Baskonia-Monaco (R5): Fontecchio a la Vitoria

Il 22-11 nel terzo quarto di Baskonia-Monaco è fondamentale per la vittoria basca.

0 0
Read Time:2 Minute, 43 Second

Baskonia-Monaco è la partita tra due delle sorprese di questo inizio stagione. Dopo un primo tempo di equilibrio e strappi da una parte e dall’altra, nel terzo quarto arrivo lo strappo che si rivela decisivo sul risultato finale. Per Ivanovic fondamentali i 4 moschettieri ex Alba Berlino. Mitrovic e il gioco dei suoi è sembrato troppo James dipendente e quando il play non è in serata, il risultato è una sconfitta, 78-66 per i baschi e Fontecchio MVP.

L’analisi di Unics-Bayern nei 3 punti di Eurodevotion

“Quel maledetto sorriso”

Parafrasando un meme che circola spesso sul web e tratto da una serie tv Netflix, il pensiero dei tifosi baschi e di noi appassionati di basket è stato più o meno quello. Vedere Fontecchio concludere con una schiacciata una penetrazione “assistita” da Nnoko e tornare in difesa sorridente indicando il compagno in segno di ringraziamento è un bel vedere. Se non è LA, Baskonia-Monaco è una delle migliori partite giocate in Eurolega dall’alero italiano.

20 punti, 6/7 da 2, 2/2 da 3 e 2/2 ai liberi, 7 rimbalzi, 4 assist e 30 di valutazione sono le cifre che mostrano quanto Fontecchio si sia integrato nel sistema di Ivanovic.

Terzo quarto fondamentale

Lo scarto finale di 12 punti potrebbe essere bugiardo sugli equilibri reali della partita. Nel primo tempo i cambi di vantaggio sono stati costanti e all’intervallo lo scarto è solo di 3 punti. Così è il terzo periodo di Baskonia-Monaco a dare la spallata alla gara. Difesa alta e pressante sulle guardie monegasche, così arrivano tiri mal costruiti e forzati per James e Co., dall’altra parte contropiedi e canestri in transizione a profusione, firmati dai 4 ex Alba Fontecchio, Giedraitis, Nnoko e Granger.

Monaco doppiato dal Baskonia con il parziale del quarto che dice 22-11. Nell’ultimo periodo Mitrovic prova a correggere il tiro affidandosi alla zona 1-3-1 alternata a una zone press a tutto campo dietro e all’estro di Mike James in attacco. I giocatori però non riescono a tenere i ritmi così alti e James è in serata no. Per Baskonia-Monaco è la partita che dà la terza vittoria a Vitoria e lascia a 2 la squadra del principato.

Sole Luna e numeri di Baskonia-Monaco

Jayson Granger, per cui è un ritorno a Vitoria, Baskonia-Monaco sarà partita da segnare nell’agenda dei record personali. Raggiunto e giù superato nella stessa partita quota 750 assist nella sua carriera Eurolega. Chiude con 12 punti e 6 assist e nel terzo quarto sopra citato lui è tra i protagonisti a contribuire alla vittoria.

La Luna della serata è Mike James. Ingannano i 18 punti messi a referto, dato che sono caratterizzati da un 5/11 da 2 e un 1/9 da 3, con un solo assist a referto, perché come già visto, quando non è in serata la difesa ne approfitta raddoppiandolo sistematicamente e con il play/guardia che si intestardisce non cedendo palla ai compagni. Il giocatore è forse quello dotato di miglior talento offensivo, ma Mitrovic deve saperlo gestire, per continuare a stupire con il suo Monaco.

About Post Author

Riccardo Corsolini

Appassionato di Sport in generale, nato e cresciuto con la pallacanestro in testa e nelle mani. Scrivo della mia squadra e di Eurolega su Eurodevotion, tentando di prendere il ferro.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Baskonia-Monaco (R5): Fontecchio a la Vitoria

Next Post

Barça-Zenit è un no game: i russi privi di idee vengono asfaltati

Parlando in maniera molto onesta, Barça-Zenit doveva essere una delle partite più stuzzicanti del quinto turno di Eurolega. E parlando in maniera ancor più onesta, non lo è stata nemmeno alla lontana. I catalani, spinti da una difesa al solito molto efficace, hanno prevalso col nettissimo punteggio di 84-58. Lo […]
Barça-Zenit

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: