Euroleague Playoff: pronostici, chiavi tecniche e rimpianti delle 4 serie

0 0
Read Time:5 Minute, 45 Second

Euroleague Playoff al via domani sera. Pronostici, chiavi tecniche e tanti, troppi rimpianti su quello che avrebbe potuto essere.

Partono domani sera le 4 serie dei Playoff di Eurolega con due certezze. La prima è che arrivare sino a qui è stata una grande impresa organizzativa, di cui va dato merito alla lega ed ai club, capaci di gestire 7 mesi che definire complicati è un eufemismo. La seconda è che qualunque risultato ne derivi andranno sottolineati i meriti di chi lo avrà ottenuto, senza dimenticare che in un’epoca di asterischi, quello più grande riguarda proprio i risultati. Non c’è nulla di normale in questa stagione, non lo potrà essere nemmeno il risultato, qualunque esso sia. Non è responsabilità di nessuno, anzi, quindi giusto accettarlo ma con le dovute cautele e considerazioni a riguardo.

Di seguito un sintetico prospetto, senza tenere a freno la voglia irrefrenabilmente suicida di un pronostico, così, giusto per non evitare le brutte figure.

BARCELLONA v ZENIT

Serie chiusa per valori delle squadre e soprattutto per il fatto che il miglior basket dello Zenit si giochi in perfetto territorio “Blaugrana”. Le gare ai 70, tanto gradite a Pascual, sono specialità degli uomini di Jasi che se dovessero trovare un buon ritmo offensivo potrebbero chiudere le stesse gare con vantaggi in doppia cifra oltre gli 80 punti segnati.

Come sempre in queste serie, i rischi maggiori i favoriti li corrono nelle prime due gare casalinghe, soprattutto la prima. Vero è che ciò accade principalmente quando si arriva da inattività più lunghe, cosa che non riguarda queste squadre, comunque impegnate nei giorni precedenti nelle gare dei tornei nazionali.

Pronostico secco? 3-0 Barça, con la sola, peraltro remota, possibilità che lo Zenit porti a casa uno dei primi duelli al Palau.

Jasi la vince giocando la propria pallacanestro e facendo molta attenzione a non mettere in ritmo gente come Baron, Hollins e Rivers dall’arco, nonché proponendo una grande pressione su Pangos, anche con fisici più grossi che ne oscurino le linee di gioco. Fondamentale, a in questo senso, la pressione allungata in stile “Zalgiris” che può togliere la palla dalle mani del geniale canadese riducendo la fantasia dell’attacco russo.

Pascual deve trovare tanti canestri dalla linea dei tre punti in modo da aprire spazi per l’1vs1 di Gudaitis, Black e Poythress vicino al ferro. Chi si può realmente opporre a Mirotic? Ponitka è l’unico nome possibile, ma reggerà il post del montenegrino?

La difesa sul “pnr” catalana è presumibile sia la differenza più chiara, eventuali distrazioni a rimbalzo degli stessi potrebbero rendere più arduo il compito dei favoriti.

OLIMPIA v BAYERN

Serie non chiusa come la precedente ma decisamente indirizzata valutando i roster. Il miracolo di Trinchieri in stagione regolare, nella quale ha raggiunto lo stesso numero di vittorie di Messina con una disponibilità di talento e profondità assolutamente inferiore, può ripetersi su una serie al meglio delle 5 gare? Difficilissimo, se non impossibile. Ma forse è proprio questa la forza dei bavaresi e del loro geniale Coach italiano, considerare che non esiste vetta che non si possa raggiungere.

I favori per Milano sono ovvi se gli stessi giocatori di Messina saranno in condizioni fisiche buone, altrimenti potrebbero esserci problemi seri. Le ultime prestazioni hanno dato esiti controversi. Del tutto inutile per ogni giudizio l’allenamento contro l’Efes, mancando l’avversario, Brindisi è stato un altro momento no mentre Sassari e la Virtus hanno dato qualche indicazione maggiormente positiva. Tutto ciò che Milano si troverà avanti domani sarà di livello completamente diverso.

Il pronostico dice Milano 3-1, con possibilità che le prime due gare vedano una sorpresa tedesca. L’esperienza di gente come Datome, Hines ed il Chacho dovrebbe garantire la possibilità di giocare anche a Monaco senza alcun problema. E’ chiaro che vi sia un’abissale differenza tecnica che l’Olimpia può imporre.

Le alchimie tattiche di Trinchieri saranno certamente indirizzate a togliere spazi sul perimetro ad una squadra che in 1vs1 vicino al ferro, tra lunghi, può essere contenuta. In questo senso sarà chiave la transizione difensiva tedesca.

Messina dovrà cercare di alzare il ritmo dell’entrata negli attacchi, perchè fornire minacce sin dai primi “pnr” sarà fondamentale per togliere efficacia ad una delle difese più dure e consistenti dell’intera lega.

Ultimo dettaglio, la capacità di saper giocare queste gare. Ad oggi sconosciuta quella dei vari Punter, Shields e Leday per Milano, del tutto nuova l’esperienza per quasi tutti i giocatori del Bayern, escluso il solo Gist.

Evans fisicaccio da opporre a Reynolds? Anche questa potrebbe e essere una chiave di lettura importante.

CSKA v FENERBAHCE

Doveva essere “la serie”, non sarà probabilmente nemmeno “una serie”.

5 contagi tra i turchi, chiunque essi siano sarà pressoché impossibile per Kokoskov opporsi ad una squadra che, tra tante difficoltà si sta ritrovando. Non abbiamo idea di che Fener potremo vedere e questo fa tutta la differenza del mondo.

Due squadre duramente colpite dalle assenze, perchè un conto è avere Milutinov, un altro non averlo, esattamente come per Vesely, forse presentabile nella seconda settimana della serie ma con dubbi grandissimi sull’eventuale stato fisico.

Pronostico chiusissimo, a questo punto: 3-0 Cska perchè solo un miracolo potrebbe dare una partita ai rivali.

Francamente inutile parlare di chiavi tattiche di fronte ad una delle due squadre per le quali non si sa chi potrà essere in campo.

E’ un grande rimpianto perchè Itoudis v Kokoskov sarebbe stata una grande sfida ed i campioni in campo ne avrebbero garantito l’altissimo livello.

EFES v REAL MADRID

Fino a 2-3 settimane fa sembrava che anche questa fosse una serie dal pronostico chiusissimo. Oggi, dopo le ultime prestazioni del Real Madrid, qualche dubbio vi è sicuramente.

Resta favorito, e non di poco, l’Efes, che ha tutto per arrivare fino in fondo alla manifestazione, ma la voglia di superarsi dei “blancos” e la capacità di giocare queste gare di tanti dei propri giocatori è fatto da tenere in grande considerazione.

3-1 Efes? Sì, magari col colpaccio madridista in gara 1, seguito poi dal riallineamento dei valori, che pendono dalla parte degli uomini di Ataman.

Il guaio fisico occorso a Garuba sul finire dell’impegno di Liga contro Badalona potrebbe essere un ulteriore macigno sulle speranze Real, ma ad oggi non e ne sa nulla. Di certo il giocatore ha lasciato il campo dopo essere ricaduto da una schiacciata clamorosa: nessun contatto con l’avversario, è sembrato polpaccio o qualcosa che arrivasse, forse, sino al ginocchio.

Il Real ha assolutamente bisogno di triple e di ritmo offensivo decisamente alto, accoppiato ad una transizione difensiva che tolga lo stesso ingrediente dalla ricetta turca. Fondamentale altresì che Tavares e Garuba, con l’aiuto di Thompkins e Tyus, tengano botta a rimbalzo.

Ataman chiederà ai suoi di giocare la solita, splendida pallacanestro, decisamente la più bella di Eurolega ormai da due anni a questa parte. Se si giocherà ai ritmi ed alla bidmensionalità di Larkin e Micic, pochi potranno reggere il confronto, anche più avanti.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Euroleague Playoff: pronostici, chiavi tecniche e rimpianti delle 4 serie

Next Post

Ataman e Balbay in coro: "Vincere in Gara 1 per mantenere il fattore campo".

Le dichiarazioni del coach e del capitano dell’Efes alla vigilia di Gara 1 con il Real Madrid. Finalmente si comincia! Domani inizieranno i playoff, con il match tra Efes e Real ad inaugurare la post season. Alla vigilia di Gara 1 oltre ad Ataman, è intervenuto anche il capitano dei […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: