Mercato, la bizzarra situazione che riguarda Mike James, il Cska ed Itoudis

alberto marzagalia
1 0
Read Time:3 Minute, 31 Second

Mercato in continua evoluzione per le squadre di Eurolega. Molto particolare quello che sta avvenendo tra il Cska e Mike James.

La situazione che riguarda MIKE JAMES è assai singolare, addirittura unica potremmo azzardare.

Il giocatore è stato rilasciato temporaneamente dal CSKA con la possibilità di accordarsi sino a fine stagione con una franchigia NBA. I Nets sono diventati realtà nella giornata di ieri, con quello che per ora è solo un contratto di 10 giorni, e nella notte è arrivato il vittorioso e molto positivo esordio contro i Celtics.

Detto che non ci sono precedenti in questo senso, ovvero di una sorta di prestito per qualche mese per poi tornare sotto contratto con il suo club precedente, in questo caso il CSKA, si sono susseguite tante interpretazioni riguardo il futuro del giocatore e quello dell’allenatore dei russi.

Dimitris Itoudis è in scadenza a giugno 2021 e ad oggi non vi sono tracce di rinnovo, almeno conosciute. Nemmeno un’indiscrezione è arrivata in tal senso. L’avventura del Coach che ha portato i russi a 5 final 4 consecutive e ben due titoli potrebbe chiudersi a giugno? Non lo sa nessuno, se non i diretti interessati.

Le suddette voci riguardano il fatto che il “rientro” di James nel contratto coi moscoviti viene interpretato come una pressoché automatica uscita del Coach col quale è arrivato allo scontro che ne ha causato l’esclusione dal roster.

«Ho scelto di andare in guerra con chi è pronto a farlo per questo club» recitava l’allenatore greco poche settimane fa. Su questo non ci sono dubbi, MJ non era ritenuto un soldato disposto a sacrificarsi per la causa.

Ora, secondo diverse interpretazioni, il Presidente Vatutin si troverebbe a dover scegliere tra Coach e giocatore a fine stagione, vista l’impossibilità di continuare insieme.

Conoscendo un poco Vatutin ed apprezzandone le capacità di analisi del proprio ambiente al fine di prendere le migliori decisioni per il futuro, ci risulta molto strano che di fronte ad un “aut aut” si scelga nella direzione della talentosa pointguard di Portland. Non tanto per il valore, che resta altissimo, quanto per tutto ciò che è accaduto a cominciare dai primi di novembre, proseguito nel dopo gara casalingo col Fenerbahçe ed esploso definitivamente nel corso della gara di VTB con l’Unics.

E’ assolutamente vero che di questi tempi transare un contratto come quello di James, in scadenza nel 2023, è finanziariamente disastroso anche per un club dalle grandi disponibilità come l’Armata, tuttavia dall’altra parte della bilancia c’è un allenatore che ha scritto le pagine più gloriose di questo club, nonché uno dei massimi esponenti della categoria ad altissimo livello. Senza dimenticare che è l’uomo del celeberrimo “You make me proud”, colui che ha promesso orgoglio al suo Presidente nelle tormentate giornate di Belgrado mantenendo la promessa sino allo straordinario successo di Vitoria 2019.

Vatutin può veramente fare una scelta di questo tipo?

A nostro parere assolutamente no, a meno di ragioni finanziarie che lo obblighino in tal senso. La pandemia e gli effetti su tutti i bilanci restano un fattore ahimè determinante.

Più facile pensare che il percorso di Dimitris Itoudis a Mosca possa avere un termine naturale dopo 6 stagioni di notevoli successi ed allora ecco che la situazione avrebbe uno sbocco più normale.

Con sullo sfondo una domanda molto molto importante, che in pochi si pongono oggi: quale sarebbe la reazione dei giocatori ad un reintegro per la prossima stagione di chi è stato allontanato per motivi non legati al campo?

Questa forse è domanda di assoluto spessore e quanto accadrà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, tra Playoff di Eurolega, Playoff di VTB e possibili Final 4 sarà determinante per capire che epilogo possa avere una situazione intricatissima da cui dipenderà in maniera fondamentale la conferma del CSKA all’appartenenza del gotha continentale nella stagione 2021/22.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Gara 2: Barcellona vince la battaglia all’overtime

Dopo la grande sorpresa nella gara di apertura, i catalani battono con notevoli sofferenze un grande Zenit per 81-78 dopo un supplementare e riportano la serie sull’1-1. Vediamo nei consueti tre punti , versione playoff, di Eurodevotion i tratti salienti della partita PRIMO TEMPO ZENIT IN , BARCELLONA OUT L’immaginabile […]
Barçellona-Malaga | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: