TAVARES VS MILUTINOV, 2 CENTRI DOMINANTI

Andrea Lafornara
2 0
Read Time:4 Minute, 32 Second

Un’analisi su due centri che padroneggiano la loro area

Tavares vs Milutinov | Euroleague |
Tavares vs Milutinov | Euroleague |

Tavares vs Milutinov , due pivot come si pronunciava nel basket “tradizionale”, due lunghi, come si osa dire nei nostri tempi moderni. Due giocatori, il primo del Real Madrid, il secondo del Cska Mosca, (putroppo attualmente infortunato dopo la partita del Round 23 contro il Bayern Monaco) con un unico comun denominatore, il dominio sotto le plance. Entrambi nel pieno della loro forma, il capoverdiano classe 1992, il serbo 1994, e che anno dopo anno immagazzinano sempre più informazioni migliorando costantemente. Tavares ha dalla sua 2,20 mt, mentre Milutinov 2,13 mt, e sarebbe fin troppo banale pensare ai numeri dei rimbalzi e delle stoppate, ma questi due veri e propri intimidatori d’area hanno ben oltre e nonostante abbiano l’abitudine di dominare la loro area, hanno però qualche divergenza nell’interpretare la loro pallacanestro.

Tavares vs Milutinov, analizziamo il lungo capoverdiano

Real Madrid, che Tavares stiamo vedendo? | Eurodevotion
Tavares vs Milutinov | Tavares dopo una schiacciata |

Tendenzialmente il lungo del Real va più in difficoltà quando cambia sui blocchi e di conseguenza si trova a contrastare la logica differenza di dinamicità degli esterni, ma cerca di sopperire e convertire in suo vantaggio e della propria squadra la differenza di peso e delle sue lunghe leve, contenendo invece che cambiare sistematicamente ed intasando il più possibile l’area, come potrete vedere in questa clip.

Tavares contiene | Eurosport Player |

La scelta di contenere però si espone al rischio di trovarsi di fronte ad un accoppiamento, seppur con lo stesso spot di 5, su di un giocatore che ha nelle corde il tiro dalla lunga dalla lunga distanza, e come potrete sentire in questa clip, il sapiente coach Laso, leggendo la situazione cerca di avvisare il proprio giocatore del possibile svantaggio, anche se in questo caso Sanli non riesce a concretizzarlo.

Tavares contiene ma concede | Eurosport Player |

Parliamo però di un elemento che nello scacchiere della squadra spagnola ricopre un’importanza elevata, 25 minuti di media giocati a partita, il 70% nelle conclusioni da 2 (84/120). Altro fattore da non trascurare per le squadre avversarie, è la qualità dei suoi polpastrelli, infatti con il passare del tempo il capoverdiano ha migliorato questo aspetto del gioco, rendendo il suo tiro dai 3/4 metri molto pericoloso, un bel grattacapo quindi per le difese, che non solo sono costrette a scegliere di essere molto flottate e necessariamente molto attente dal lato debole per venire in aiuto sul difensore di Tavares, sia quando attacca in post basso che durante un roll a canestro, ma che devono essere anche vigili per evitargli un comodo piazzato. E contrariamente a ciò che accade alcune volte con giocatori di questa stazza, non conviene neanche più di tanto mandarlo in lunetta, perché il nostro buon Edy risponde con un buon 75.5% (40/53).

Attualmente, ricopre il primato in Eurolega come miglior stoppatore con le sue 36 stoppate, 2 di media a partita, e come miglior rimbalzista, con 7.8 carambole di media, (83 difensivi e 57 difensivi), ma attenzione che non è da solo in questa graduatoria, ed indovinate chi è al momento il suo principale antagonista?

Tavares vs Milutinov, analizziamo ora il lungo serbo

Infortuni
Tavares vs Milutinov | Milutinov in occasione del premio MVP del mese di dicembre |

Credo abbiate capito a chi sto facendo riferimento, proprio al pivot serbo, Nikola Milutinov, un giocatore a dir poco sensazionale che fa attualmente le fortune del Cska Mosca di coach Itoudis. Atleticamente diverso da Tavares, può permettersi un po’ più agevolmente di cambiare su tutti i blocchi, perché ha una dinamicità tale da permettergli di tenere le penetrazioni degli esterni avversari, di venire alti facendo show, e possedendo naturalmente lunghe braccia sporca le percentuali avversarie, come potrete vedere in questa clip.

Milutinov cambia e tiene | Eurosport Player |

Molte volte si tende a pensare che con 2,13 mt sia più semplice catturare i rimbalzi, ma per farlo, specie in Eurolega, ci vuole capacità di anticipazione, reattività, e soprattutto voglia di prendere il rimbalzo, e Milutinov facendo praticamente quasi sempre tagliafuori, (molto nominato ma spesso non automatico da eseguire) lo dimostra costantemente. Altra abilità che ha migliorato, è la costante presenza a rimbalzo in fase di attacco, difatti in questa speciale classifica svetta sopra tutti, con 4,38 carambole offensive a partita, (70 totali) e con distacco anche, Tavares ricopre il secondo posto con 57 rimbalzi offensivi. Il dato statistico che sorprende è che per il giocatore serbo non ci sia alcuna differenza tra prendere un rimbalzo in difesa o in attacco, ne conquista 70 in ambo i lati del gioco. Bravissimo in fase di roll verso canestro, (e qui Mike James da una grandissima mano), e molto rispettato in post basso grazie al suo controllo del piede perno che mette in difficoltà chiunque.

Leggermente inferiore la percentuale da 2 rispetto al giocatore del Real, poiché la natura dei tiri di Tavares è tendenzialmente in schiacciata o vicinissimo al ferro, mentre Milutinov tende a prendere tiri più dinamici, che vanno dal post basso, al post alto, ai tiri dal mind range che non ha paura di prendere. Più impreciso dalla lunetta invece il giocatore del Cska, 63.6% (28/44). In conclusione, due centri che per ogni piano partita avversario rappresentano una chiave nevralgica al fine di limitarli il più possibile.

Happy
Happy
100 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Olimpia Milano, Messina: La chiave per vincere la partita sarà la nostra disciplina in attacco e in difesa

In vista della sfida di domani sera contro l’ASVEL, il coach dell’Olimpia Milano Ettore Messina presenta così la sfida: «Affrontiamo una squadra estremamente atletica, che è molto migliorata dall’inizio dell’anno come dimostra la sua striscia di quattro vittorie consecutive. Giocare contro questo tipo di atletismo e contro la creatività delle […]
La lettera di Messina, proviamo a capire | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: