La Stella Rossa supera il Baskonia con Loyd sugli scudi

Lorenzo Lubrano

Dopo la sconfitta subita settimana scorsa contro i turchi del Fenerbahce, la Stella Rossa di Belgrado conquista la sua prima vittoria stagionale nella Turkish Airlines EuroLeague e lo fa tra le mura amiche dell’Aleksandar Nikolic Hall Arena, ai danni del Baskonia.

90-73 il risultato finale che andiamo ad analizzare attraverso i nostri soliti cinque punti

Jordan Loyd

Senza troppi giri di parole, la guardia americana si prende la squadra sulle spalle e la trascina al successo.

30 punti (3/8 da 2, 5/8 da 3 e 9/9 TL) con 34 di valutazione in 25′.

Gioca una partita davvero molto solida e siamo certi che durante la stagione, il giocatore sarà un vero e proprio punto di riferimento per tutti i suoi compagni.

Il terzo quarto

Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato (36-31), i padroni di casa con un break di 29-18 prendono il largo nel punteggio chiudendo al 30′ sul +16 (65-49).

Negli ultimi 10′, gli uomini di coach Obradovic hanno solo il dovere di amministrare il vantaggio accumulato.

Sempre più Giedraitis

Il lituano è l’unica nota felice di una serata no per il Baskonia. Infatti, Rokas è il miglior marcatore dei suoi con 26 punti e 16 di valutazione in 32′.

Le doti del giocatore non le scopriamo certo oggi, ma poi le considerazioni si fanno sul campo e fino a questo momento l’ex giocatore dell’Alba Berlino sta dimostrando di essere un ottimo realizzatore e sarà uno dei grandi protagonisti di quest’Eurolega.

Troppe palle perse

Un dato che accumuna le due squadre lo troviamo nelle numerose palle perse.

La Stella Rossa ha chiuso con ben 17, mentre la compagine avversaria ne ha prodotte 16.

Nelle prossime partite entrambi dovranno assolutamente cercare di limitare questa statistica perchè incide davvero tanto.

I due allenatori

Nel post partita, coach Sasa Obradovic commenta così il successo: «Abbiamo dominato la partita con un buon lavoro di squadra ed una grande difesa. Loyd è stato il miglior realizzatore, ma anche gli altri ragazzi hanno dato un grande contributo a questa vittoria. Sono davvero contento per la vittoria. La tristezza è che era senza pubblico, perché noi giochiamo per loro, ed il brutto è che abbiamo vinto questa partita meravigliosa senza di loro».

«Hanno giocato con più velocità, più forza e meglio di noi. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche problema con i rimbalzi offensivi, ma siamo comunque rimasti in partita. Nel secondo tempo, abbiamo provato a rientare, ma il tentativo non è andato a buon fine». Commenta così l’allenatore del Baskonia.

Next Post

In Grecia c'è solo l'Olympiacos, Pana a dir poco mediocre

L’Olympiacos si prende il derby “eterno” con il Panathinaikos ribaltando, come da pronostico, le gerarchie del basket greco

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: