Scariolo alla vigilia della finale: “Chi non ha motivazioni per queste partite vada dal medico”

frcata7
0 0
Read Time:2 Minute, 16 Second

Mancano poco più di 24 ore alla finale di EuroCup tra Virtus Bologna e Bursaspor e in casa virtussina hanno parlato coach Sergio Scariolo e Daniel Hackett.

Ci siamo preparati con serietà come sempre. L’equilibrio tra il gestire le emozioni e rimanere concentrati è un fatto molto soggettivo, ognuno in base alla sua esperienza e al suo carattere lo riesce a fare meglio o peggio. Quelli magari che hanno più esperienza possono aiutare gli altri. Sia noi che Bursa siamo due squadre molto diverse rispetto alla regular season, sia come organico che come modo di giocare. Bursaspor è una grande squadra, con grandi tiratori e con un ottima sistema offensivo: ognuno conosce il suo ruolo. Giocano fuori casa allo stesso modo delle gare in casa.

Aspettarsi cose facili domani sarebbe da ingenui. Noi durante la stagione siamo sempre stati abbastanza compatti: abbiamo avuto un sacco di vicissitudini e infortuni e proprio lì sta la ragione per la quale siamo qui ora. Dobbiamo scendere in campo con in testa tutti i dettagli della gara, poi se uno non ha motivazioni per questo tipo di partite deve andare dal medico: bisogna canalizzare bene le emozioni tramite l’attenzione da mettere in campo, che aiuta a svuotare la mente.”

Parole come sempre misurate, ma anche già dense di adrenalina.

Dopo Scariolo, parla anche Daniel Hackett in vista della finale

Le sensazioni sono positive, volevamo giocare questo tipo di partita e giocare per un trofeo. Nonostante il format dell’EuroCup siamo riusciti a trovare un’ottima chimica negli ultimi mesi. Bursaspor è una squadra con tanto talento, dovremo fare il nostro meglio per portarla a casa. Quello che abbiamo in questi playoff ci ha fatto andare avanti e ci ha permesso di giocare domani davanti ai nostri tifosi. Siamo una squadra consapevole, ci sono giocatori che hanno già alzato dei trofei: questa squadra aveva già un’ottima base di giocatori vincenti, la chimica e il lavoro di questi mesi ha facilitato il tutto.

Ma rimaniamo umili e facciamo il nostro lavoro. Ogni finale porta un po’ di sana adrenalina, se non c’è questo non sei portato per questo tipo di partite. Aiutare i compagni meno esperti? Una volta che vai in campo, ti butti su un pallone o tiri una bella ‘briscola’ a qualcuno la paura passa. Quando ho giocato la finale di Eurolega Micic mi diede una bella botta e lì ho capito che stavamo giocando una finale. Anche i nostri giocatori giovani qui hanno vinto e hanno le giuste motivazioni per affrontare questa partita“.

Anche dalle parole dell’ex CSKA Mosca, già leader di questo gruppo, non sfugge una cosa: che le motivazioni in casa bianconera sono veramente alte. Altissime.

(via Virtus Segafredo Bologna)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Pablo Laso: Normale pensare a Belgrado, importante allenarsi ma ora meglio giocare

Pablo Laso ha rilasciato alcune dichiarazioni alla televisione ufficiale del club alla vigilia della gara che vedrà i suoi ospitare Murcia domani sera alle 2100 al Wizink Center. Pablo Laso, allenatore del Real Madrid, prosegue la preparazione della sua squadra verso le Final 4 di Belgrado (19-21 maggio), nella cui […]
Pablo Laso

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: