Copa del Rey 2021, Ivanovic: occhio a Badalona, ha qualità ed esperienza

Francesco Sacco

Casa Baskonia apre le sue porte alla vigilia della sfida contro Badalona nei quarti di finale di Copa del Rey. Tutte le dichiarazioni di Ivanovic, Peters e Vildoza.

0 0
Read Time:5 Minute, 31 Second

Si apre il sipario anche per il Baskonia. Poco più di 24 ore al debutto contro Badalona per Vitoria (ore 18:30). La squadra di Dusko Ivanovic desta particolare curiosità perchè formata quasi completamente da debuttanti nella manifestazione.

Infatti, solamente Luca Vildoza e Ilimane Diop facevano parte del sodalizio basco nell’ultima apparizione nel Torneo, due anni fa. Occasione nella quale fu proprio Badalona a fermarli nei quarti di finale.

La simpatica preview di Vitoria

Si tratta, dunque, di una nuova pagina di storia tra due club che fanno presenza fissa nella Copa del Rey. Terza e quarta per partite giocate e vinte e per punti realizzati.

Conosce come le sue tasche il clima che circonda questo genere di partite Dusko Ivanovic. E’ proprio il Coach montenegrino il primo a presentarsi ai microfoni..

Ivanovic sull’atmosfera in casa Baskonia

<<La squadra sta bene, ma non abbiamo un’altra opzione..deve essere in condizione. Giochiamo sempre per vincere e la Copa del Rey è una competizione speciale che tutti desiderano. Tutte arrivano a Madrid con delle possibilità>>

Ivanovic sul timore degli avversari per Vitoria in tornei corti

<<Credo che Badalona si sia dimostrata una squadra di buon livello negli ultimi anni. Soprattutto dopo l’arrivo di Ante Tomic e Pau Ribas, che hanno aggiunto qualità ed esperienza. Hanno anche due americani forti come Shawn Dawson e Demetrius Jackson. Sono molto più forti di quando li abbiamo affrontati e ci hanno sconfitto. Sappiamo di affrontare una squadra di talento>>

Dusko sa come si fa…

Sulla chiave per vincere la Final Eight

<<Non dobbiamo fare nulla di speciale, se non giocare come abbiamo fatto finora. Soprattutto, dobbiamo avere la voglia e la fiducia di lottare per 40 minuti>>

Sulla condizione generale del roster

<<Stanno tutti bene, pronti a giocare. Sono convinto che abbiamo la mentalità per giocare un torneo del genere. Però diversi giocatori sono al debutto e questa è un’incognita. Così come il fatto che si giochi senza pubblico. Crea un po’ di tensione, ma siamo preparati>>

Facevamo riferimento alle tante prime volte all’interno del roster di Vitoria. Alec Peters è arrivato da Efes e CSKA per aiutare il club a ottenere nuovi successi con la sua comprovata esperienze ad alti livelli.

E’ lui a sostituire il suo allenatore in sala stampa..

Peters sulle sue ottime prestazioni recenti

<<In ogni stagione ci sono momenti buoni e cattivi per ogni giocatore. Fortunatamente, quest’anno ho più responsabilità rispetto al passato e sto cercando di dare il mio miglior contributo. Sono focalizzato sul provare a vincere più partite possibili>>

Su un Baskonia pronto a vincere il trofeo

<<Veniamo da due vittorie importanti in Liga ACB, a Madrid e a Tenerife, che ci hanno dato grande fiducia. Siamo in forma e assolutamente pronti a giocare tre partite in questo weekend>>

Sull’alternanza tra ala piccola e ala grande

<<Ci ho lavorato molto nelle ultime stagioni, in modo da creare più problemi alle difese. Sono più pericoloso dal perimetro rispetto a molti 4, ma anche più fisico di tanti giocatori impiegati da ala piccola. Questa versatilità crea maggiori opportunità per il nostro attacco>>

Sulla convivenza con Polonara

<<Avere noi due in campo insieme crea accoppiamenti complessi per gli avversari perchè siamo estremamente mobili e veloci. Corriamo bene in campo aperto, indipendentemente dal ruolo>>

Sulla sua prima Copa del Rey

<<I compagni mi hanno raccontato che, insieme alle Final Four di Eurolega, è uno degli eventi più spettacolari in Europa. Mi hanno mostrato tanti video dell’atmosfera pazzesca che si crea. Spero sia emozionante anche se il pubblico non sarà presente>>

Sul segreto di un torneo così breve e intenso

<<Ciò che mi hanno spiegato compagni e allenatori è quanto sia cruciale la prima partita. La prima vittoria. E’ lì che si costruisce la mentalità difensiva e si trova il giusto ritmo in attacco. Il resto verrà da sè nelle partite seguenti>>

Luca Vildoza, pre Badalona | Eurodevotion
Luca Vildoza, ovvero il “veterano” in casa Baskonia. Foto: acb.com

Luca Vildoza era presente nella sconfitta contro Badalona, due stagioni or sono. Così come nel successo di Vitoria del Torneo Final della Liga ACB quest’estate, frutto di un suo canestro decisivo.

Gioie e dolori di una carriera di alto livello. Momenti che ripercorre anche in questa conferenza stampa della vigilia.

Vildoza sullo spirito di rivalsa dopo l’eliminazione di due anni fa da parte di Badalona

<<Non so se sia giusto parlare di vendetta. Sicuramente orgoglio e voglia di vincere questa partita. Vogliamo cambiare faccia e mentalità rispetto alle ultime edizioni della Copa del Rey, nelle quali siamo mancati da questo punto di vista. Ne sono stato responsabile anche io>>

Sui miglioramenti delle ultime partite su un ritmo più alto in attacco

<<Credo che siamo stati costanti in questa stagione, ma nelle ultime partite abbiamo trovato un feeling ancora migliore, che ha influito nelle vittorie recenti. Siamo molto efficaci e stiamo facendo un gran lavoro in difesa. Abbiamo tenuto il Real ai 60 punti in Eurolega e Tenerife a poco più di 75 in casa. Però la Copa del Rey è un mondo a parte e molti la affronteranno per la prima volta. Ovviamente saranno un po’ tesi e noi esperti li aiuteremo a gestire la tensione, portando il focus solamente sulla prima partita>>

Sul pensiero di ripetere un canestro decisivo per la vittoria di un titolo

<<Speriamo di poter vincere in una maniera più tranquilla..se dovesse essere necessario, è chiaro che mi piacerebbe ripetermi. Sono a Vitoria da 4 anni e ormai sento di far parte della storia del club. Tutti qui vorrebbero vincere di nuovo, sarebbe bello>>

Sul lavoro psicologico di Ivanovic

<<Lo vedo più tranquillo del solito. Credo che conosca perfettamente questo torneo, avendolo disputato parecchie volte. Questa sua serenità ci contagia, dobbiamo farci trascinare dalla sua grande voglia di vincere. Siamo tutti con lui>>

Sul mood da tenere in questa tre giorni

<<Qualunque sia l’avversario, noi dobbiamo pensare a vincere. Il primo passo è il più importante, specialmente per scaricare un po’ il nervoso che si accumula prima del debutto. Badalona ha grandi giocatori, un bel mix di talenti giovani ed elementi di esperienza. Se noi giochiamo come sappiamo, imponendo il nostro ritmo e difendendo forte, abbiamo ottime possibilità di passare il turno>>

Immagine in evidenza: twitter Saski Baskonia

About Post Author

Francesco Sacco

Iniziato al gioco da Kobe Bryant e della Benetton Treviso di Ettore Messina da piccolino. Travolto dalla passione per l'Olimpia Milano da "grande". C'è qualcosa di più bello della Final Four di Eurolega? Forse, ma non ditemelo.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Milano-Reggio: AX avanti senza problemi

Milano si sbarazza agevolmente di una Reggio Emilia priva di Elegar e Sutton
Milano Reggio

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: