Il Panathinaikos batte in volata il Khimki

Enrico Longo

Colpo esterno del Panathinaikos. Il Khimki si arrende 76-78.

Il Panathianikos espugna la Mytishchi Arena e ha la meglio su un combattivo Khimki, che fino alla fine non si arrende. Comincia con il piede giusto l’avventura europea da capo allenatore di Vovoras. Il tabellone luminoso al termine della battaglia recita 76-78.

Ecco i consueti 5 punti di Eurodevotion:

NUMERO 7: I punti consecutivi, per il Khimki, di Booker a inizio partita. Nei primi 6 minuti, i russi hanno trovato il fondo della retina soltanto con l’ex Bayern Monaco. Ai punti, che alla fine della frazione inaugurale saranno 11, aggiunge 3 rimbalzi, tutti offensivi.

Di 7 lunghezze è anche il divario tra le due squadre dopo 10 minuti. Infatti, al primo mini-intervallo, il Panathinaikos conduce per 24-17. I viaggianti hanno anche avuto 13 punti di vantaggio (24-11). Emblematiche le percentuali al tiro: 40% (6/15) da 2 per la squadra allenata da Kurtinaitis contro il 72.7% (8/11) dei greci.

TIRO DA TRE PUNTI: Grandi problemi evidenziati da entrambe le squadre con il tiro dall’arco. Sono solo tre canestri in tutto dai 6.75 nel primo tempo. 2/10 per i giallo-blu, ancora peggio gli avversari con uno sterile 1/12. Non cambia molto nella seconda parte della sfida, dopo l’ultima sirena sotto la voce “tiri dall’arco” troviamo esattamente le stesse cifre: 5/23, il 21.7%. Mitoglou, con 3 centri su 5, è l’unico della serata ad aver collezionato più di una tripla.

IOANNIS PAPAPETROU: È l’ala greca il miglior giocatore della sfida. Il classe 1994, al terzo anno con i bianco-verdi, chiude con 16 punti (7 nell’ultimo periodo) e sfiora la doppia doppia con 8 rimbalzi. 18 di valutazione.

RIMBALZI OFFENSIVI: Le due squadre si sono equivalse anche sotto le plance per quanto riguarda i rimbalzi difensivi: dopo 40 minuti, sono 23 rimbalzi a testa. Il Pana ha catturato però ben 7 rimbalzi offensivi in più (19-12).

14 PUNTI: Pesano per i russi i soli 14 punti messi a segno nell’ultimo quarto. La peggior frazione in termini di punti realizzati per il Khimki è proprio quella decisiva.

Immagine in evidenza: Euroleague.net

Next Post

Pierria Henry e il suo Baskonia stendono un brutto Real

Pierria Henry nell'ultimo quarto spiana la strada alla sorprendente sconfitta del Real.

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: