Annunci

Il Punto di Toni Cappellari. Milano non va, tre squadre in crisi finanziaria, la Lega e l’amnesia di Pozzecco

– In Euroleague quarta sconfitta in cinque gare per l’Olimpia e seconda in casa dopo l’Efes. L’impressione è che ci sia un distacco tra i giocatori e il coach Messina.

– A fronte delle sconfitte della sua squadra Giorgio Armani vince a Londra il British Fashion Awards, premio alla carriera senza fine.

– Le tre squadre nominate dal presidente Petrucci dovrebbero (sottolineo il condizionale) essere  Virtus Roma, Fortitudo Bologna e Brindisi. Pronto a discutere coi diretti interessati ed eventualmente smentire,  se lo ritengono opportuno.

Milos Teodosic è umano: protesta, prende tecnico e viene espulso.

–  Grande la Treviso di Vazzoler e coach Menetti. Recupera venti punti e batte la Reggiana: domenica sarà a Desio contro Cantù.

– Nella nuova ripartizione dei finanziamenti la FIP perde un milione di €uro di contributo. Petrucci assai perplesso.

– Insisto… le maglie rossonere della Pallacanestro Varese ancora sconfitte in trasferta. Caja assai perplesso, ma l’Openjobmetis le vuole così.

Delirio in Lega LBA. Domanda: il presidente è Egidio Bianchi o Stefano Sardara?

– Pesaro è sempre un campo ostico per l’Olimpia. Tutta la partita punto a punto, poi  Milano vince al 39′ con due “magate” di Rodriguez.

– Nell’intervista del nostro sito a Pozzecco di qualche giorno fa (qui il link al testo completo) Gianmarco, a cui voglio molto bene,  si è dimenticato di nominare tre persone che a mio parere sono state fondamentali nella sua crescita cestistica. Edoardo Bulgheroni, Edoardo Rusconi e Antonio Cappellari. Edoardo Bulgheroni condivise la mia scelta di acquistarlo, Edoardo Rusconi, allenatore Pallacanestro Varese, lo fece giocare e gli insegnò cosa deve fare un playmaker, lui che lo era stato ai massimi livelli. Antonio Cappellari fece la trattativa per acquistarlo e scoprì che il cartellino era della Libertas Udine e non di un pazzo triestino (di cui non ricordo il nome) che aveva le quote della Pallacanestro Livorno. Feci il lodo in FIP, lo vinsi e Pozzecco venne a Varese dopo che la Libertas Udine mi diede il nullaosta per pochi milioni di lire.

Toni Cappellari

Annunci

One thought on “Il Punto di Toni Cappellari. Milano non va, tre squadre in crisi finanziaria, la Lega e l’amnesia di Pozzecco

Next Post

Olimpia Milano: non c'è proprio nulla da buttare, ma...

Un’inizio scoppiettante in Eurolega, il primato dopo 7 e 9 turni, successi di notevole importanza con Fenerbahçe, Barcellona e Maccabi che rappresentavano, e rappresentano, una decisa inversione di rotta rispetto ad un passato in cui con le grandi non si vinceva mai e con le avversarie da Playoff lo si […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: