Annunci

Il Maccabi e la lega israeliana, il confronto si inasprisce

alberto marzagalia

La guerra tra il Maccabi e la Winner League  è esplosa 10 giorni fa, in un weekend colmo di comunicati e reazioni che hanno sancito la netta separazione tra il club più importante del paese ed il resto dei contendenti, ivi compresa l’organizzazione del torneo nazionale.

Oggetto del contendere, naturalmente, la ripresa del campionato nazionale. Criteri sanitari e quantificazione dei danni i terreni di scontro più caldi.

 

In questo fine settimana lo scontro si è inasprito.

Emiliano Carchia, boss di Sportando, sito tra i più affidabili e seri in Europa, ha ricevuto in esclusiva e pubblicato il testo integrale di una lettera indirizzata da un giocatore del Maccabi alla lega, in cui sono sottolineate le criticità del protocollo di sicurezza.

Le principali osservazioni che vengono fatte, con il protocollo definito “ridicolo”, riguardano i seguenti punti:

  • La situazione di isolamento totale in cui dovranno vivere i giocatori, con tanto di dubbi avanzato sulla salute mentale degli stessi.
  • Il fatto che sia reso impossibile agli stessi atleti avere un minimo di vita sociale mentre sia possibile avere qualsivoglia contatto inerente al gioco.
  • Il caso delle famiglie dei giocatori, chiedendo se le restrizioni siano estese anche  a loro.
  • La stranezza della stretta di mano non concessa sul campo, quando giocando si hanno contatti ben più intensi.
  • I tempi di preparazione per la ripresa assai limitati, dopo un lungo stop, che eleverebbero il rischio infortuni.

La risposta a tutti questi dubbi, arriva a stretto giro di posta, sempre via Twitter, sul profilo di Roi Cohen di Sport5, che cita la Winner League.

Il caso è aperto, siamo pressoché certi che non finirà qui.

 

Annunci
Next Post

Nocioni lancia Campazzo in NBA

Del grande “Chapu” vi abbiamo parlato proprio questa mattina ed il giocatore sembra aver raccolto un nostro invito nel momento in cui ha toccato diversi temi in un’intervista rilasciata al quotidiano spagnolo AS,  a partire da ciò che riguarda il suo amico Campazzo. Sul futuro possibile di Facundo in NBA… «Non tutti hanno la […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: