Eurolega 2022/23: come stanno Real, Virtus e Panathinaikos

1 0
Read Time:8 Minute, 6 Second

REAL MADRID

Un roster infinito, completo, sulla carta il più completo di tutto il panorama europeo. E’ un Real che fa paura e potrebbe non essere finita qui.

Al momento Madrid conta su ben 18 giocatori sotto contratto, compresi i nomi dei giovanissimi (2004) Juan Nunez e Eli Ndiaye, e vi è abbondanza di talento ed esperienza in tutti i ruoli.

Gli arrivi di Dzanan Musa, Petr Cornelie, Mario Hezonja e Sergio Rodriguez vanno a coprire quelle poche mancanze che il roster aveva, ricordando che solo 44″ sciagurati secondi hanno separato il Real dalla terza Eurolega in 7 stagioni.

Diversamente che per le altre squadre presentate, partiamo dai lunghi, perchè qui siamo a livelli di profondità e qualità senza alcun rivale.

Walter Tavares è la forza più dominante del torneo ormai da anni. Se poi si pensa che fuori lui entra Poirier, la cosa diventa ingestibile per chi li affronta. Come 4 c’era già Yabusele, splendido al primo anno in “blanco”, e si è aggiunto Cornelie, altro corpo da 211cm che ha anche una buonissima mano. Dietro proverà a rientrare anche lo sfortunatissimo Anthony Randolph, uno che se fosse stato lasciato in pace dagli infortuni sarebbe stato sulle prime pagine di EL un giorno sì ed uno… anche.

tavares

In configurazioni particolari potremo vedere come 4 anche Gaby Deck. “El tortuga” ha chiuso la stagione alla grandissima nei Playoff di Liga e sarà certamente un’addizione ancor più importante potendo cominciare la stagione sin dalla preparazione. Si spartirà la posizione di 3 con Mario Hezonja, il tiratore puro (e molto di più) che mancava.

E’ arrivato anche Dzanan Musa, dopo una stratosferica stagione con Breogan in cui ha riscritto tantissimi record del campionato più importante d’Europa. Dimenticata la negativa esperienza con l’Efes, il bosniaco, talento purissimo, si gioca le sue carte a quello che è un livello che gli compete per talento. Non avrà tutti i palloni di Lugo, ovviamente, e quella sarà la sua grande sfida.

Rudy, il campionissimo forse all’ultimo ballo, sarà sempre pronto a fornire ogni dettaglio vincente.

Rodriguez, Llull, Abalde, Hanga, Alocen, Williams-Goss, Causeur e Nunez. Non è uno scherzo, sono i nomi che compongono il reparto guardie del Real. Ai quali potrebbe aggiungersi quello di Facundo Campazzo, sempre di grande attualità in attesa delle decisioni sul suo futuro.

Ovvio che in caso di rientro del Facu qualcuno dovrebbe uscire e certamente NWG è quello più probabile, così come Alocen e Nunez potrebbero essere parcheggiati ad accumulare minuti per differenti ragioni, il primo per la ripresa dopo il grave infortunio, il secondo per mettere km nel suo meraviglioso telaio, sebbene sembri già un profilo da Real.

Tutto perfetto, squadra da battere? Sì, ma… certo c’è un ma perchè la particolare separazione da Laso ha lasciato qualche strascico ed abbiamo visto quanto i giocatori abbiano espresso il proprio gradimento per il Coach vitoriano.

Chus Mateo è chiamato ad un grande lavoro, mai facile quando da assistente diventi capo allenatore. Ha qualità senza alcun dubbio, ma avrà il carisma e la leadership che un club come quello “merengue” richiede? Avrà la capacità di imporsi per quello che è senza bisogno di essere un nuovo Laso?

Tutte domande lecite, certo è che quando il Coach entrerà in palestra e si vedrà circondato da tutto questo “ben di Dio” non potrà che ritenersi un uomo decisamente fortunato.

Squadra da Final 4 e quindi da titolo, senza dubbio alcuno, che con l’Efes ed il Barça si divide oggi i favori del pronostico. Tornasse Campazzo sarebbe anche un passettino avanti.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Colpo Virtus: Preso Leo Menalo

Virtus Pallacanestro Bologna S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo, da Stella Azzurra Roma, i diritti alle prestazioni sportive del giocatore Leo Menalo. Menalo ha sottoscritto con Virtus Segafredo un contratto di quattro anni, fino al 30 giugno 2026. Menalo nasce a Spalato il 6 gennaio del 2002. Ala […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: