Eurocup #R4, Brescia cade sul filo, Trento crolla

Lele
0 0
Read Time:1 Minute, 45 Second

Due sconfitte per le altre due squadre italiane impegnate in Eurocup. La Germani ha perso nel finale contro Bourg in casa, l’Aquila è stata demolita in Israele dall’Hapoel Tel Aviv. Sconfitta numero 2 per i lombardi, ko numero 4 per i bianco-neri, che restano a quota 0. L’unica a vincere in questo turno è stata – dunque – la Reyer Venezia.

Eurocup Gruppo A, Brescia-Bourg 69-71

Sconfitta numero 2 per la Germani in questa Eurocup, che cade tra le mura amiche per la prima volta: a passare è la truppa francese che già ha giustiziato Venezia 2 settimane fa, ossia Bourg. Una partita comandata e gestita dagli ospiti, guidati dai 22 di un devastante Floyd. Ottimi contributi anche dai soliti Mike, Palmer e Benitez. Ai lombardi non bastano i 16 di Della Valle ed i 14 di Massinburg: sottotono la prova di troppi giocatori, con Magro che perde per problemi fisici Cobbins e Caupain.

Arriva a -2 con il possesso del pareggio in mano la squadra italiana, ma Odiase perde troppo tempo per controllare pallone e corpo, così Mike può contrastarlo in maniera vincente evitando il canestro che avrebbe mandato tutti all’overtime. Successo meritatissimo per i transalpini, che sono in testa al Gruppo A, anche e soprattutto grazie al 47% con i piedi oltre l’arco dei 3 punti.

Eurocup Gruppo B, Hapoel Tel Aviv-Trento 93-63

Non dura nemmeno un quarto la serata europea di Trento, che viene asfaltata da un Hapoel Tel Aviv devastante: 93-63 il finale in Israele, con gli ospiti che all’intervallo sono già a -15 (48-33) e senza la speranza di poter rientrare. Anzi, uscendo dagli spogliatoi il team di Tel Aviv piazza un 31-11 che asfalta i bianco-neri di Molin, naufragati fino al -35.

31/49 da 2 punti per i locali, guidati dai 22 con 9 carambole di Hoard, dai 18 di Tokoto, dai 13 di Munford e dagli 11 di McRae. Per i viaggianti – fermi a 0 in classifica – 11 di Flaccadori e 10 per Spagnolo e Crawford.

About Post Author

Lele

Atleta amatoriale e giudice di gara, appassionato di atletica e basket
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La lavagnetta di ED #5: horns stagger del Real Madrid

Sceglie ancora l’Olimpia Milano la lavagnetta di Eurodevotion per la sua analisi tattica settimanale. Gli uomini di Ettore Messina, dopo essere stati (detto onestamente) “piallati” dal Barcellona, ospitano il poco convincente Real Madrid. Noi vi parleremo di horns stagger (le spiegazioni tra qualche riga), ma ora è interessante comprendere quale […]
horns stagger

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: