Real Madrid, caduta senza fine. E’ festa Bilbao!

0 0
Read Time:3 Minute, 22 Second

Real Madrid che non riesce a mettere la parola fine ad una crisi di gioco e risultati senza precedenti. E’ grande Bilbao al Miribilla.

Un’altra serata da incubo per il Real: che sia Liga oppure Eurolega, la squadra di Laso non vince più ed è alle prese con una crisi di gioco, risultati ed ambiente che non ha precedenti da quel 2011 in cui l’allenatore vitoriano si sedette per la prima volta sulla panchina dei “blancos”.

79-67 il punteggio con cui Bilbao impone l’ennesimo stop ad una compagine madrilena che ha numeri ormai veramente inquietanti. Tra gare nazionali ed europee il tassametro del periodo nero va ulteriormente aggiornato e ad oggi siamo a 5 vittorie e 16 sconfitte nelle ultime 21 gare disputate, cui va aggiunto il 2/1 di Copa del Rey, persa comunque in finale.

Le buone impressioni d’estate nel “clàsico” di domenica sono immediatamente messe da parte a seguito della sconfitta di ieri: la realtà dice che in due mesi si è stati capaci di battere solo Malaga, Fuelnabrada e Burgos in Spagna, Milano ed Asvel in Eurolega.

In un Miribilla da 7218 spettatori, festante per il ritiro della maglia di Alex Mumbrù, ex di entrambe le squadre in campo ma “hombre de negro” per ben 417 allacciate di scarpe, nonchè da alcune fonti indicato come possibile successore di Pablo Laso sulla panchina madridista una volte che sarà finita l’era più vincente della storia del Real, non solo recente, la gara si trascina senza grandi sussulti sino alla sirena di metà gara quando il tabellone dice 45-41.

Scappa Bilbao nel terzo quarto, toccando il +18 (60-42) di fronte ad una rivale spenta e senz’anima, dopodiché una serie di pessime giocate locali sono la causa principale del parziale di 0-13 con cui gli uomini di Laso si portano sul -3.

Che fosse solo questione di calo basco era evidentissimo, infatti appena la squadra di Mumbrù ha rimesso insieme le idee è tornata sul vantaggio in doppia cifra di 14 punti, chiudendo senza patemi.

Il Real è solo Sergi Llull, qualcosina inizialmente da Causeur e lampi di Gaby Deck: il resto è stanchezza quasi annoiata, totale inconsistenza. Il campione maiorchino è l’unico che incarna quello spirito, con Rudy ieri assente, che ha sempre contraddistinto questa squadra e questo apre riflessioni durissime.

«Mi preoccupa la possibilità di non essere competitivi ad alto livello». C’è tutto nelle parole di Laso.

Bilbao è squadra, vera. 5 uomini in doppia cifra di valutazione, lo splendido talento del “minimamba” Goudelock ed anche una bella presenza sotto canestro, dove si vince la battaglia a rimbalzo anche contro gente come Tavares, Poirier e Yabusele. In quel 46-44 c’è molto di entrambe le squadre.

La classifica ora dice che i baschi nuotano nel “mare della tranquillità”. Difficile che col loro 13/15 possano pensare di riagganciare i Playoff con sole 6 gare da giocare, ma questa squadra, sin dalla miracolosa salvezza dello scorso anno, ha dimostrato di avere un cuore grande.

Per il Real, udite udite, è in grave pericolo il secondo posto. Oggi, con 19/9, potrebbe esser affiancato da Manresa e Joventut, in campo questa sera, con Valencia a 18/10 e Tenerife, che ospita Fuenlabrada domani, a 17/10. A livello di scontri diretti la situazione non è rosea: se con Badalona è 1/0 (+19), con Manresa è 1/1 ma -6, con Tenerife 1/1 e -4 mentre con Valencia è 1/1 e +13. Si rischia di cadere veramente in basso visto un calendario non troppo favorevole di qui alla fine della stagione regolare.

Mercoledì e venerdì al Wizink Center ci sarà un Maccabi lanciatissimo, che battendo il Fener ieri si è guadagnato il quinto posto. E’ incredibile pensare a come possano essere cambiate le cose in due mesi: ora gli israeliani sono favoriti, e forse nemmeno di poco, per l’approdo a Belgrado.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

3 thoughts on “Real Madrid, caduta senza fine. E’ festa Bilbao!

Next Post

Playoff Race #11 : Ecco il quadro completo verso le Final 4

Playoff Race, il nostro aggiornamento sulla composizione del tabellone che porterà alle Final 4, termina oggi, dopo l’arrivo dell’ultimo verdetto. Settimana scorsa si è chiusa la stagione regolare, con soltanto un recupero in programma ieri sera che ha definito il quadro di tutte le sfide Playoff. MACCABI v FENERBAHCE 85-76 […]
Playoff race

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: