Eurodevotion Starting 5: il quintetto del mese di ottobre in Eurolega

0 0
Read Time:3 Minute, 12 Second

Starting 5, dopo quello nei singoli turni appuntamento con il nostro quintetto ideale del mese di ottobre, il primo della stagione.

Primo mese di stagione, 5 Round giocati e primissime indicazioni su quello che potrà essere questa Eurolega.

Nulla di definitivo, ovviamente, tuttavia la certezza di chi sono i migliori 5 sino ad oggi ed allora ecco il nostro quintetto ideale.

NICK CALATHES (Fenerbahçe)

Oltre i numeri, comunque eccellenti (9,6 con 5,2 rimbalzi e 6,6 assist), ha mostrato una perfetta applicazione sul campo del sistema di Coach Itoudis. Sa innescare alla perfezione tutte le armi dei gialloblu ed è in grado di equilibrare al meglio l’impatto di Wilbekin.

MIKE JAMES (Monaco)

21,4 con 4 rimbalzi e 4 assist, ma se guardiamo alle statistiche sono importantissime due questioni: 2 sole perse, che visto il volume ed il ritmo di gioco sono un dato eccellente, ed il 24,2% da tre, percentuale che può solo migliorare e che in quel caso tradurrebbe il rendimento del nativo di Portland in dominio totale, se già non lo fosse.

Mike James

GABRIEL DECK (Real Madrid)

Straordinario, il pilastro che ha tenuto in piedi l’inizio complicato del Real Madrid, più determinante dello stesso Tavares. Sì, veramente… 15 punti e 7,4 rimbalzi col 61,5% da due, il 44,4% da tre e l’88,2% in lunetta. 19,8 di valutazione e 28’14” di utilizzo medio, che in un roster come quello madrileno ne dimostrano la totale imprescindibilità del momento (1’13” più di Tavares).

Anche in Liga, dopo 6 gare, conferma il rendimento magico: 22’37” nei quali sforna 8,7 punti col 52,9% da due ed il 42,9% da tre, ai quali aggiunge 5,7 rimbalzi.

Real Madrid Virtus Deck

SASHA VEZENKOV (Olympiacos)

E’ l’MVP della lega ad oggi, con numeri eccezionali ed un impatto tecnico che va ben oltre, se possibile. Cresce costantemente da diverse stagioni e con Bartzokas ha trovato il Coach ed un sistema che ne valorizzano al 100% le moltissime doti.

In 30’43” di media sul parquet produce 21 punti (secondo), 9,6 rimbalzi (primo), 2,8 triple a partita (quinto e primo di chi non giochi nei ruoli di 1 o 2, che occupano 11 delle prime 12 posizioni), 65,8% da due, 46,7% da tre su 6 sentivi a serata (nono della lega ed unico non guardia): non servirebbe aggiungere altro se non fosse giocatore in grado di aprire orizzonti alla squadra ogni volta che un gioco sui rompe e si entra in zona pericolosa per il proprio attacco.

Repetita iuvant

JOHNATHAN MOTLEY (Fenerbahçe)

Forse non è un centro purissimo, potendo muoversi molto bene anche da 4, ruolo per il quale però deve costruire qualcosa di credibile dall’arco, ma lunghi che hanno fatto così bene sinora non ce ne sono.

Era atteso, con diversi dubbi che lo accompagnavano, ad un impatto col mondo di Eurolega che avrebbe potuto rappresentare un muro contro il quale perfino schiantarsi. Ovvio che non produca i numeri stratosferici della porzione di stagione in cui ha messo a ferro e fuoco l’intera Eurocup con la maglia di Kuban, tuttavia sembra essere nato per giocare a questo livello.

Aiutato dalla presenza di scienziati del gioco come Calathes e Guduric, oggi è a 12,6 con 5,3 rimbalzi e 2,2 assist per un solidissimo 15,6 di valutazione media. Se i 21,2 dello scorso anno in EC sono ovviamente diminuiti, va sottolineato come abbia addirittura migliorato la percentuale dal campo, che era del 64,5% su 107 tiri ed oggi è al 66,7% su 39, addirittura 73,3% se scorporiamo l’unica prova sotto il 50% in occasione dell’esordio sul campo del Bayern.

MENZIONI D’ONORE

Lorenzo Brown, Markus Howard, Giannoulis Larentsakis, Luke Sikma, Tamir Blatt e Mathias Lessort: tutta gente che meriterebbe la selezione nei migliori cinque, in particolare L.Brown, sinora strepitoso alla guida del Maccabi.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Campionati esteri: torna alla vittoria l'Asvel, ok Maccabi

Vince l’Asvel e vince ancora Monaco. Monegaschi imbattuti come Zalgiris e Maccabi Dopo la sconfitta a Roanne nello scorso turno, si rialza l’Asvel e regola Nancy, ora 4 vittorie e 3 sconfitte per la squadra di Villeurbanne, guidati da un eccellente 5/9 da 3 punti di Noua per un totale […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: