Maccabi Tel Aviv-Monaco: 95-84

michelepasti

Wilbekin si traveste da super eroe e trascina il Maccabi alla vittoria contro un mai domo Monaco.

1 0
Read Time:3 Minute, 36 Second

Maccabi Tel Aviv-Monaco: Alla Yad Eliyahu Arena di Tel Aviv il Maccabi ospita i monegaschi di coach Zvezdan Mitrovic reduci dalla bella vittoria contro il Bayern Monaco; la formazione del principato è a caccia della sesta vittoria per restare in zona playoff. Gli israeliani di coach Sfairopoulos invece sono alla ricerca della settima vittoria. Alla fine di una gara intensa è il Maccabi a portarla a casa grazie ai  37 punti di un clamoroso Scottie Wilbekin e ai 14 + 11 di Ante Zizic. Per i monegaschi non bastano invece i 18 di Hall e i 16 di Bacon.

La gara:

Con una cornice di pubblico stupenda alla Yad Eliyahu, che è sold out, inizia la gara dopo l’ormai usuale usanza di suonare l’inno dell’ Eurolega. Nel primo periodo i padroni di casa partono fortissimo con le bombe di Wilbekin e Williams che fanno esplodere l’intero palazzo. La prima frazione di gioco è molto intensa con entrambe le formazione che giocando alla grande rispondendosi colpo su colpo. Gli israeliani però, trascinati dal pubblico e dai canestri di un Wilbekin on fire, chiudono avanti di 7 il primo quarto. Nel secondo periodo il Monaco parte fortissimo piazzando un parziale di 7-0 riportando il match in parità. I monegaschi giocano molto aggressivi catturando spesso rimbalzi offensivi grazie a Donta Hall che domina nel pitturato. Dwayne Bacon cerca sempre di attaccare il ferro guadagnandosi diversi tiri liberi e diventando un problema per la difesa di coach Sfairopoulos. Si va all’ intervallo lungo con la bomba dello stesso Bacon, che sulla sirena che regala il primo vantaggio al Monaco sul 44-41, dopo un primo tempo davvero intenso. Nella ripresa c’è un po di nervosismo ed entrambe le squadre faticano a mettersi in ritmo. Ancora una volta a sbloccare il Maccabi è Wilbekin con la bomba da distanza siderale ma subito dall’ altra parte Bacon risponde anche lui dall’ arco, in quella che potremo definire una mini partita individuale all’’interno della gara fra le due stelle americane ( Wilbekin però ha cittadinanza anche turca). La terza frazione di gioco termina 62-61 per i padroni di casa in una gara davvero bella da vedere che si deciderà nell’ultimo periodo. Il quarto quarto si apre con Donta Hall che inchioda l’ alley oop servito da Mike James; la partita è come una battaglia in trincea, un canestro da una parte e subito la risposta dall’ altra con cambi di vantaggio praticamente ogni trenta secondi. In campo c’è un’intensità pazzesca e nessuna delle due formazione fa un passo indietro. Il finale è in volata e il Maccabi trascinato da un Wilbekin letteralmente on fire, da un ottimo Zicic in doppia doppia e da una difesa asfissiante la spunta nel finale di questo bellissimo thriller.

MVP e chiave delle gara:

Un solo uomo al comando: Scottie Jordan Wilbekin, la guardia da Gainsville, Florida gioca una partita sontuosa, unstoppable direbbero negli Usa, trascinando i suoi alla vittoria in maniera netta e costante. Season high e career high, una prestazione con la P maiuscola da ben 37 punti, 7/10 da due, 6/12 da 3, 5/6 ai tiri liberi, 2 rimbalzi, 8 assistenze per un 37 complessivo di valutazione: Superman. Ci sono diverse chiavi della gara, sicuramente il Maccabi è stato molto costante, è stato li con la testa anche nei momenti di difficoltà quando l’inerzia della gara era verso i monegaschi, ha catturato molti rimbalzi in più soprattutto a livello offensivo. Zizic ha giocato una grande gara ma di fatto è Wilbekin che ha spezzato la partita in due con una prestazione da alieno, del resto quando un atleta tira fuori una prestazione del genere è giusto prenderne atto.

Prossimi appuntamenti:

Il Maccabi Tel Aviv, fresco di vittoria, ritornerà in campo venerdì, all’ Arena della Pace e dell’Amicizia al Pireo per giocare contro l’Olympiakos di coach Barzokas reduce dalla brutta sconfitta contro i campioni d’Europa  dell’ Anadolu Efes. Il Monaco al contrario, andrà ad Istanbul a vedersela proprio con la formazione di coach Ergin Ataman che in questo momento sembra essere tornata sui suoi passi . In ogni modo la formazione di coach Sfairopoulos sta vincendo e convincendo, la domanda dunque è una sola, c’è la farà a tornare ai playoff?

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Efes-Oly (R10): the champs are back in business?

L'Efes torna a convincere come fatto fino a maggio dello scorso anno. Scopriamo in quest'analisi quanto successo ad Istanbul in Efes-Oly
Efes-Oly (R10): the champs are back in business?

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: