Le parole dei coach dopo la prima serata del Round #31

0 0
Read Time:3 Minute, 48 Second

Sala stampa: le parole dei coach dopo le prime quattro partite del Round #31.

EFES v REAL

Ergin Ataman (Efes Istanbul): “Come ho detto all’intervallo, dovevamo migliorare il ritmo, dovevamo giocare in modo aggressivo. Nell’ultimo quarto, siamo riusciti a farlo. Il Real ha giocato un’ottima partita, in particolare [Thomas] Heurtel, Gabriel Deck. Hanno segnato tiri incredibili. [Guerschon] Yabusele ha segnato molte triple, ma alla fine abbiamo trovato un modo per vincere la partita.”

Pablo Laso (Real Madrid): “Ci è mancato un po’ di gas nell’ultimo quarto, ma abbiamo giocato una partita abbastanza solida durante i 40 minuti in difesa e in attacco. Conosciamo tutto il loro potenziale ma li abbiamo fermati. Gli do credito ma penso solo alla mia squadra. Abbiamo avuto più rimbalzi, più assist, meno palle perse e siamo stati solidi ed è così che dobbiamo giocare. È uno di quei giorni in cui non sei felice perché non hai vinto, ma mi congratulo con i miei giocatori per il loro impegno e perché hanno fatto un ottimo lavoro, lottando fino alla fine”.

ALBA v BARCELLONA

Israel Gonzalez (Alba Berlino): “Voglio congratularmi con il Barcellona. Hanno giocato un’ottima partita, con percentuali alte, abbiamo commesso degli errori insoliti nel primo tempo che credo ci abbiano penalizzato molto. Ma abbiamo giocato quasi 40 minuti facendo le cose meglio che potevamo contro un grande avversario. Per avere la possibilità di vincere in questo tipo di partite, dobbiamo giocare quasi alla perfezione, senza errori come abbiamo fatto noi, e che loro giochino un po’ peggio, ma oggi non è successo. Penso che possiamo imparare molte cose da loro dalla partita di stasera”.

Sarunas Jasikevicius (Barcellona): “Penso che i nostri giocatori abbiano capito quanto stia giocando bene l’ALBA, soprattutto in casa. Abbiamo giocato con la mentalità giusta. Volevamo correre, giocare veloce, ma penso che contro l’ALBA non si possa fare. Penso che il nostro ingresso nel terzo quarto sia stato eccellente. Abbiamo controllato il gioco anche in difesa, ma contro l’ALBA è sempre una partita di parziali, quindi alla fine del terzo quarto si sono rimessi in gioco. Alla fine abbiamo fatto un buon lavoro, siamo molto contenti di come abbiamo gestito l’energia, è la quarta partita in sette giorni e non è facile”.

La lavagnetta del Clasico #2: il Chicago screen di Jasikevicius

PANATHINAIKOS v BAYERN

Dimitris Priftis (Panathinaikos): “Sono molto felice perché oggi abbiamo insistito e meritato di vincere. I ragazzi meritavano di vincere. Abbiamo molti problemi ma è positivo che abbiamo vinto oggi, ne avevamo bisogno”.

Andrea Trinchieri (Bayern Monaco): “Congratulazioni al Panathinaikos, stavano meglio. Il primo e l’ultimo quarto ci hanno ucciso. Nel primo quarto abbiamo preso 26 punti senza commettere un fallo, peccato imperdonabile. Poi siamo riusciti a giocare bene nel secondo e nel terzo quarto per accorciare il divario e renderla una partita a un possesso. Ma poi non avevamo né l’energia né i giocatori per fare le cose giuste negli ultimi cinque minuti. Questa è stata la prima partita dopo 20 giorni di COVID e mi aspettavo una brutta partita, esattamente come questa. Ma almeno mi piacerebbe avere uno sforzo maggiore da alcuni dei miei giocatori”.

MACCABI v OLIMPIA

Avi Even (Maccabi Tel Aviv): “Prima di tutto, questa vittoria è arrivatagrazie alla molta energia da parte di tutti i giocatori che sono scesi in campo e di tutti i giocatori che erano in panchina. Seconda cosa, l’atmosfera e l’energia che il pubblico ha portato oggi è stato pazzesco. Penso che abbiamo giocato un buon basket per la maggior parte dei minuti. Sono contento che siamo riusciti a tenere Milano a 58 punti. È stato un grande lavoro di squadra sotto tutti gli aspetti difensivi. È stata una partita dura contro un’ottima squadra, molto ben allenata”.

Ettore Messina (Olimpia Milano): “Congratulazioni al Maccabi. Hanno giocato meglio e meritavano di vincere. Hanno fatto molto bene quello che stanno facendo di recente: attaccare uno contro uno, creare tante situazioni con il loro atletismo. Andavano nel pitturato e hanno usato molto bene sia Zizic che Reynolds. Quando perdi una partita giocando in questo modo, ovviamente, non puoi lamentarti di un giocatore o di alcuni giocatori. Devi, come allenatore, assumerti la responsabilità e capire che se tutti giocano male, devi gestire questo problema, affrontare il problema e cercare di risolverlo, questo è quello che cercherò di fare. Allo stesso tempo, non dimentichiamo che siamo ai playoff per il secondo anno consecutivo indipendentemente dal fatto che le squadre russe giochino o meno, perché anche prima eravamo lì in una buona posizione, con pochissime partite rimaste. Saremo pronti per i playoff in qualunque posizione saremo, e lavoreremo per questo nei prossimi giorni”.

le parole dei coach
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze: le defezioni del mercoledì di Round 31

Infortuni ed assenze: l’injury report dei match di oggi. ZALGIRIS vs ASVEL Zalgiris che non avrà Kalnietis per il resto della stagione, mentre c’è una minima chance di recuperare Lauvergne. Ospiti senza Morgan, ma che dovrebbero ritrovare Kahudi. In dubbio Knight. BASKONIA vs FENERBAHCE Baschi al completo, mentre i turchi […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: