Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague seasonTurkish Airlines Euroleague

Mike James miete vittime: alla lista si aggiunge l’Alba Berlino

I russi si prendono la contesa nel terzo parziale. L'inseguimento al Barcellona continua per la squadra di Dimitris Itoudis

Barcelona Lassa chiama, CSKA Mosca risponde. Dopo quattro giornate di Turkish Airlines Euroleague il binomio russo-europeo sta letteralmente dominando la massima competizione europea. La squadra di coach Itoudis passeggia nel secondo tempo al cospetto dell’Alba Berlino di coach Aito Garcia, pimpante nel primo tempo ma costretta ad alzare bandiera bianca nella seconda parte di gara alla difesa magistrale dei campioni in carica.

66-82 il punteggio finale della contesa disputata alla Mercedes Benz Arena di Berlino, finita come sempre nella lente d’ingrandimento di Eurodevotion, con la sua consueta analisi in 5 punti.

  • 8-22: il parziale che sancisce la fine della contesa. Il CSKA domina dopo l’intervallo. Lo fa con la sua solita difesa aggressiva e i punti pesanti nei momenti cruciali della sfida. Hackett perfetto in transizione difensiva sul portatore di palla, Hilliard ormai fulcro del gioco sugli esterni insieme ad un’altra strepitosa prestazione di Mike James. Difficile fermare il CSKA quando entra “in the zone”.
  • 41: i rimbalzi conquistati dal CSKA. Tecnica e fisicità. Aito Garcia non è riuscito a trovare le giuste contromisure al gioco moscovita. Ma è proprio dentro l’arco che si è decisa la partita. L’energia di Bolomboy, la versatilità di Voigtmann, la compatezza fisica di Nikita Kurbanov ad indirizzare energicamente la partita sotto le plance. Fiducia e consapevolezza dei propri mezzi tecnici e fisici: la chiave del CSKA per essere un sistema d’élite in Europa.
  • Alba male al tiro: tiro da tre arma “boomerang”. A differenza della sfida vissuta la scorsa settimana ad Istanbul, l’Alba Berlino non riesce ad incidere da dietro l’arco. 29% da 3 punti contro l’oltre 40% del CSKA, non è solo frutto di un’ottima difesa moscovita, bensì di pessima gestione da parte degli uomini di coach Aito. Un passo indietro rispetto ai buoni progressi che abbiamo ammirato nelle prime tre partite stagionali in Turkish Airlines Euroleague.
  • Mike James: l’uomo più motivato d’Europa. Da quando è arrivato dall’Olimpia Milano, il capocannoniere della passata stagione continua a mostrare sprazzi di pallacanestro fuori categoria. Immarcabile, Indecifrabile valore aggiunto in un sistema come quello del CSKA campione d’Europa. Altri 22 punti conditi da 3 rimbalzi e 5 assist lo eleggono ancora una volta l’MVP della sfida. Difficile affrontare un giocatore così talentuoso e così motivato in questa regular season…
  • Infortunio Will Clyburn: l’Eurolega perde un protagonista eccelso. Non sappiamo l‘entità e la gravità dell’infortunio, ma un punto di riflessione su questa contesa è l’infortunio accorso all’ultimo MVP delle Final Four, sorge abbastanza spontaneo. Giocatore di straordinario valore, ma soprattutto “fit” perfetto per il contesto cestistico predicato da Itoudis. La squadra moscovita ha certamente reagito, ma ora sarà importante come sopperire a tale assenza così pesante. Siamo ancora alla quarta stagione e gli esiti degli esami medici saranno fondamentali. La stagione del CSKA è pronta forse a vivere il suo primo scossone emotivo.
Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: