Dopo aver sfatato il tabù Tortona, la Virtus ritrova l’Ulm

0 0
Read Time:3 Minute, 32 Second

Per gettare una corona di alloro sulla stagione dell’Ulm bastava una prestazione, una conferma nella partita più importante della stagione: l’ottavo di finale di Eurocup, sul campo della dominatrice del girone A, la Joventut Badalona. Non solo è arrivata la conferma, ma è giunta anche una vittoria che consacra i tedeschi nel grande palcoscenico europeo e lancia il suo coach, Laka Lakovic, sempre che in questo caso ci fosse bisogno una conferma, nella girandola di panchine di primo piano che inizierà questa estate.

Martedi sera i tedeschi saranno l’ostacolo che separerà le Vu nere dalla semifinale. Durante questa stagione le compagini si sono già incontrate due volte.

I precedenti nella stagione regolare: Virtus-Ulm 1-1

Nella gara d’andata la Virtus vinse 87-76 prendendo il largo nel secondo tempo (47-32), dopo una prima parte di gara sofferta. In una serata dalla luna storta dai 6,75 (3/20) la differenza giunse da sotto le plance con il duo Jaiteh/Sampson in grande spolvero; i due lunghi collezionarono 35 punti più 14 rimbalzi. L’Ulm vinse la partita a rimbalzo, soprattutto con il contributo degli esterni, ma dovette cedere anche per la prestazione sottotono di uno dei suoi leader tecnici: Blossomgame, autore di 2 punti con 1/6 al tiro.

Nella gara di ritorno una Virtus falcidiata dagli infortuni e dalla stanchezza crolla in Germania, perdendo tutti e quattro i quarti. Ancora una volta gli arancioni dominano a rimbalzo (51-34) e, con il contributo dei leader Blossomgame (19+11) e Christon (14 punti e 7 assist), schiantano i bianconeri in una delle prestazioni stagionali peggiori della squadra di coach Scariolo. Un ricordo che, conoscendo la memoria degli uomini bianconeri, non sarà dimenticato da Teodosic e compagni.

Queste due gare evidenziano due particolari: la Virtus dovrà contenere l’esuberanza atletica dei tedeschi a rimbalzo e dovrà limitare la pericolosità dall’arco degli uomini (Klepeisz e Thornwell su tutti) di Lakovic.

C’è anche da dire che i bianconeri affronteranno quest’incontro, rispetto alla stagione regolare, con due aggiunte di livello: Hackett e Shengelia.

Ulm: la paura fa novanta

La banda di Laka Lakovic, prima di aver vinto sul campo della Joventut Badalona, ha ottenuto tre vittorie esterne di spessore; sul campo del Buducnost, dell’Olimpia Lubiana e di Gran Canaria. Parquet che quest’anno sono stati violati molto raramente; inoltre i tedeschi hanno ottenuto queste vittorie con una certa spavalderia: 96 punti di media sempre con le stesse armi: limitando le percentuali dalla lunga degli avversari e dominando a rimbalzo.

Blossomgame e Christon: una maturità raggiunta alla soglia dei trenta anni

I due leader tecnici dell’Ulm, Blossomgame e Christon, dopo una carriera di continua rincorsa, sembrano aver raggiunto la definitiva maturità tecnica alla soglia dei trent’anni. Una stagione super li sta proiettando tra i profili che potrebbero interessare tanti top team di Eurolega. Il play Christon, secondo marcatore della competizione con 17.6 punti a sera, non è andato in doppia cifra una sola volta durante l’arco della stagione regolare. Numeri che fanno soltanto in parte comprendere l’importanza dell’americano nella sinfonia diretta dall’ex play Laka Lakovic.

L’ala Blossomgame con 16 punti e 7 rimbalzi di media è l’emblema della pericolosità dall’arco, della scaltrezza tattica e dell’euforia atletica dell’Ulm.

Due giocatori che, alla soglia delle trenta candeline, sembrano ormai pronti per il grande salto. Due profili affamati e smaliziati.

La Virtus, rispolverando il concetto agostiniano di guerra giusta, ha già sfatato il tabù Tortona con un secondo tempo di rabbia adrenalinica che ha polverizzato le speranze dei piemontesi. Adesso i bianconeri incontrano un’altra squadra che le ha impartito, durante questa stagione, una severa lezione. Gli uomini di Scariolo, dopo aver sconfitto il Lietkabelis con una prova normale, fattore da non sottovalutare visto che la virtù di una squadra non va misurata dai suoi sforzi ma dalla normalità, devono alzare il livello per aver la meglio su una squadra che li ha fatti penare per ben due volte: l’ostacolo Ulm li separa da quella semifinale non ancor digerita da dodici mesi.

Virtus Segafredo Bologna vs ratiopharm Ulm 26 April 2022 21:00 | Eurocup (euroleaguebasketball.net)

Ancora tu

Non mi sorprende, lo sai

Ancora tu

Ma non dovevamo vederci più?”

Le note del grande Lucio Battisti potrebbero essere l’intro di questo quarto di finale.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Dopo aver sfatato il tabù Tortona, la Virtus ritrova l’Ulm

Next Post

LBA WEEKLY: vittorie per Milano, Virtus e Venezia, mentre cade Trento all'ultimo secondo

28esima giornata di LBA che vede tre vittorie su quattro per le italiani impegnate in Turkish Airlines EuroLeague e 7Days EuroCup. Successo in doppia cifra per la Virtus e per Venezia, Milano porta a casa una partita comunque non semplice perchè tra Gara 2 e Gara 3 di playoff EuroLeague, […]
LBA weekly

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: