LBA WEEKLY: la Virtus vince su Venezia, KO per Milano e Trento

mfiorda26
0 0
Read Time:2 Minute, 55 Second

Torna il nostro appuntamento settimanale per fare il recap di quanto successo nel weekend alle squadre di Turkish Airlines Euroleague e 7Days Eurocup. Vittoria per la Virtus, sconfitte per Venezia, Milano e Trento.

VIRTUS

NUTRIBULLET TREVISO – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 78 – 73

Treviso torna al successo dopo aver perso 9 delle ultime 10 partite giocate (7 consecutive) tra LBA e FIBA Basketball Champions League, imponendosi per 78-73 su una Dolomiti Energia che sta cadendo a picco verso fondo classifica.

Se per Treviso era stata solo una la vittoria nelle ultime dieci uscite, Trento fa addirittura peggio, avendo accumulato 11 sconfitte di fila e 1 sola vittoria negli ultimi 17 match, 18 con la sconfitta di questo Sabato appunto.

Dunque due squadre in condizioni decisamente non esaltanti ma desiderose di riscattarsi: alla fine è Treviso ad avere la meglio, potendo contare sul fattore campo e su una qualità sicuramente maggiore, su tutti quella di Giordano Bortolani, on fire nelle ultime uscite, sempre sopra i 14 punti segnati.

Treviso che conquista quindi due punti fondamentali in ottica salvezza, mentre Trento deve iniziare a guardarsi decisamente alle spalle , visto che la retrocessione dista soltanto due partite ormai.

GERMANI BRESCIA – ARMANI EXCHANGE MILANO 82 – 74

11 vittoria consecutiva per la Germani Brescia, che batte anche la capolista Olimpia Milano al PalaLeonessa e consolida un terzo posto strameritato, frutto di capacità nell’assemblare la squadra e abilità nel mettere in evidenza i pregi e il talento della squadra nascondendone invece le carenze.

Brescia controlla fondamentalmente per tutto il match nonostante la presenza di tutti i veterani in casa Olimpia, ma appare altrettanto evidente che il mindset dei giocatori più esperti non sia certamente quello che abbiamo visto in Euroleague, specialmente in fase difensiva.

Detto ciò, Brescia segna canestri incredibilmente difficili con Della Valle, Mitro-Long e Kenny Gabriel e porta a casa due punti che, di fatto, anche se non ancora matematicamente, la piazzeranno al terzo posto senza troppe preoccupazioni.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – UMANA REYER VENEZIA 81 – 77

Partita di cartello quella della Domenica sera in LBA, con la Reyer che va a far visita alla Segafredo.

La partita della Segafredo Arena, e ancor più della Virtus Bologna, è schizofrenica, con un primo tempo che lascia francamente perplessi per intensità e qualità sia offensiva che difensiva, al cospetto di una Reyer che invece gioca eccome nonostante la terza trasferta in 5 giorni.

La Virtus tocca anche il -21 ad un certo punto, poi però qualcosa scatta, sia nei giocatori che in Scariolo, e la frenesia che aveva caratterizzato la partita bianconera fino a quel momento diventa grinta e voglia di vincere, testimoniata anche da rotazioni molto più corte che vedono stare in campo soltanto chi mostra di crederci e di voler incidere dietro prima ancora che davanti.

Scariolo lo aveva detto e lo ha messo in pratica, vedendo anche una Reyer che, al rientro dagli spogliatoio, perde lucidità e freschezza fisica, subendo un parziale di 21-0 che è il manifesto della stagione virtussina: in questo momento, la Virtus è la più grande nemica di se stessa, in primis riguardo l’atteggiamento, dato che, ricordiamolo, non è così facile premere il pulsante start quando le partite conteranno per davvero e si rischierà di andare a casa.

Due punti, dunque, per la Vnera, con una Venezia che però ha poco da recriminarsi e può tornare a casa sicuramente soddisfatta della prestazione, potendo ora rifiatare 48 ore prima della sfida in terra slovena contro il Cedevita, reduce dalla convincente vittoria proprio contro la Segafredo.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La lavagnetta di ED #30: la transizione argentina del Maccabi

Milano torna in campo in Turkish Airlines Euroleague e la sfida di domani sera con il Maccabi si preannuncia importante in ottica terzo posto. Vediamo, con l'ausilio della lavagnetta la transizione argentina del Maccabi.
transizione argentina

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: