La Virtus fa il tris contro la Reyer: i bianconeri ottengono due punti pesanti

Balbo
0 0
Read Time:3 Minute, 26 Second

Nel round 5 di EuroCup, alla Segafredo Arena, nel primo derby italiano stagionale in europa, si affrontano la Virtus Bologna e la Reyer Venezia.

I bolognesi, dopo la doppia sconfitta contro Buducnost e Valencia, cercano la vittoria per rilanciarsi in classifica e per confermare i progressi visti a Brescia; i veneti vogliono continuare il momento positivo dopo l’inizio difficoltoso.

Il parziale stagionale, dopo la semifinale di Supercoppa e la gara di campionato, dice 2-0 per la Virtus.

Il terzo incontro sorride ancora alle Vu nere: i padroni di casa, con un Hervey formato Eurolega ed un Teodosic in grande spolvero, sconfiggono la squadra di coach De Raffaele 90-84 al termine di una gara condotta per quaranta minuti.

Virtus: il ritorno alla Segafredo Arena è dolce

La Virtus, dopo cinque mesi, torna alla Segafredo Arena. L’ultima passerella bianconera in fiera era stata il giorno del tanto atteso scudetto.

Ricalpestando il parquet della gloria addirittura Teodosic, normalmente restio per le dimostrazioni di felicità, abbozza un sorriso che gli illumina le pupille. I tifosi bianconeri, risalendo i gradoni che hanno assistito al ritorno della Vu nera nell’olimpo nazionale, emanano uno sfolgorio di luce accecante, un ritrovato bagliore di fiducia nella vita, leggermente perso dopo la rocambolesca sconfitta interna contro i Taronja.

Nella casa ritrovata il cielo sopra i virtussini sembra meno imponente. Il destino confeziona, per i bianconeri, il ritorno alla Segafredo Arena in una notte che può essere il crocevia della stagione europea degli uomini di coach Scariolo.

Bentornati ad Herveylandia

La Virtus si presenta alla sfida senza Belinelli, operato al gomito in giornata, oltre ai lungodegenti Abass e Udoh; a metà gara i bianconeri perdono anche Sampson e Mannion e la coperta virtussina inizia a diventare corta. Per lunghi tratti del match i padroni di casa conducono giocando alla veneziana, difendendo sporco senza spingere troppo.

Tra le fila bianconere spiccano le prestazioni di Milos Teodosic, decisivo nel momento topico della gara con le sue penetrazioni e la sua esperienza che scaturisce diversi viaggi in lunetta (11/12). La gara è di quelle importanti, i suoi occhi diventano due pozzi di sfacciataggine e il re di Valjevo non tradisce con 22 punti e 7 assist.

Il serbo, nella sua serata da gran galá, è assistito da un sempre più positivo Cordinier (13 punti, 5/5 da due). Il francese, senza eccedere, fornisce la vera prima prova di maturità in maglia Virtus; una prova normale che si incastra perfettamente con le esigenze dei bolognesi.

La Virtus cerca diverse volte lo strappo, ma Venezia, risporcando la partita, riesce sempre a restare a contatto, nonostante il -20 a metá gara, nonostante la serata di Teodosic, nonostante la strabordante freschezza atletica di Cordinier, la Reyer resta in gara grazie ai rimbalzi (34-24) e alla serata da ex di Michele Vitali (26 punti, 5/7 da tre). Ma la squadra di coach De Raffaele non ha fatto i conti con il ritorno di Herveylandia.

Dopo un paio di settimane condite da prestazioni sottotono e da risultati di squadra deludenti, oggi, Kevin Hervey, ha uno sguardo agitato da un impercettibile tremito che sembra in accordo col battito del suo cuore. L’ex Kuban sfodera una prestazione silenziosissima da 26 punti e 10/17 al tiro. Una prova che ridona energia ad un giocatore apparso leggermente scarico nell’ultimo periodo e, soprattutto, regala due punti fondamentali per la classifica ed il morale della Virtus.

La difesa della Virtus su Tonut

La Virtus segna 90 punti ma la sua vittoria ha un valore ancora maggiore perché deriva dalla fase difensiva; infatti, nonostante gli 84 punti lasciati ai veneziani, i bianconeri vincono il derby italiano proprio con il tallone d’achille di inizio stagione: la difesa.

I bianconeri lasciano qualche tiro di troppo a Vitali e Daye ma decidono di annullare Stefano Tonut con una prestazione difensiva di squadra di altissimo livello. Per la stella della nazionale di Meo Sacchetti 0 punti con 0/5 al tiro.

La vittoria della Virtus deriva anche da questi numeri.

Hervey, Eurocup/eurodevotion

https://www.eurocupbasketball.com/eurocup/games/results/showgame?gamecode=50&seasoncode=U2021

credit photo: pagina Facebook Virtus Segafredo Bologna

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze: la situazione per la seconda serata del Round #10

Infortuni ed assenze ahimè sempre fattori in grado di determinare tanto di quello che accade sui parquet della Turkish Airlines Euroleague. ZENIT v ALBA Shabazz Napier è sempre il grande tema in casa Zenit, con un’assenza di ormai due mesi. Regan il silenzio più totale attorno alla questione. Dmitry Kulagin […]
Infortuni ed assenze

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: