Efes più forte delle assenze

La Stella Rossa cade sotto i colpi di un Efes ispirato dalla lunga distanza

0 0
Read Time:1 Minute, 39 Second

Quinto ruggito, nelle ultime sei uscite, per l’Anadolu Efes in questa edizione di Turkish Airlines Euroleague.

I turchi si impongono in trasferta contro la Stella Rossa Belgrado per 75-64.

Utilizzando i classici cinque punti di Eurodevotion andiamo a rivivere la notte della Aleksandar Nikolic Hall.

FATTORE CAMPO: vincere a Belgrado, con spesso il tutto esaurito, è sempre stato un compito estremamente difficile. La stagione 2020-21, con i palazzi tristemente vuoti a causa del Covid 19, ha modificato il normale trend che vedeva le squadre di casa tendenzialmente favorite. In settimana abbiamo analizzato i dati delle prime dieci giornate della scorsa stagione e di quella attuale. Risultato? Nella edizione passata la percentuale di vittorie interne era del 65%, in questa del 51%. Numeri estremamente significativi.

ASSENZE: nonostante le assenze di Beaubois, Dunston, Pleiss e Micic l’Anadolu Efes, tranne nei primissimi minuti, ha giocato una partita di grande autorità. Il team di Ataman a tratti sembra essere tornato quello della scorsa stagione.

TIRO DA TRE PUNTI: la voce statistica in cui vi è stato un maggiore divario riguarda le percentuali dall’arco. I serbi hanno tirato soltanto con il 25% (5/20) al contrario degli ospiti che si sono assestati al 53,6% con ben 28 conclusioni tentate.

MOERMAN: a proposito di tiri da tre punti il migliore è stato Adrien Moerman. Il francese, con 5/6, è stato quasi infallibile e decisivo nell’allungo avvenuto nel terzo quarto, quello del parziale 27-14 che ha letteralmente anticipato il verdetto con ancora una frazione da giocare. Le cifre alla sirena recitano 17 punti, 9 rimbalzi e 27 di valutazione. Mvp.

LOYD: il tabellino del miglior marcatore della competizione come emblema della grande prestazione dell’Efes dal punto di vista difensivo. L’americano, ex Valencia, ha chiuso con 10 punti e 3/14 al tiro. Merito soprattutto della difesa avversaria.

L’Efes proverà a proseguire la sua striscia positiva ospitando nel prossimo turno il Baskonia. Trasferta per la Stella Rossa sul campo di Tel Aviv.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Modernità e fluidità. Il Baskonia sovrasta l'Oly al Pireo

Basta un secondo quarto bestiale del Baskonia per espugnare il Pireo. Bene ancora Polonara.
Modernità e fluidità. Quella del Baskonia che sovrasta l'Oly

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: