EUROLEAGUE PLAYERS 2017/2018: Luka Doncic, il predestinato

mfiorda26
0 0
Read Time:6 Minute, 40 Second

La stagione 2017/2018 è quella della consacrazione per Luka Doncic, autore di prestazioni clamorose fin dalle prime giornate. Sarà anche l’ultima però, visto l’imminente e non rimandabile approdo in NBA, dove, neanche a dirlo, continuerà a dominare. In questo pezzo ripercorriamo le tappe più importanti della sua carriera.

LE ORIGINI

Luka Doncic nasce a Lubjana il 28 Febbraio 1999 e inizia la sua carriera nelle giovanili della KK Union Olimpija. Il talento è incredibile, e si vede subito che il ragazzo ha quel qualcosa di speciale, un qualcosa di speciale che mette in mostra anche da giovanissimo nel nostro Paese.

E’ il Gennaio del 2012 quando, sotto età di un anno, Doncic partecipa al Torneo Chicco Ravaglia di Imola e trascina letteralmente in finale la sua Olimpija Lubjana, costretta ad arrendersi solo al cospetto della Virtus Bologna, dove militavano Davide Moretti e Lorenzo Penna, soltanto per fare due nomi. Doncic viene inserito nel miglior quintetto, impressionando chiunque.

Lo stesso anno, ma in Aprile, Doncic decide che sta volta arrivare in finale non gli basta più, e allora realizza 54 punti, prendendo 11 rimbalzi e collezionando 10 assist nella sola gara finale giocata contro la SS Lazio al torneo U-13 Lido di Roma, vincendo il titolo di MVP. Il Real Madrid mette gli occhi su di lui, e nel settembre 2012, a soli 13 anni, lo firma con un contratto quinquennale. 

In Spagna la sua ascesa non rallenta, anzi, e Doncic continua a vincere trofei su trofei e moltissimi riconoscimenti personali. Il più importante è sicuramente quello vinto nel 2015 al torneo Ciutat de L’Hospitalet, valido per la qualificazione al torneo finale dell’Euroleague Basketball Next Generation, dove viene inserito nell’All-Tournament Team, nonostante sia più giovane di almeno due anni di tutto il resto della sua squadra. Neanche a dirlo, vincerà poco dopo anche la Euroleague Basketball Next Generation e verrà inserito anche lì nell’All-Tournament Team.

E’ ormai tempo per Doncic di misurarsi con un livello più alto, e quel livello si chiama prima squadra. Laso riconosce immediatamente il valore del giocatore, così come lo fanno i veterani della squadra (celebre l’intervista ad Ayon dove, rispondendo alla domanda su chi sia il giocatore più forte della squadra, risponde dicendo che non è nessuno dei senatori, bensì un ragazzino di 16 anni, proprio lui…), e il 30 aprile 2015 diventa il più giovane giocatore ad aver vestito la maglia del Real Madrid in una gara di Liga ACB, avendo solo 16 anni, 2 mesi e 2 giorni.

Passa qualche mese e, il 6 Gennaio 2016, nella trasferta a Mosca, arriva la prova definitiva che Doncic è destinato a dominare ai livelli più alti: il Real perde palla e va sotto di 7 lunghezze, Laso chiama timeout infuriato, Doncic esce dal timeout e segna 3 triple consecutive per i suoi.

La stagione 2016-17 si chiude con un deludente quarto posto per il Real Madrid, ma Doncic viene comunque eletto miglior giovane della manifestazione. In campionato, dopo aver concluso al primo posto la stagione regolare, porta la sua squadra in finale playoff, dove si arrende per 3-1 al Valencia. Anche in questo caso, viene eletto miglior giovane della competizione.

(1/3, scorri in fondo per cambiare pagina e proseguire la lettura)

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Mercato, c'è grande movimento che coinvolge anche le big

Mercato che ha registrato una brusca accelerazione negli ultimi giorni, con diverse squadre coinvolte. Il colpo più interessante è certamente quello messo a segno dall’EFES con la firma di FILIP PETRUSEV. Il talentuoso lungo serbo, classe 2000, può portare esattamente ciò che Sanli garantiva tecnicamente, solo che è in grado, […]
Mercato

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: