Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague seasonSenza categoria

Nella fiera delle palle perse la spunta lo Zenit contro un Baskonia povero offensivamente

Partita che non ha regalato grande spettacolo quella che ha visto lo Zenit San Pietroburgo trionfare 72-66 contro un Baskonia sempre più incerottato. La nostra analisi in cinque punti:

  • Le due squadre sommano 41 palle perse, concedendo 18 punti a testa da turnover. Cifre elevatissime che mostrano come la qualità del gioco non fosse alle stelle, complici infortuni e distrazioni. Tuttavia la cosa è stata abbastanza in equilibrio per entrambe regalando cosi un finale punto a punto.
  • La differenza la fa la percentuale da 2 punti dello Zenit che con il suo 24/31 riscatta un pessimo 3/17 dall’arco. Non che il Baskonia abbia tirato bene da fuori, infatti con 7/25 non ha certo impensierito particolarmente la difesa dei russi.
  • Ben 12 rimbalzi offensivi per il Baskonia, che per non capitalizza. Infatti i baschi mettono a segno solo 8 punti su seconda opportunità, vanificando cosi lo sforzo di Eric e Shengelia. Bastava davvero poco per agguantare la partita.
  • Da sottolineare la grande prova in fase di costruzione di Alex Renfroe che con i suoi 10 assist ha illuminato la regia dei padroni di casa. Peccato solo per lo 0/4 dall’arco.
  • Salvate i soldati Stauskas e Shengelia, i quali, insieme a Henry, sono gli unici a trovare continuità offensivamente. Stauskas in particolare è l’unico  trovare il canestro da lontano mentre il lungo georgiano è la solita sicurezza vicino a canestro. Ma le alternative del Baskonia sono veramente ai minimi termini
Annunci

Dario Destri

Basket come droga. Da anni presente al Forum in tribuna stampa, nel mentre continuo a sognare un titolo dei Phoenix Suns, se non amate Steve Nash non vi voglio nemmeno conoscere (semi-cit.) Non esiste niente di più bello di una Final Four di Euroleague

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: