Giovani d’Europa, il round 18 d’Eurolega

Tutti i ragazzi dal 2000 in poi scesi in campo

0 0
Read Time:2 Minute, 17 Second

Nella diciottesima giornata di Eurolega sono stati 8 i ‘Giovani d’Europa‘ scesi in campo con le rispettive squadre. Nessun nuovo nome si aggiunge alla rubrica dopo l’ultimo turno, ma crescono, nel complesso, i minuti nei quali sono stati utilizzati i prodotti dei vari settori giovanili.

Minuti in campo, Giovani d’Europa

Il 2000 impiegato per tempo è stata la guardia dell’Alba Berlino Jonas Mattiseck. Il numero 9, infatti, è rimasto sul parquet per ben 26 minuti nella sconfitta contro il Maccabi. Segue il lituano Jokubaitis con 22, oramai vera e propria colonna portante di questo Zalgiris Kaunas. Chiude il podio un’altra giocatore della formazione berlinese, ossia Malte Delow, impiegato per 15 minuti. A seguire troviamo Garuba (13), Pradilla (12), Strazel (5), Grant (4) e Bolmaro (1).

Punti realizzati, Giovani d’Europa

Nella diciottesima giornata i ragazzi nati nel nuovo millennio hanno fatto fatica a trovare il canestro, segnando 11 punti totali. Guidano questa classifica i due giocatori simbolo di ‘Giovani d’Europa’, Mattiseck e Jokubaitisi, entrambi con 4 punti. A seguire troviamo il tedesco Delow, autore di 3 punti, mentre non hanno realizzato neanche un canestro i restanti cinque under 20.

Rimbalzi conquistati, Giovani d’Europa

La vera sorpresa di giornata la troviamo nella statistica riferita ai rimbalzi conquistati. Oltre al centro dei blancos Usman Garuba, si piazza in prima posizione la guardia dell’Alba Berlino Delow. Sono 4 rimbalzi catturati dai due giocatori, con il tedesco capace di prenderne addirittura tre in attacco. Al secondo posto troviamo Jokubaitis, con 3, e al terzo Mattiseck, con 2. Chiudono la classifica Bolmaro, Pradilla, Grant e Strazel con 1 rimbalzo a testa

Assist distribuiti, Giovani d’Europa

L’assistman della diciottesima giornata è stato Mattiseck, con ben 3 canestri costruiti, uno in più dei 2 di Jokubaitis. Terzo posto, diviso in cinque, per Delow, Pradilla, Grant, Strazel e Garuba, autori di un solo assist a testa. All’ultimo posto troviamo ancora Leandro Bolmaro. Il blaugrana, con un solo minuto giocato, non ha potuto dare un grande contributo ai suoi compagni.

Migliori squadre, Giovani d’Europa

Gli 8 ragazzi, nati dal 2000 in poi, scesi in campo nell’ultimo round di Eurolega appartengono a sette club differenti. La squadra che ne ha fatti scendere in campo il maggior numero è l’Alba Berlino con 2 (Mattisseck e Delow). I restanti sei giocatori appartengono a Zalgiris Kaunas (Jokubaitis), Barcellona (Bolmaro), Valencia (Pradilla), Real Madrid (Garuba), Bayern Monaco (Grant) e Asvel (Strazel). La Spagna si conferma il campionato nel quale nel squadre puntano maggiormente sui propri settori giovanili, con ben tre formazioni in questa classifica. Segue la Germania, con due, ed infine troviamo Francia e Lituania. Le nazionalità più prolifiche sono ancora Germania e Spagna, con due giocatori a testa, mentre Francia, Italia, Lituania e Argentina si fermano solamente ad uno.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Efes-Alba: i turchi cambiano faccia nella ripresa e liquidano i tedeschi nel round 19 di Eurolega

i turchi cambiano faccia nella ripresa e liquidano i tedeschi nel round 19 di Eurolega
Efes Alba | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: