Partite turchia

Playoffs in Europa: Fenerbahçe e Tofas si giocheranno la finale

Poche sorprese in Turchia, dove prima e seconda della regular-season si troveranno faccia a faccia nella finale per il titolo che prenderà il via martedì 5 giugno. Fenerbahçe e Tofas si sfideranno al meglio delle sette partite, dove la compagine di Bursa partirà sfavorita, ma con la “leggerezza” di chi non ha nulla da perdere, e consapevole della propria forza e dei propri mezzi dopo aver fatto fuori un squadra di Eurolega (e campione della coppa di Turchia) come l’Anadolu Efes.

Ma andiamo a ripassare quanto successo in occasione delle semifinali.

Fenerbahçe-Banvit 3-0 (86-81, 98-93 dts., 84-73)

I vice campioni d’Europa hanno fatto più fatica del previsto ad avere la meglio sul Banvit, faticando nelle prime due sfide disputate in casa. La squadra ospite, quinta al termine della regular-season e capace di ribaltare il fattore campo ai quarti per accedere alle semifinali, si era presentata sul parquet della Ülker Arena senza timori reverenziali. Gara 1 era stata emozionante: gli uomini di Zeljko Obradovic sembravano avere tutto sotto controllo, ma già dal secondo quarto il Banvit aveva rimontato, per chiudere avanti dopo 30 minuti di gioco. L’italo-americano Angelo Caloiaro (29 punti con 10/12 dal campo, 5 rimbalzi, 5 assist e 3 recuperi) era stato l’autentico mattatore da parte della compagine di Bandirma, sulla sponda meridionale del Mar di Marmara. Ci era voluto il miglior Nicolò Melli, sfiorando la tripla doppia con 10 punti, 8 rimbalzi e 8 assist, per riuscire ad imporsi 86-81 durante gli ultimi dieci minuti di gioco, assieme al cecchino James Nunnally: 6/6 in triple per l’ex Avellino.

Le regole del campionato turco prevedono che tra i dodici convocati per ogni sfida nazionale ci siano almeno sei giocatori locali, e quindi gli internazionali restano fuori a rotazione. Se in Gara 1, a parte l’infortunato Nikola Kalinic, erano stati esclusi Brad Wanamaker e Jan Vesely, in gara 2 era stato Gigi Datome a dover restare fuori dalle rotazioni e la stessa sorte era toccata in Gara 3 a Nicolò Melli. Gara 2 era stata la più complicata per il Fenerbahçe, visto che era dovuto ricorrere all’overtime per imporsi 98-93 e portarsi sul 2-0. Andy Rautins era stato il migliore dei suoi con 22 punti, e per avere la meglio sul Banvit ci era voluta la miglior versione di Brad Wanamaker, autore di 24 punti, 5 rimbalzi, 5 assist e 2 recuperi, segnando anche il canestro del pareggio al termine del tempo regolamentare, forzando i supplementari.

Il Banvit aveva visto come era stato a un passo da compiere l’impresa sul parquet del campione in carica, ma solo accarezzando il trionfo, e probabilmente non ne aveva più, né fisicamente né, soprattutto, mentalmente. L’esperto Fenerbahçe ne aveva approfittato, conquistando un facile successo in trasferta per 73-84 al termine di una sfida nella quale il risultato non è mai stato in pericolo.

Tofas-Anadolu Efes 3-1 (91-63, 89-82, 88-94, 76-70)

Il Tofas di Bursa è una splendida realtà della pallacanestro turca. La compagine, che era stata per diverse settimane in testa alla classifica del campionato prima di cedere il posto al Fenerbahçe e che aveva chiuso al secondo posto, ha rispettato quando fatto vedere durante le 30 giornate di campionato, raggiungendo i campioni uscenti in finale, e l’ha fatto sbarazzandosi piuttosto nettamente di una squadra costruita per giocare in Eurolega come l’Anadolu Efes. Gara 1 era stata un’autentica passeggiata, con il risultato praticamente mai in discussione e uno strappo nel terzo quarto (parziale di 28-11) che aveva rotto l’incontro, conclusosi 91-63. Vittoria di squadra, con ben 5 uomini in doppia cifra.

In Gara 2 l’Efes ci aveva provato, con il turco Birkan Batuk autore di 22 punti, e l’australiano Brock Motum capace di segnare 17 punti, 7 rimbalzi e 6 assist, ma dall’altra parte la guardia americana Pierriá Henry aveva sbagliato molto poco (22 punti con 10/13 dal campo), contribuendo al successo per 89-82 assieme a Raymar Morgan (19 punti, 4 rimbalzi e 3 assist).

L’Anadolu Efes aveva comunque avuto la sua reazione d’orgoglio, vincendo Gara 3 in casa per 94-88. La compagine allenata da Ergin Ataman era partita subito fortissima, andando a riposo già in vantaggio, e non si era lasciata sorprendere nella seconda parte dell’incontro. Errick McCollum era stato l’autentico mattatore della sfida, con 34 punti e un impeccabile 16/16 dalla lunetta, e a nulla erano serviti i 31 punti di Tony Crocker da parte del Tofas.

Gara 4 era stata molto più tirata. La posta in gioco massima, assieme a un po’ di stanchezza, aveva aumentando l’intensità in campo, ma anche gli errori, e il risultato è stato una partita con punteggio più basso delle sfide precedenti, e che aveva visto gli ospiti avere la meglio per 70-76 e chiudere quindi l’eliminatoria sul 3-1. Il Tofas era riuscito a mettere in saccoccia qualche punto di vantaggio nel primo quarto, l’Efes ci aveva provato in tutti i modi, ma non era riuscito a ribaltare il risultato. Henry e Morgan erano stati ancora una volta i migliori in campo, superando i 20 punti messi a segno e dando un importante contributo anche in fase di rimbalzo.


Da martedì si disputeranno le finali al meglio delle sette partite. Ovviamente il Fenerbahçe di Zeljko Obradovic, campione delle ultime due edizioni del campionato, parte con tutti i favori del pronostico, ma il Tofas ha già dimostrato quest’anno di poter dire la sua, e quindi i ragazzi allenati da Orhun Ene ci proveranno.

Ecco giorno e orario (CET) delle prime quattro sfide:

  • 5 giugno, 20.00 – Fenerbahçe-Tofas
  • 7 giugno, 20.00 – Fenerbahçe-Tofas
  • 9 giugno, 18.00 – Tofas-Fenerbahçe
  • 11 giugno, 20.00 – Tofas-Fenerbahçe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.