Zenit-Alba (27° round): La difesa è l’ingrediente vincente dei russi

0 0
Read Time:3 Minute, 39 Second

Zenit-Alba: Nella sfida della Sibur Arena, gli uomini di coach Xavi Pascual conquistano la 16esima vittoria stagionale nella Turkish Airlines EuroLeague vincendo contro l’Alba Berlino, riscattando così la pesante sconfitta subita settimana scorsa contro il Valencia. Invece, per la compagine guidata da Aito Garcia Reneses arriva il 18° k.o dopo il successo ottenuto ad OAKA sul Pana.

87-71 il punteggio finale della gara che come sempre analizziamo attraverso i classici cinque punti di Eurodevotion

Zenit-Alba |Eurodevotion

La difesa dello Zenit

Non è la prima volta che la squadra russa vince le partite grazie alla propria efficacia difensiva ed ecco che ad essere un fattore di Zenit-Alba è proprio la solidità difensiva messa in mostra nel secondo tempo ed in particolare nell’ultima e decisiva frazione con solo 4 punti concessi. Dopo un primo tempo non certo brillante dal punto di vista difensivo: 10/17 da 2 (58.8%) e 7/15 da 3 (46.7%) le percentuali dei tedeschi al 20′ con 48 punti segnati. Nel secondo tempo le cose sono nettamente cambiate ed infatti Fontecchio e compagni sono andati in confusione: 5/16 da 2 punti (31.3%) e 3/12 dalla lunga distanza (25%). Insomma, ancora una volta quando i russi decidono di far sentire la propria fisicità, per gli avversari diventa davvero difficile giocare.

Zenit-Alba: gli uomini in doppia cifra

Sono numerosi i giocatori delle due squadre che hanno chiuso in doppia cifra. Infatti, se si va prendere il foglio delle statistiche si nota che in totale sono 9 (5 quelli dello Zenit e 4 quelli dell’Alba).

Tra le fila dei padroni di casa ci sono Kevin Pangos (protagonista indiscusso del primo tempo con 4/6 dai 6.75) con 19 punti finali, Will Thomas 15 (6/7 da 2), Mateusz Ponitka (14), Austin Hollins (13) e Alex Poythress (11).

Invece, per quanto riguarda i berlinesi da segnalare Luke Sikma con 18 punti, Simone Fontecchio 12 (4/5 dall’arco dei tre punti), Ben Lammers (11) con il 100% dal campo (4/4 da 2 e 1/1 da 3) e Maodo Lo (10).

Zenit-Alba: i parziali decisivi dei russi

Dopo essere stato sotto di undici lunghezze (53-64) a metà della terza frazione, lo Zenit San Pietroburgo ha saputo reagire. Grazie ai canestri di Ponitka, Billy Baron e Poythress è riuscito a produrre un break di 13-0, che ha permesso ai russi firmare il sorpasso sul 66-64.

Sulle ali dell’entusiasmo, i ragazzi di coach Xavi Pascual nel momento clou della sfida hanno propiziato un parziale di 10-0, con i padroni di che hanno messo la parola fine alla sfida, volando sul +13 (82-69).

Nel momento in cui l’Alba Berlino avrebbe potuto allungare, la compagine russa ha preso in mano il controllo del match e da quel momento in poi è cominciata un’altra partita con i tedeschi che negli ultimi 15′ si sono spenti.

Le parole di Kevin Pangos e Will Thomas

Nel post partita analizza la guardia slovena analizza così la vittoria: «Penso che sia stata una buona partita per noi. Abbiamo giocato contro una buona squadra e nel secondo tempo siamo stati bravi a reagire e questa è stata una cosa molto positiva. Credo che quando giochiamo con la giusta energia seguendo il nostro piano partita per qualsiasi avversario diventa difficile batterci».

«La chiave del successo è stata sicuramente la difesa mostrata nel secondo tempo. Ci sono molte squadre raggruppate tra la quinta e l’undecima posizione in lotta per un posto nei playoff. Sappiamo che non sarà semplice e che ogni partita sarà come una finale, ma bisogna rimanere concentrati e conquistare più vittorie possibili». Queste le parole dell’ala americana.

I playoff si avvicinano sempre di più…

Con otto partite ancora da disputare le chance di conquistare uno posto nei playoff per lo Zenit crescono sempre di più. In attesa del recupero contro il Pana, la compagine russa sulla propria strada incontrerà Real Madrid, Olympiacos, Baskonia, Khimki, CSKA Mosca, ASVEL e Maccabi Tel Aviv. I ragazzi di Xavi Pascual hanno dimostrato finora di potersela giocare con chiunque e di poter essere una squadra davvero molto pericolosa. Entrare a far parte delle migliori otto d’Europa sarebbe un traguardo straordinario per una società che in estate ha allestito una buonissima squadra e che nonostante le difficoltà legate al Covid-19 ha saputo reagire alla grande. Lasciamo al parquet l’ardua sentenza…

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Stella Rossa-Bayern: il round 27 se l'aggiudicano i tedeschi

Stella Rossa-Bayern è stata una partita fisica, combattuta, nella quale entrambe le squadre hanno prodotto un notevole sforzo per cercare di portarsela a casa. Negli ultimi minuti di partita è però la truppa di Trinchieri ad avere la meglio, con il risultato di 76-78. Assenti in questo match sono stati […]
Stella Rossa-Bayern

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: