Markkanen è abbacinante. Finlandia ai quarti

GianniJBertoli
0 0
Read Time:2 Minute, 50 Second

Day 2 di Ottavi di Finale alla Mercedes Benz Arena di Berlino.

Giornata di verdetti iniziata con la vittoria della Polonia ai danni dell’Ucraina e che prosegue con Finlandia Croazia. Come evidenziato su EuroDevotion nella Presentazione delle partirte odierne il pronostico è a favore della squadra della ex Jugoslavia nonostante una fase a gironi solamente sufficiente a passare il turno. I nordici, invece, hanno espresso un basket frizzante e divertente guidati dalla stella di Lauri Markkanen si presentano alla partita come sorpresa del torneo cercando di superare gli ottavi per la prima volta dal 1967.

La Partita

La Croazia inizia forte e vorrebbe subito prendere il controllo della partita ma Salin e compagni grazie al tiro da fuori e alla fluidità del sistema offensivo piazzano un parziale di 13 a 2 e costringono coach Mulaomerovic al time out. Con il passare dei minuti la Croazia registra la difesa, in attacco Saric e Bogdanovic mettono a segno un contro break di 15 – 7 per chiudere avanti il primo quarto. 20 – 21

Finlandia - Croazia - Bogdanovic

Inerzia nelle mani croate che con la difesa continua a mettere in difficoltà la manovra finnica a cui il tiro da 3 non entra con continuità e si affida a Markkanen per risolvere spesso la situazione. La Finlandia fatica ad entrare in area mentre la Croazia alterna le soluzioni. Significativa la differenza di TL tentati all’intervallo. 3 per la squadra di Lassi Nuovi, tutti provenienti da fallo tecnico, contro i 12 degli uomini in rosso. 45 – 43 all’intervallo.

Finlandia Croazia Markannen

Il terzo periodo prosegue sul filo dell’equilibrio, con nessuna delle due compagini che riesce a scrollarsi l’avversario e a guadagnare un vantaggio tale da poter ipotizzare una fuga. 67 – 65.

10 minuti di battaglia finale per decidere chi affronterà la Spagna nei quarti di Finale. Partita fisica che non vuole trovare un padrone. Si scivola negli ultimi minuti in situazione di sostanziale equilibrio ma è la Finlandia ad avere più energie e allunga con la bomba di Salin fino al massimo vantaggio del + 8.

La palla pesa e Markkanen ha un pomeriggio stellare e affossa tutte le speranze croate. 94 – 86

Finlandia Croazia Sali

Finlandia: talento e organizzazione per un risultato storico

La Finlandia si affida al talento di Markkanen che in contesto FIBA si conferma un talento abbacinante, 43 punti 9 rimbalzi e il 66% al tiro. Una star Nba al servizio della squadra, concreta e cosciente dei suoi mezzi. Le triple di Selin e un supporting cast di giocatori compatti e aggressivi che viaggia nella stessa direzione. L’organizzazione di Lassi Nuovi è fluida e punta molto sulle percentuali da dietro l’arco. Il giocatore degli Utah Jazz è l’unico che riesce ad attaccare il ferro con continuità. Entusiasmo, talento e unità di intenti. La Finlandia si conferma una realtà di questa edizione di Eurobasket e si giocherà le sue carte contro la Spagna.

Finlandia Croazia Markkanen

Croazia: un’altra delusione in questa estate tumultuosa

Nell’ultima partita del girone la Croazia, sbagliando il tiro libero ha deciso di rinunciare alla Polonia per poter sfidare la Finlandia. Scelta rischiosa in origine che si è rivelata fatale per la squadra di Mulaomerovic. In tutto il torneo i croati non hanno convinto affidandosi completamente al talento di Bogdanovic e Smith. Saric non al 100% ed Hezonja altalenante hanno evidenziato la mancanza di alternative di un gruppo che non ha saputo rispondere sul campo alle critiche e ai dubbi estivi sulla salute del basket in patria.

Finlandia Croazia Saric

Photo Credits : FIBA

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: