Annunci
Regular Season 2018-2019

Male oscuro? No, chiarissimo. Oltre a Shane Larkin e la necessità di competizione di Rakim Sanders

L’Olimpia Milano cade a Vitoria (87-74) in quello che è l’undicesimo ko di fila in trasferta della sua EuroLeague. Quanto sono lontani i tempi di Istanbul e del Darussafaka, ma soprattutto quanto è difficile togliersi di dosso quella rassegnazione italiota, che a verdetto scritto non permette di tenere alto l’onore. Eppure, proprio a Istanbul, c’è anche chi batte il Real Madrid…

Male oscuro? No, chiarissimo. Non c’è sistema. Inutile ora cercare colpe individuali, meglio restare sul globale. Senza Simon (e Gentile) questa Olimpia non ha un giocatore in grado di creare dal palleggio nei momenti di stasi, e la squadra non ha soluzioni in cui credere e da riproporre in quella che si chiama «continuità di esecuzione». La squadra è quindi libera quando non ha nulla da perdere, nei primi minuti o a sconfitta acquisita, mentre muore al primo innalzarsi del contrasto avversario. Dato di fatto;

Shane Larkin. Giocatore amato e desiderato da Jasmin Repesa, e infatti il dominio su Hickman è imbarazzante. Non tanto nei numeri (13+11 vs 11+8), quando nella sostanza visto che il play di Milano non legge un p&r difensivo. Chiara la difficoltà dell’ex Fenerbahce, che diventa ancora peggiore quando difende su lato forte: occhi sul portatore di palla mentre l’avversario taglia alle sue spalle, libero di ricevere. Una pena che a Vitoria l’Olimpia paga per 31’, ma d’altronde ora il ring si chiama campionato;

Rakim Sanders. Repesa non ama le domande sull’ala Usa, esattamente come qualche mese fa con Alessandro Gentile. Tuttavia, la natura del giocatore, al momento, pare chiara: mancanza di competizione. Sanders per esprimersi chiede massimo stimolo (leggasi Coppa Italia), mentre viene meno in sfide senza verdetto. Non per forza, dunque, si può sempre parlare di malessere.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: