CSKA-Maccabi (R9): i russi tornano alla vittoria

Francesco Rangone
0 0
Read Time:2 Minute, 1 Second

CSKA-Maccabi significa ritorno alla vittoria per la squadra di Mosca, che aveva perso le ultime tre partite in Eurolega, per gli israeliani, invece, è la prima sconfitta dopo cinque successi consecutivi.

La partita è stata all’insegna dell’equilibrio, nessuna delle due squadre ha raggiunto un vantaggio superiore ai cinque punti nel corso dei 40 minuti. Il risultato finale è 74-73.

Il racconto di CSKA-Maccabi nei classici 3 punti di Eurodevotion.

CSKA-Maccabi

CSKA-Maccabi: l’importanza dell’1v1

La partita ha sottolineato tutta l’importanza dell’uno contro uno nel basket. Nei 40 minuti, infatti, spesso è capitato che le squadre non riuscissero ad eseguire lo schema e ad attaccare in modo fluido e molte azioni sono state risolte dagli 1v1, anche spalle a canestro, negli ultimi secondi dei 24 disponibili. Questa, sicuramente, non è la prima soluzione offensiva proposta dai coach, ma considerando l’infinità di talento e di giocatori di uno contro uno presenti nei due roster è assolutamente un’alternativa valida agli schemi preparati. Andando a vedere le statistiche, infatti, entrambe le squadre hanno realizzato meno assist (13 per il CSKA e 14 per il Maccabi) rispetto a quella che è la loro media stagionale.

Iffe Lundberg

L’MVP di CSKA-Maccabi è il giocatore danese. Il numero 1 del CSKA è riuscito a rompere l’equilibrio che regnava sulla partita, segnando 8 punti negli ultimi cinque minuti. Due triple e un tiro allo scadere dei 24, che hanno portato l’inerzia della sfida dalla parte del CSKA. Il tabellino finale recita 14 punti con 4/7 da due e 2/2 da tre, con anche 4 rimbalzi e 2 assist. Lundberg aveva iniziato molto bene la stagione con due grandi prestazioni, poi si era un po’ spento, ma adesso sembra essere ritornato ai suoi massimi livelli.

CSKA: una vittoria importante

La vittoria della squadra russa è di vitale importanza e dà fiducia, soprattutto perché è arrivata contro una grande squadra. Il Maccabi, infatti, nonostante la sconfitta ha giocato una grande partita e sembra, sempre di più, aver trovato la propria identità. Tornando al CSKA, le difficoltà non sono ancora del tutto finite, ma dopo le tre sconfitte in Eurolega e quella in VTB con l’UNICS, serviva assolutamente vincere, e farlo contro questo Maccabi senza Voigtmann e Milutinov non era per nulla semplice. Con il ritorno del serbo, che non dovrebbe tardare ad arrivare, il CSKA può ritornare nelle zone alte della classifica in cui siamo abituati a vederla.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Ufficiale: l'Asvel annuncia la firma di Marcos Knight

Corre ai ripari l’Asvel Villeurbanne dopo l’infortunio di David Lighty (out per almeno due mesi). Ufficiale la firma dello statunitense Marcos Knight. Dopo aver vinto l‘EuroCup con Monaco nella scorsa stagione, con una media di 13.5 punti a partita, Marcos Knight firma con l’Asvel. Contratto a gettone per la guardia […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: