Eurocup, per Trento è il terzo KO consecutivo

Eurodevotion
0 0
Read Time:2 Minute, 15 Second

Eurocup sinora amrissima per l’Aquila Trento. Anche contro il Lietkabelis arriva la terza sconfitta sconfitta in tre turni, con ben due cadute casalinghe.

Dopo aver ottenuto il successo esterno sul campo della Carpegna Prosciutto Pesaro nella 6° giornata del campionato di LBA UnipolSai, la Dolomiti Energia Trentino subisce la terza sconfitta consecutiva nella 7DaysEuroCup, dopo quelle con Badalona ed Andorra. I ragazzi di coach Emanuele Molin si arrendono ai lituani del Lietkabelis con il punteggio di 61-77

UN PRIMO QUARTO DA DIMENTICARE

Dopo un avvio di gara all’insegna dell’equilibrio, la compagine ospite con un break di 9-0 vola sulla doppia cifra di vantaggio (8-18), dimostrando subito ai padroni di casa di non essere venuti a Trento in visita di cortesia.

Tra i protagonisti assoluti dei primi 10’ Panagiotis Kalaitzakis, cresciuto nelle giovanili dell’Aris: il numero 5 del Lietkabelis realizza 8 punti con estrema facilità, con la difesa bianconera in seria difficoltà. I primi 10’ si chiudono sul punteggio di 12-24. 

LA REAZIONE DELL’AQUILA

Nella seconda frazione, i padroni di casa giocano con un altro atteggiamento, sia in attacco che in difesa ed infatti, minuto dopo minuto Trento riduce il gap passando dal – 12 al -4 (34-38). 

Nel secondo tempo, la compagine bianconera prova a rimontare lo svantaggio arrivando anche ad un solo possesso di distanza, ma i lituani non si fanno trovare impreparati e con l’utilizzo anche della zona in alcune circostanze tolgono ogni punto di riferimento ai trentini. L’Aquila prova a rimanere a contatto, ma nel finale crolla e chiude con uno scarto di 16 punti. 

KALAITZAKIS, ORELIK E LIPKEVICIUS

Sono i tre grandi protagonisti della vittoria ottenuta dal Lietkabelis. Partiamo dal classe ’99 (Kalaitzakis), che disputa una partita da vero leader e con grande personalità. Chiude il suo match con 20 punti (3/5 da 2), (4/5 da 3), (2/2) e 21 di valutazione

A seguire troviamo una vecchia “conoscenza” italiana, ovvero Gediminas Orelik visto in Italia con la canotta dell’Umana Reyer Venezia. Il iltuano dimostra di essere davvero molto intelligente in attacco e sfrutta la propria fisicità per farsi largo sotto le plance. 14 punti e 13 di valutazione. 

Ed infine da citare anche il match di Vytenis Lipkevicius che con grande maestria amministra il gioco come un professore. Nei momenti decisivi è lui a creare le iniziative per i compagni, ma non solo perchè mette a referto anche 10 preziosi punti. 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Quincy Acy è un nuovo giocatore dell'Olympiacos

L’Olympiacos annuncia ufficialmente la firma di Quincy Acy fino al termine della stagione 2021-2022. Tanti anni in NBA per l’ala/centro classe 1990. Dal 2012 al 2019 ha vestito le maglie di Raptors, Knicks, Mavs per citarne solamente alcune, per chiudere la sua carriera nella lega con i Phoenix Suns. Dopo […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: