Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague season

L’Efes rischia, ma supera l’Alba Berlino al fotofinish

Dopo il k.o rimediato contro il Barcellona settimana scorsa, gli uomini di coach Ergin Ataman hanno rischiato di subire un’altra sconfitta, ma dopo un tempo supplementare sono riusciti a conquistare la prima vittoria europea della stagione, battendo in volata un ottimo Alba Berlino. 

106-105 d.t.s il punteggio finale della gara in favore dei turchi. 

I fantastici 4

Nella vittoria ottenuta contro la compagine tedesca, Shane Larkin, Vasilije Micic e Bryant Dunston sono stati i principali attori del successo.

L’ex Baskonia, dopo non aver giocato la prima partita è tornato nella sfida di ieri ed ha fornito una prestazione da vero leader. Infatti, Larkin ha messo a referto 26 punti (3/7 da 2, 5/9 da 3, 5/7 dalla lunetta) 5 assist e 31 di valutazione in 30′.

La guardia Serbia ne ha segnati 23, collezionando anche 13 assist e chiudendo quindi in doppia doppia con 32 di valutazione in 41′.

Oltre a loro due, solida prova anche dell’ex Varese ed Olympiacos, realizzatore di 18 punti (7/da 2 e 4/6 a cromerò fermo) con 26 di valutazione. 

Ultimo ma non per importanza, Tibor Pleiss, uscito dalla panchina con grande energia: (16 pt in 14′) protagonista nel terzo e nel quarto periodo.

Rokas Giedraitis

Nonostante l’ottima gara del giocatore lituano, l’Alba Berlino è costretta ad arrendersi. Il classe ’92 ne segna 21 (5/9 da 2, 3/5 dai 6.75 e 2/2 dalla linea della carità), 6 rimbalzi e 22 di valutazione.

Oltre a lui hanno chiuso in doppia cifra altri cinque giocatori: Sikma (15 pt), Cavanaugh (14), Giffey (13), Nnoko e Siva (10).

Quando riesci a coinvolgere così tanti uomini la partita solitamente la vinci, ma in questo caso non è stato così.

Alte percentuali

E’ stata una bellissima partita in cui tutte e le due le compagini hanno giocato con grande intensità, dandosi battaglia fino alla fine e mettendo in scena un bello spettacolo. A testimoniare tutto questo ci sono le percentuali al tiro.

I padroni di casa hanno tirato con il 56.3 da 2 (27/48), il 55% dall’arco (11/20) e 79.2 % TL (19/24), mentre i ragazzi di coach Aito Garcia Reneses hanno chiuso con il 52.1 % da 2 (25/48), 46.7 % da 3 (14/30) e 86. 7% a cronometro fermo (13/15). 

Rimbalzi 

Solitamente la squadra che conquista più rimbalzi è quella che vince, ma stavolta non è andata così. Infatti, è stata la compagine ospite a catturarne di più con una differenza di dodici, ma nonostante ciò ha rimediato una sconfitta.

L’Efes Pilsen ne ha presi 29 di cui 22 in difesa e solo 7 in attacco. L’Alba Berlino ne ha guadagnati 41 di cui 27 difensivi e 14 offensivi.

I due allenatori

Nel post partita i due coach hanno commentato cosi il match:

Ergin Ataman (Anadolu Efes Pilsen): «Faccio i miei complimenti agli avversari per la prestazione che hanno fornito. Hanno giocato un’eccellente partita. Nel secondo tempo grazie a Micic e Larkin siamo riusciti a giocare la nostra pallacanestro, producendo molti assist. Il problema principale di questa sera (ieri ndr) è stata la difesa. Ogni partita di Eurolega è difficile ed stato importante trovare un modo per vincerla».

Aito Garcia Reneses (Alba Berlino): «Voglio congratularmi con l’Efeso per la vittoria. Nonostante la sconfitta sono molto contento di come abbiamo giocato e l’unica cosa di cui sono veramente dispiaciuto e dell’infortunio di Martin Hermannsson e ci avrebbe sicuramente fatto comodo. Non era facile disputare una partita del genere, perché per noi molto difficile giocare a questo livello, ma abbiamo avuto anche la possibilità di vincere. Alla fine dovevamo commettere fallo e non lo abbiamo fatto, ma sono orgoglioso dei miei ragazzi». 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: