Stella Rossa Belgrado – Zalgiris Kaunas: 73-61 La Stella Rossa davanti al pubblico amico batte lo Zalgiris grazie alla voglia e all’intensità messa in campo.

michelepasti

Stella Rossa vs Zalgiris 73-61

2 0
Read Time:3 Minute, 40 Second

Stella Rossa Belgrado – Zalgiris Kaunas: Alla Stark Arena di Belgrado arriva lo Zalgiris in cerca della prima vittoria di questa stagione.  I padroni di casa invece sono alla ricerca della seconda W in regular season dopo la bella prestazione a Tel Aviv.

Alla fine di una gara piuttosto fisica senza grandi sprazzi tecnici i padroni di casa vincono la seconda gara consecutiva grazie ai 15 punti di Nikola Kalinic e ai 13 di Dobric, non bastano invece i 14 di Josh Nebo per i lituani.

Il primo tempo:

I serbi partono benissimo caricati dai cori cantati dal pubblico presente alla Stark arena e Davidovac brucia la retina pra 3 per il primo vantaggio casalingo.

I lituani faticano bucare la difesa serba e raramente trovano soluzioni da tre punti o canestri da dentro il pitturato obbligando il neo coach della formazione lituana, Jure Zdovc, al primo time out della gara.  Kaunas fatica a contenere l’attacco serbo e dopo 5 minuti dall’ inizio della gara ha già esaurito il bonus dei falli.

Nel finale del primo quarto entrambe le formazioni commettono diversi errori ed il punteggio è piuttosto basso (13-14). Nel secondo periodo la Crvena Zvezda parte forte con la schiacciata di Kalinic e il 2/2 dalla linea della carità di Nikola Ivanovic.

Ancora entrambe le formazioni fanno tantissima fatica a trovare il canestro e dopo 15’ di partita nessuna delle due ha ancora raggiunto quota 20 punti. Dopo 17 minuti si riesce finalmente a superare quota 20 con la bimane di Josh Nebo. Si va all’ intervallo lungo sul punteggio di 29-27, dopo un primo tempo caratterizzato dai tantissimi errori sia della Stella Rossa che dello Zalgiris.

Il secondo tempo:

Il terzo quarto si apre con la bomba dai 6.75 di Kalinic per il +5 Crvena Zvezda. Il trend è quello del primo tempo, tante soluzioni sbagliate sia da due che da tre punti tanto che il ferro della Stark Arena appena parte un tiro si mette a pregare che non lo colpisca.

Battute a parte la gara è sempre molto equilibrata. I serbi ancora con Kalinic, tentano un allungo con l’ex Fenerbache che ha già segnato 9 punti nel solo terzo quarto. La Stark Arena con la penetrazione mancina di Austin Hollins impazzisce ed esplode per il +10.

Nel finale di periodo Kaunas riesce a chiudere a contatto  sul -4. L’ultima frazione di gioco inizia con  Kalnietis che appoggia al vetro il -2 ma Simonovic risponde con la tripla. La gara è ancora in equilibrio e sembra che la Stella Rossa potrebbe affondare il piede sul gas per prendere l’ allungo decisivo ma, ogni volta, i lituani riescono a tornare a contatto.

Il finale è in volata, Dobric firma il +6 dalla lunetta e Kalinic, in contropiede appoggia il +8 che potrebbe regalare la vittoria ai serbi. Lo Zalgiris ci prova fino al suono della sirena finale ma non riesce a ribaltare il risultato e la Stella Rossa vola a prendersi la seconda vittoria di quest’anno.

La chiave della gara: l’intensità e la voglia della Crvena Zvezda

Nonostante la gara difficile per entrambe le squadre, i padroni di casa, piano piano, sono riusciti un passettino alla volta a portarla a casa, merito sicuramente di una grandissima fame di vittoria e dell’ intensità messa in campo nonostante i tanti momenti negativi durante l’arco della gara.

La Crvena Zvezda aggredendo la partita e non mollando mai, nonostante i lituani fossero sempre a contatto, riescono a vincere anche grazie ad un quarto periodo molto fisico dove segnano ben 27 punti.

L’ Mvp:

Dopo i 19 di Tel Aviv, Nikola Kalinic è protagonista un’ altra volta. Stasera 15 punti in 34 minuti con 5/9 da 2 e 1/2 dall’ arco dei tre punti, aggiungendo anche 5 rimbalzi, 3 assistenze, nessuna palla persa e 19 di valutazione complessiva.

Il tutto condito da canestri in momenti fondamentali e da un’ aggressività che ha contagiato tutta la squadra. Vero leader.

Prossimi impegni: 

La Stella Rossa rigiocherà giovedì alla Megasport Arena di Mosca contro il Cska dove tenterà di fare il colpaccio.

Lo Zalgiris invece, ancora a secco di vittorie andrà al Pireo dove se la vedrà con l’Olympiakos allo Stadio della Pace e dell’ Amicizia, in una gara sicuramente complicata per la squadra di Jure Zdovc, contro una formazione che sembra essere decisamente più in forma. 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Mike James è commovente, ma il Real si impone sul Monaco nel finale

Una di quelle sere di Mike James non basta al Monaco per evitare la prima sconfitta stagionale in Eurolega per 94-86 in casa di un Real Madrid che, dopo aver toccato facilmente il +23 a inizio secondo quarto contro degli ospiti intontiti, ha dovuto vincere la partita negli ultimi 2 […]
mike james

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: