Annunci

Stelle che verranno: Tarik Biberovic

Giorgio Mastrogiacomo

Il futuro del Fenerbahce parla bosniaco?

Annunci

Nato e cresciuto, cestisticamente e non, in Bosnia, Tarik Biberovic approda al Fenerbahce nel 2018, dopo essersi messo in mostra con il Spars Sarajevo. Con la formazione della capitale bosniaca la guardia classe 2001 debutta nella massima serie nazionale all’età di quindici anni, nella stagione 2016/17, collezionando 7 presenze con 3,6 minuti e 2,1 punti di media. La stagione successiva Tarik fa registrare 19 presenze, aumentando il suo minutaggio a 10 minuti a partita.

Ma a far attirare le attenzione su Tarik sono le prestazioni in campo europeo. Il numero 13 gialloblu partecipa per la prima volta all’ANGT nella stagione 2015/16 all’età di quattordici anni, giocando appena nove minuti a partita. Nelle edizione successive però, la guardia bosniaca diventa il vero protagonista, giocando prestazioni spettacolari e realizzando quasi 20 punti di media partita nelle edizioni 2016/17 e 2017/18, distaccando decisamente i compagni di squadra per livello di gioco.

A diciassette anni viene acquistato del Fenerbahce, venendo aggregato fin da subito alla prima squadra ed esordendo nella stessa stagione, la 2018/19, nella massima liga turca e in Eurolega, venendo impiegato per otto volte. Quest’anno, invece, vista anche una partenza decisamente in salita per gli uomini di Obradovic, Biberovic ha collezionato appena in sei occasioni, partendo titolare nel match contro il Barcelona, giocando per 10 minuti a partita e mettendo a referto appena 2,3 punti 1,7 rimbalzi e 1 assist a partita.

Nonostante l’utilizzo limitato in questa stagione, il club turco punta molto sul diciottenne bosniaco, confidando in lui il futuro del Fenerbahce. Tarik, infatti, è una guardia di più di due metri che può contare su una grande forza fisica, oltre ad ottime medie di tiro con una meccanica di tiro definita da molti eccellente. Biberovic ha, inoltre, un ottima visione gioco con una grande abilità di passaggio. Due aspetti su cui dovrà lavorare è la difesa dove, a “causa” del suo fisico, risulta essere troppo macchinoso e mai veramente incisivo, e nell’esplosività per conquistare qualche rimbalzo in più.

In un momento pieno di incertezze Tarik Biberovic può già rappresentare una certezza per il futuro gialloblu?

Annunci
Next Post

L'Italia manda al tappeto i campioni del Mondo e d'Europa

L'Italia si guadagna la finale degli Europei del 1999 mettendo al tappeto i campioni d'Europa e del Mondo in carica

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: