbalzi in 16 minuti. L’Olimpia vola a quota 20 in classifica, punteggio pieno.

Germani Brescia-Reyer Venezia 80-69

Grande successo per la Germani Brescia contro una Reyer Venezia che ha palesato per l’ennesima volta tutti i suoi limiti tecnici in questo campionato. La squadra di coach Walter De Raffaele è andata in difficoltà contro l’orgoglio bresciano sin dal primo possesso, non tenendo i due esterni del team di Alessandro Magro, ossia Amedeo Della Valle e Nazareth Mitrou-Long, abili a mettere a referto parecchi punti in penetrazione e dall’arco. Gli oro-granata hanno reagito in maniera decisa solo e solamente nell’ultimo periodo, nei primi 5′, grazie alla zona 3-2 impostata dal tecnico livornese, capace di portare Moss e compagni a palle perse ed infrazioni di 24″ molto pesanti. L’unica nota positiva per il team veneziano è il rientro del Capitano, Mike Bramos, dopo ben 280 giorni dall’ultima apparizione in campo. Per l’esterno greco ci sono 7 punti in 15′ con una tripla in uscita dai blocchi ad aprire il suo campionato: niente di strano. Non basta – però – Bramos e nemmeno un positivo Watt alla Reyer, che dopo esser rientrata a -2 è crollata sotto i colpi di Cobbins e Dalla Valle, con Phillip protagonista in negativo per l’ennesima volta di questa stagione: è un allarme?

Virtus Bologna-Dinamo Sassari 102-100 dts

Partita pazzesca e meravigliosa quella disputata alla Segafredo Arena di Bologna, con la Virtus Bologna capace di battere un’ottima Dinamo Sassari dopo 45′ di fuoco e di passione. Molta sfortuna per Sergio Scariolo, che ha perso Kevin Hervey dopo pochi secondi per un problema al ginocchio ed anche Alessandro Pajola ed Isaia Cordinier. Dunque la mazzata infortuni si abbatte nuovamente sulle VNere, che inizia ad avere diversi giocatori in infermeria: obiettivo recuperare uomini per il team bolognese. Nel dettaglio della sfida di oggi si può riassumere tutto con una sola parola: equilibrio. I primi 10′ si sono chiusi sul 27 pari, con gli attacchi ad avere decisamente la meglio sulle difese. Grandissimo equilibro anche all’intervallo, con Sassari capace di chiudere avanti sul 46-48. Terzo periodo bianco-nero ma pur sempre equilibrato, con il team Campione d’Italia a prendere il vantaggio grazie al 25-21 dei terzi 10 minuti. Non basta – però – l’ultima frazione a decidere la partita, con il match che si prolunga fino ai supplementari, poi vinti sul filo del rasoio dalla Virtus. Per la squadra bolognese 15 e 10 assist per Teodosic (4/15 al tiro, però).

Allianz Trieste-Dolomiti Energia Trentino 70-69

Batticuore a Trieste, con l’Allianz Trieste capace di battere sulla sirena una buona Dolomiti Energia Trentino, che però era avanti di 4 punti a 12″ dal termine, prima di suicidarsi letteralmente nel finale. Una partita decisamente equilibrata quella dell’Allianz Dome, con la pazzesca tripla di Desonta Bradford a scrivere il +4 per i suoi a 15″ dal termine, azione che sembrava scrivere la parola fine sul match. Adrian Banks da 3 riscrive il nuovo -1 a 10″ dal termine, poi una palla persa davvero incredibile restituisce nuovamente palla ai bianco-rossi, che con Andrejs Grazulis hanno trovato il giro e tiro maledetto per Trento, sulla sirena del 40′. Per i giuliani ci sono 13 punti e 10 rimbalzi per il lettone e 19 di Banks, mentre ai bianco-neri non bastano i 12 di Bradford, i 15 di Williams, i 10 di Reynolds ed i 12 di Saunders.

Turno di Eurolega per l’Olimpia Milano che sarà impegnata nel Principato contro il Monaco, mentre in Eurocup la Reyer Venezia riceverà Valencia al Taliercio, Trento sarà in Russia contro il Lokomotiv Kuban e la Virtus Bologna sarà di scena a Lubiana contro il Cedevita Olimpija.

About Post Author

Lele

Atleta amatoriale e giudice di gara, appassionato di atletica e basket
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Campionati esteri: dilaga il Fener, vittoria con il brivido per l'Efes

Il recap dei campionati esteri dedicato alla Super Ligi turca. In Super Ligi si è giocata l’undicesima giornata di campionato. Entrambe le squadre turche di Eurolega hanno vinto. Il Fenerbahce ha ospitato l’Afyon Belediye e ha vinto nettamente 100-51. A Istanbul non c’è partita, la differenza tra le due squadre […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: